Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Gennaro vescovo

Date rapide

Oggi: 19 settembre

Ieri: 18 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaTraffico di rifiuti "La Doria" arresti e sequestri anche a Cava

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua. Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera Amalfitana La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Traffico di rifiuti "La Doria", arresti e sequestri anche a Cava

Scritto da La Redazione (admin), martedì 25 gennaio 2011 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 25 gennaio 2011 00:00:00

9 persone arrestate, 11 indagate, sequestrati un laboratorio di analisi, 2 impianti di recupero dei rifiuti speciali e 58 veicoli. E’ il bilancio dell’operazione condotta dai Carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Salerno a carico dell’azienda conserviera “La Doria spa” di Angri, con stabilimenti anche a Sarno e Fisciano.

Smaltimento illecito dei rifiuti prodotti durante la lavorazione del pomodoro grazie a false certificazioni di un “compiacente” laboratorio di analisi ed alla “disponibilità” di autotrasportatori ed aziende d’intermediazione. E’ questo il teorema accusatorio elaborato dalla Procura di Napoli - Sezione reati ambientali, ed in particolare dal procuratore capo Giovandomenico Lepore, che ha portato all’arresto ieri di 9 persone, tra le quali il direttore generale dell’azienda conserviera, Andrea Ferraioli. Indagato a piede libero invece Antonio Ferraioli, legale rappresentante della Doria.

Secondo l’accusa, nel periodo compreso tra il luglio 2008 e l’ottobre 2009, nell’ambito delle campagne di trasformazione del pomodoro eseguite dalla Doria nei suoi tre stabilimenti di Angri, Sarno e Fisciano, era stata messa in piedi un’attività organizzata per il traffico illecito dei rifiuti. In particolare, ingenti quantitativi di rifiuti speciali non pericolosi, vale a dire “fanghi prodotti da operazioni di lavaggio, pulizia, sbucciatura, centrifugazione e separazione di componenti”, sarebbero stati raccolti e trasportati presso impianti non idonei.

Il tutto - sempre secondo la Procura - grazie a falsi certificati di analisi redatti dal laboratorio “Geisa”, sito in via S. Leonardo a Salerno, che avrebbe provveduto a certificare una classificazione diversa del tipo di rifiuti, consentendo così alla Doria di smaltire i rifiuti in maniera molto più economica, portandoli nei siti ora sotto sequestro e non in appositi impianti di compostaggio, dove invece sarebbero dovuti finire in base a quanto emerso dalle analisi eseguite dall’Arpac.

Pesanti i provvedimenti adottati dal Gip del Tribunale di Napoli, che ha disposto il sequestro del laboratorio di analisi “Geisa” di Salerno, dell’impianto di rifiuti speciali in via Cimitero a Cava de’ Tirreni, condotto dalla Edil Cava, di una cava a Cerignola, in provincia di Foggia, e di 58 veicoli tra motrici, trattori stradali e rimorchi appartenenti a 4 aziende di trasporti, rispettivamente di Sant’Egidio del Monte Albino, Castelvolturno, Casapesenna e San Marcellino.

Applicata poi la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di 9 persone, 2 delle quali cavesi: Giuseppe Milito, 46 anni, legale rappresentante e gestore della Edil Cava srl, e Susanna Cuomo, 41 anni, procuratore dello stabilimento Doria di Fisciano, con delega per il rispetto della normativa in materia di smaltimento dei rifiuti. In carcere sono finiti anche il 56enne Andrea Ferraioli di Angri, amministratore delegato della Doria spa, il 58enne Giuseppe Dinisi di Cerignola, il 60enne Giuseppe Cuomo di Caserta, il 57enne Sergio Amato di Napoli, il 53enne Gaetano Di Dio di Mercogliano, il 46enne Giovanni D’Ambrosio di Baronissi ed il 44enne Luigi Sorrentino di Salerno. Tutti gli arrestati sono stati condotti presso la Casa circondariale di Poggioreale, in attesa degli interrogatori di garanzia.

