Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Claudio martire

Date rapide

Oggi: 20 febbraio

Ieri: 19 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCultura, Eventi & SpettacoliA Roma il grido delle donne che più non hanno voce

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cultura, Eventi & Spettacoli

A Roma il grido delle donne che più non hanno voce

Salerno ben rappresentata dall’Assemblea permanente delle donne cittadine e della provincia

Scritto da (Redazione), lunedì 26 novembre 2018 09:14:44

Ultimo aggiornamento lunedì 26 novembre 2018 09:16:53

di Patrizia Reso

Un fiume in piena ieri a Roma ha attraversato la vie della capitale, nonostante la pioggia, in modo colorato, festoso come solo le donne sanno fare, con quel senso di responsabilità che le contraddistingue anche di fronte al dolore. "Noi siamo il grido altissimo e feroce di tutte quelle donne che più non hanno voce", questo uno degli slogan più scanditi durante la manifestazione in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne. Oltre 49.000 le denunce pervenute quest'anno, secondo i dati Istat, di casi di violenza domestica. Violenza subdola, silenziosa, che si consuma ogni giorno all'interno di un nucleo familiare. Violenza giustificata dall'amore! Chi ama non fa male! Chi violenta invece è solo il prodotto di una cultura del patriarcato ben radicata in fondo agli animi. Un patriarcato sempre più aggressivo perché vede nella partecipazione delle donne all'economia o alla cultura o alla politica di questo Paese, e non solo, invece del valore aggiunto che rappresenta, un elemento di insidia al potere conquistato. Allora niente di più facile che sbeffeggiare, ridicolizzare, sminuire , stravolgere l'operato femminile per il proprio tornaconto. Un esempio banale: ieri il corteo si è mosso con ritardo rispetto a quanto preventivato. Una delle ragioni è stata immessa in rete con un video, che vede delle donne (tra le organizzatrici) scontrarsi con un uomo che pretendeva di stare in testa al corteo . Da giorni era stato diffusa l'organizzazione: in testa ci sarebbero state solo le donne dei Centri Antiviolenza, cioè coloro che stanno in prima linea ogni giorno per arginare questo fenomeno sempre più dilagante. Nessuna, e ripeto, nessuna, si è opposta. Neppure le rappresentanti dei collettivi femministi più impegnate. Tutte abbiamo condiviso questa decisione, rispettandone innanzitutto lo spirito che l'ha sostenuta. Quest'uomo, ammirevole perché era intenzionato a scattare foto per sostenere la causa, ne ha fatto una questione di stato! Ne è scaturita una discussione che si poteva benissimo evitare se solo in lui ci fosse stata la volontà di adeguarsi, almeno per una volta, a delle decisioni cui non aveva partecipato. Subito è scattata la campagna antifemminista, inutile dirlo! Le donne sono state accusate di atteggiamenti talebani (sigh), sono state definite nazifemministe (!), hanno insomma iniziato a triturare fango perché oggi così va di moda: non condivido quindi ti distruggo attraverso i social.

Ancora una volta ci siamo dimostrate compatte e solidali. Il corteo, seppure in ritardo, si è snodato come serpentone in modo magnifico, senza perdere di vista i suoi obiettivi.

Tutelare la donna in primis, da un punto di vista giuridico, sanitario ma non perché la si vuole vestire di vittimismo, ma semplicemente per accedere ai propri diritti in quanto cittadina e contribuente di uno stato, né più né meno dell'uomo.

Lotta al Ddl Pillon, perché non solo penalizza ulteriormente la donna, ma penalizza fortemente i minori e in più rafforza interessi di categoria.

Contrastare sempre più la deriva reazionaria dell'attuale governo, che non sa più che inventarsi per riportare indietro l'Italia di decine e decine di anni!

