Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Anselmo vescovo

Date rapide

Oggi: 21 aprile

Ieri: 20 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaTurbativa ordine pubblico denunciati 20 ultrà

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Turbativa ordine pubblico, denunciati 20 ultrà

Scritto da (admin), mercoledì 23 maggio 2007 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 23 maggio 2007 00:00:00

Corteo non autorizzato e turbative dell'ordine pubblico: sono queste le accuse mosse dalla Polizia nei confronti di 20 tifosi della Cavese, identificati e poi denunciati nel corso del corteo di piazza inscenato in occasione dell'ultima gara di campionato tra la compagine di Campilongo ed i cugini della Salernitana. Gli uomini del Commissariato, diretto dal vicequestore Pietro Caserta, hanno segnalato all'autorità giudiziaria i 20 ultras (si tratterebbe di volti già noti alle Forze dell'Ordine per fatti legati alla violenza negli stadi), nei confronti dei quali sono in corso le procedure per l'adozione dei provvedimenti Daspo (divieto di accesso agli stadi).

Nonostante il clima festoso del corteo e l'assoluta mancanza di scontri, gli investigatori si sono visti costretti, data la normativa in vigore, a procedere all'identificazione e poi alla denuncia di alcuni dei partecipanti. A finire nella rete della giustizia ci sarebbero, tra gli altri, coloro che non solo hanno preso parte al corteo, ma hanno anche acceso materiale pirotecnico. Il tutto senza regolare autorizzazione, con l'aggravante di turbare l'ordine pubblico.

Come si ricorderà, per quella giornata di campionato il prefetto aveva disposto di far giocare l'incontro, indicato come gara a rischio 3 (massimo livello di rischio), a porte chiuse. Il provvedimento, accolto con rammarico da dirigenza e tifosi, aveva provocato forti polemiche, culminate nella serata di venerdì con l'incendio di cassonetti da parte di alcuni tifosi. Quanto basta per far programmare un oculato servizio d'ordine, con un forte dispiegamento di agenti non solo allo stadio "Simonetta Lamberti", ma anche in altri punti caldi, come Piazza San Francesco. E proprio in prossimità della Chiesa della Madonna dell'Olmo, arteria che collega Cava a Salerno, si era radunato un gruppo di tifosi intenti a sbeffeggiare le auto che provenivano o erano dirette a Salerno.

Secondo la ricostruzione fornita dagli inquirenti, un gruppo di ultras della Cavese, senza regolare autorizzazione, ha dato vita ad un corteo lungo le strade cittadine con lo scoppio di materiale esplosivo (episodio verificatosi anche in concomitanza della rete della Cavese). La manifestazione ha impegnato gli agenti delle volanti, che hanno provveduto ad identificare i partecipanti. Sono continuate così le indagini, culminate con la segnalazione all'autorità giudiziaria e conseguente denuncia. Le valutazioni dei soggetti denunciati non sono terminate. Sono in corso, infatti, le procedure che potrebbero portare all'emissione dei provvedimenti di Daspo, con l'"interdizione" dagli stadi di calcio.

La notizia è stata accolta con disappunto dagli ambienti vicini alla tifoseria, che tendono a sottolineare il clima di festa che ha accompagnato il corteo in questione. «Non si può fare di tutto un'erba un fascio - dicono i tifosi - È giusto usare la mano pesante nei confronti dei violenti, ma non ci si può beccare una denuncia perché si è scesi in strada ad esprimere la nostra gioia. In questi giorni abbiamo organizzato una bella manifestazione per una raccolta fondi a scopo benefico, di questo pochi parlano».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...