Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniCronacaTentata estorsione 4 arresti

Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Tentata estorsione, 4 arresti

Scritto da (admin), mercoledì 2 gennaio 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 2 gennaio 2008 00:00:00

Da Acerra a Cava de'Tirreni per tentare un'estorsione ad un imprenditore napoletano che sta costruendo dei parcheggi interrati, con al di sopra dei giardini, nella città metelliana. 4 gli arrestati, due dei quali ritenuti affiliati al clan Crimaldi di Acerra, nell'operazione "Strike" dei Carabinieri cavesi. A finire in manette Crescenzo De Rosa di 32 anni (detto "'o cafone"), Salvatore Rossi di 30 anni - due esponenti di spicco del clan Crimaldi, come li ha definiti il maggiore Massimo Cagnazzo, comandante la compagnia dell'Arma a Nocera Inferiore - Giovanni Foresta di 36 anni ed il moldavo Alessandro Vornicov di 27 anni, tutti residenti ad Acerra.

Il 21 dicembre scorso, un costruttore - la cui ditta ha sede legale a Napoli e quella operativa nella provincia partenopea - ha ricevuto presso il suo cantiere di Cava una richiesta estorsiva di 10mila euro, per garantirgli un tranquillo prosieguo dei lavori. Dopo tre giorni, lo stesso imprenditore (il cui nome è riservato per motivi di sicurezza) ha ricevuto una telefonata negli uffici della sua sede operativa con la medesima richiesta di pizzo. Il 26 dicembre, il coraggioso titolare d'impresa si è presentato ai Carabinieri di Cava ed ha denunciato quanto gli stava accadendo. Gli uomini del maresciallo Paolo Mannino, con le sole forze della Stazione, hanno iniziato le indagini. Nella mattinata del 31 dicembre scorso, in via XXV Luglio, i Carabinieri si sono appostati mentre in strada c'era l'imprenditore in attesa degli estorsori. Da una Volvo con 4 persone a bordo sono scesi due uomini (Crescenzo e Rossi), che si sono avvicinati e poi appartati con la vittima. A questo punto i militari sono intervenuti ed hanno bloccato i 4 di Acerra.

Le indagini, dirette dal pm Cassaniello della Procura di Salerno, continuano per accertare se gli arrestati abbiano commesso altre estorsioni a Cava o in altri Comuni e se abbiano complici. Durante la conferenza stampa di ieri mattina, i Carabinieri hanno escluso che gli attentati di queste settimane perpetrati nella città metelliana abbiano a che fare con la tentata estorsione scoperta il 31 dicembre, né che per quest'ultima ci sia un basista cavese. I 4 acerrani arrestati sono conosciuti alle Forze dell'Ordine. De Rosa e Rossi hanno precedenti di Polizia e sono ritenuti affiliati al clan Crimaldi, organizzazione tra le protagoniste della sanguinosa guerra di camorra degli anni '90 nella provincia di Napoli.

Il 20 dicembre scorso, un giorno prima del tentativo di estorsione a Cava, i Carabinieri di Castello di Cisterna hanno arrestato ad Acerra 4 presunti affiliati al clan Crimaldi (tre acerrani ed un tunisino) per un analogo episodio ai danni di un imprenditore lattiero-caseario di Caserta, mentre nelle stesse ore, ma per motivi diversi, è stato fermato dalla Polizia Cuono Crimaldi di 53 anni, ritenuto capo dell'organizzazione. L'estorsione tentata dai 4 arrestati è detta del tipo "light", leggera. Pochi soldi da chiedere a più imprenditori (sui 10mila euro) per scoraggiarli dal rivolgersi ai Carabinieri, somme di denaro che qualche vittima recupera con la soprafatturazione nella sua attività. Questa volta gli estorsori si sono trovati di fronte ad un coraggioso costruttore e ad una brillante operazione dei Carabinieri.

Il sindaco: «Il Comune parte civile nel processo»
Un plauso alle Forze dell'Ordine ed in particolare ai militari dell'Arma ed una dichiarazione di guerra contro i malavitosi del Napoletano e dintorni che cercano di attaccare la città. È questo in pillole il contenuto delle dichiarazioni rilasciate dal sindaco Luigi Gravagnuolo e dall'assessore alla Sicurezza, Alfonso Senatore, nel corso della conferenza stampa programmata per diramare le notizie sugli arresti dei 4 presunti estorsori. Nonostante il giorno di festa, il primo cittadino ed il delegato alla Sicurezza non sono voluti mancare a quella che da loro stessi viene definita come un'operazione importante dal punto di vista repressivo, vista la cattura di 4 malviventi, ma anche in termini di prevenzione.