Risultano, inoltre, indagate a piede libero altre 11 persone: il 56enne Antonio Ferraioli, amministratore delegato della Doria, il 44enne Carmine Calvanese, il 39enne Michele Staiano, il 42enne Paolo Fontana, la 25enne Antonietta Orefice, il 71enne Luciano Ventrone, il 38enne Luigi Ucciero, il 45enne Andrea Ruotolo, il 52enne Paolo Esposito, il 51enne Andrea De Simone ed il 38enne Nicola Costanzo.

La difesa della Doria: «Abbiamo sempre rispettato la legge»

«Nessun illecito è stato commesso e sarà presto dimostrato nelle sedi giudiziarie», recita un comunicato diffuso dall’azienda conserviera “La Doria”, la cui linea difensiva è prevalentemente affidata ad una perizia giurata, già depositata al Tribunale di Nocera Inferiore, nella quale si descrivono le procedure adottate per il tipo di rifiuto da smaltire.

«Certa di aver operato secondo i principi di buona fede, di rispetto della normativa vigente e di tutela ambientale - continua il comunicato - la Doria ripone la massima fiducia nell’operato della magistratura e confida in una rapida conclusione della vicenda con l’archiviazione, ma non può fare a meno di stigmatizzare l’enorme sproporzione tra i provvedimenti adottati oggi e l’ipotesi di reato contestato. L’azienda ha presentato attraverso i suoi legali immediata richiesta di riesame al tribunale del Riesame di Napoli, con la motivazione della mancanza dei presupposti alla base della misura cautelare. La società esprime inoltre solidarietà e piena fiducia nell’operato dei dirigenti interessati dal provvedimento restrittivo. La Doria è da sempre portatrice dei valori di integrità e correttezza nell’operato industriale, prioritariamente nell’interesse dei consumatori, dei cittadini e degli azionisti, secondo l’impegno sancito nel proprio Codice Etico».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Podista di Salerno stroncato da infarto a Vietri: aveva 68 anni

Un podista 68 enne di Salerno è stato stroncato da un infarto ieri mattina dopo aver raggiunto Vietri sul Mare per una passeggiata salutare. Giannino Tuberosa, dopo aver preso un caffè in un bar lungo la strada stava rientrando verso casa quando è stato colto probabilmente da un infarto che non gli ha...

Molesta donna in metro: arrestato prete 73enne

Ha molestato una donna in metro, ma lei lo ha inseguito e lo ha fatto arrestare dalla polizia. E' accaduto stamattina a Roma alla stazione Termini. L'uomo, un 73enne inglese, è stato bloccato da una pattuglia del commissariato Villa Glori e ha anche opposto resistenza. E' stato arrestato con le accuse...

Selfie finisce in tragedia: 15enne precipita dal tetto e muore

Una bravata finita in tragedia: ieri sera intorno alle 22:30 un ragazzo di 15 anni, A.B., è salito con tre amici sul tetto del centro commerciale Sarca di Sesto San Giovanni, nel Milanese, per scattarsi un selfie, ma all'improvviso è precipitato da un'altezza di 25 metri, finendo all'interno di una condotta...

Tragedia a Cava de' Tirreni: anziano trovato morto in località Badia

Tragedia questo pomeriggio a Cava de' Tirreni dove un anziano è stato trovato morto in località Badia. R.R., queste le sue iniziali, non era ritornato per pranzo. La sua assenza aveva preoccupato i familiari che subito si erano messi sulle sue tracce, trovandolo poi privo di vita nel vallone Bonea, nei...

Camorra a Cava de' Tirreni, indagato anche l'ex Cavese Eziolino Capuano

C'è anche Eziolino Capuano tra gli indagati dell'inchiesta Dda di Salerno che ieri mattina ha smantellato tre gruppi criminali proprio a Cava de' Tirreni (clicca qui per approfondire). L'ex allenatore della Cavese, al momento disoccupato, è indagato dalla Dda con l’accusa di aver reso dichiarazioni false...