Infine per promuovere una nuova cultura, una cultura dell'identità di genere ma anche della parità dei diritti, partendo dalle piccole comunità, dal proprio ambiente di lavoro, come ben ricordano i sindacati confederati nel loro documento, emesso in occasione del 25 Novembre: "Come uomini militanti e dirigenti di Cgil Cisl Uil abbiamo sempre sostenuto con forza la difesa, la tutela e la promozione dei diritti civili delle donne, anche attraverso la definizione di norme a favore della salute, della conciliazione dei tempi di vita e corresponsabilità genitoriale. È necessario un forte e quotidiano impegno civile, culturale e politico quotidiano anche di noi uomini, in una più stretta e positiva relazione con le donne, così come il battersi per la certezza della pena per chi - a casa, sul lavoro, per la strada - fa violenza sulle donne o contro qualsiasi tipo di discriminazione nei luoghi di lavoro. Vogliamo continuare e rafforzare l'impegno sindacale nella contrattazione per definire strumenti che favoriscano le pari opportunità e determinino l'emersione e la conseguente eliminazione di atteggiamenti discriminatori. Lasciamoci alle spalle anni di "perbenismo maschile" e costruiamo un nuovo, esplicito costume civile e politico fondato sul riconoscimento e valore della diversità e sulla parità fra i generi, contro ogni retaggio maschilista, machista o omofobo ed ogni forma di violenza di genere, sia fisica sia psicologica. Per questo, domenica 25 appuntiamo sui nostri vestiti un fiocchettino bianco, simbolo internazionale della lotta contro la violenza sulle donne".

La città di Salerno è stata ben rappresentata dall'Assemblea permanente delle donne di Salerno e provincia. Una realtà nuova nel porsi, offrirsi alla società come polo culturale alternativo all'omologazione imperante, orientata al rispetto e all'attuazione della Carta Costituzionale, fortemente determinata sull'autodeterminazione della donna,in ogni ambito, per tutto ciò che riguarda il suo esistere.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Galleria Fotografica

rank:

Cultura, Eventi & Spettacoli

Cava de' Tirreni: torna l'evento "Pianesi in Maschera"

Domenica 23 febbraio, a partire dalle 16.00, nell'atrio della scuola Alessandro Della Corte ai Pianesi, è in programma la 33esima edizione di Pianesi in Maschera, organizzata dall'Associazione San Gaetano ai Pianesi ed il CSI - Cava de'Tirreni, con il patrocinio del Comune di Cava de'Tirreni. La giornata...

Carnevale Epomeo 2020: presenti anche gli Sbandieratori del borgo San Nicolò di Cava

Ci saranno anche gli Sbandieratori del borgo San Nicolò di Cava de' Tirreni alla quarta edizione del Carnevale Epomeo 2020 che prenderà il via il prossimo 22 febbraio. Le esibizioni avranno luogo nei giorni 22 e 23 febbraio 2020. Presenta: Ciro Bernardo. IL PROGRAMMA: Domenica 16 Febbraio: Presentazione...

Serata dantesca a Cava de' Tirreni con lo spettacolo "Viva Dante"

di Angela Vitaliano Serata dantesca al Complesso Monumentale di San Giovanni a Cava de' Tirreni il 9 febbraio, con lettura di dieci canti (I, II, III,V, VI, X, XIII,XXVI, XXXIII, XXXIV) scelti dalla vulcanica Geltrude Barba, regista dello spettacolo "Viva Dante". Quattro microfoni defilati e un video...

Cava de’ Tirreni: il liceo “De Filippis Galdi” alla settimana della lingua e cultura greca  

Una settimana dedicata alla cultura greca, dal 9 al 15 febbraio, per coinvolgere le istituzioni e le scuole in una corale riflessione sulla presenza incisiva del greco nel nostro vivere civile, nella nostra storia locale e nella vicenda europea. L'evento, ideato dal professor Jannis Korinthios, docente...

Cava de’ Tirreni, il Liceo "De Filippis Galdi” alla Settimana della lingua e cultura greca

Una settimana dedicata alla cultura greca, dal 9 al 15 febbraio, per coinvolgere le istituzioni e le scuole in una corale riflessione sulla presenza incisiva del greco nel nostro vivere civile, nella nostra storia locale e nella vicenda europea. L'evento, ideato dal professor Jannis Korinthios, docente...