«L'Amministrazione comunale - dice il sindaco Luigi Gravagnuolo - si costituirà parte civile nei processi contro i 4 presunti estorsori». Gravagnuolo ha precisato che, qualora il prosieguo dell'inchiesta dovesse portare alla scoperta della presenza di possibili basisti cavesi, l'Amministrazione userà lo stesso pugno di ferro. «Non faremo distinzioni nei confronti di questa "gentaglia"». Un plauso alle Forze dell'Ordine, ed in particolare ai Carabinieri della Stazione di Cava e della Compagnia di Nocera, arriva anche dall'assessore alla Sicurezza, Alfonso Senatore: «Eravamo certi degli ottimi risultati che a giorni le Forze di Polizia, ed in questo caso i Carabinieri, stavano per raggiungere. Non finiremo mai di ringraziarli per il loro impegno e la meticolosità che mettono nel loro lavoro».

L'ingerenza della malavita partenopea nel territorio cavese era saltato fuori già da diversi mesi, in particolare dall'estate scorsa, quando in città si è registrata una lunga striscia di attentati incendiari. Lo stesso sindaco Gravagnuolo aveva rassicurato più volte la cittadinanza, confidando nel buon lavoro delle Forze di Polizia e della magistratura, chiedendo peraltro una maggiore collaborazione da parte delle vittime. «Non vorrei essere confuso con Alì, quel ministro dell'Informazione del regime di Saddam che a Bagdad, con le truppe americane sotto il balcone, affermava che l'esercito iracheno aveva ricacciato indietro l'invasore - aveva detto Gravagnuolo - Eppure, devo confermare che i dati generali sulla sicurezza in città sono confortanti. Certo, c'è una banda che cerca di conquistare terreno per pratiche estorsive. Confido che presto tutti i componenti saranno assicurati alle patrie galere».

L'isola felice non è scomparsa, secondo Alfonso Senatore: «Io non ho paura di far uscire le mie figlie di sera, ci sono fatti che rientrano nella fisiologia di una comunità. Si tratta di malanni, non certo di un cancro che attanaglia, corrode e soggioga una comunità. La sicurezza è una cosa seria, sulla quale c'è bisogno di un lavoro continuo ed assiduo, ed è quello che la nostra Amministrazione sta facendo. Nessun allarmismo sociale, ma massima attenzione. Abbiamo fiducia nella magistratura e nelle Forze dell'Ordine, dalle quali ci attendiamo delle risposte veloci ed efficaci per stroncare sul nascere ogni velleità di qualche malintenzionato».

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Cava, morte imprenditore Giliberti: condannati tre medici

Confermata la condanna in secondo grado per i medici coinvolti nell'inchiesta per la morte dell'imprenditore conciario Eugenio Nunziante Giliberti, deceduto, il 4 giugno 2009, a Cava de' Tirreni. L'accaduto risale al 2008, quando il 52enne si sottopose, dopo i dovuti accertamenti, all'operazione per...

Maiori, incidente stradale a Capo d’Orso: coinvolti scooter e moto

Incidente stradale a Maiori, nei pressi di Capo d'Orso, dove un centauro si è scontrato contro un auto. L'episodio, avvenuto intorno alle 13 di oggi, ha causato la caduta di altre due moto. A causare il tutto un centauro di Cava de' Tirreni che, in compagnia di alcuni amici, era arrivato in Costiera...

Yacht in avaria al largo di Amalfi, problemi per Berlusconi. malore a uomo scorta

Nessun problema a yacht Berlusconi in Costiera, malore per uomo scorta Avaria in mare per uno dei due motori dello yacht su cui era imbarcato Silvio Berlusconi, partito stamani da Amalfi, dopo i festeggiamenti di ieri a Ravello, per raggiungere il pontile di Lacco Ameno, a Ischia. Secondo quanto si è...

Cava de’ Tirreni: rubavano automobili, arrestati tre cavesi

Sono stati arrestati, questa mattina, 13 ottobre, tre cittadini residenti a Cava de' Tirreni per aver rubato nel settembre scorso due automobili e tentato senza successo di impossessarsi di una terza vettura. Ad eseguire l'ordinanza di misura cautelare personale emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari...

Raid teppistico a Cava de’ Tirreni: danneggiate una decina di auto

Raid vandalico, due notti fa, fa a Cava de' Tirreni a danno di una decina di auto parcheggiate. Immediatamente sono scattate le verifiche da parte delle forze dell'ordine. Gran parte del rai si è concentrato lungo la strada nazionale che da via Principe Amedeo, all'altezza della Chiesa Santa Maria dell'Olmo,...