Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaSparatoria sulla statale 18

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Sparatoria sulla statale 18

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 6 novembre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 6 novembre 2001 00:00:00

Mozzafiato l'inseguimento che nel tardo pomeriggio di ieri si è reso necessario per bloccare due noti pregiudicati dell'Agro, che hanno eluso un posto di blocco della polizia. Protagonisti della rocambolesca vicenda gli agenti della Polizia di Stato dei Commissariati di Cava de' Tirreni e Nocera Inferiore, che in una fulminea e sinergica operazione di controllo del territorio hanno messo a segno un'importante operazione. Sono, infatti, riusciti a stringere le manette attorno ai polsi di uno dei malviventi, Salvatore Oliveto, e avrebbero già identificato il suo compare, che è riuscito, però, a darsi alla macchia. Le indagini sono, chiaramente, ancora in corso e non è da escludere che già nelle prossime ore anche l'altro uomo venga arrestato. La dinamica della vicenda ha davvero dell'incredibile: prima di schiantarsi contro un muro a Nocera Inferiore, infatti, i due malviventi hanno fatto il giro di tutta la città di Nocera Superiore, nonostante i numerosi colpi di pistola esplosi in aria dai poliziotti a scopo intimidatorio. Ma procediamo con ordine.

Erano le cinque

Erano appena trascorse le cinque del pomeriggio di ieri quando due agenti in borghese, su un'auto civetta del commissariato di Cava de' Tirreni, hanno intercettato, lungo la statale 18, in territorio di Nocera Superiore, due noti pregiudicati di Nocera Inferiore. I due, già noti alle forze di polizia, viaggiavano a bordo di una Fiat Uno, risultata poi rubata, in direzione di Nocera Inferiore. Non è confermato, ma pare che fossero stati individuati come gli autori di uno scippo messo a segno poco prima a Cava. Certo è che, nell'intento di eseguire un normale controllo, gli agenti di Polizia hanno intimato l'alt ai due uomini, i quali, senza pensarci troppo, si sono dati alla fuga. Hanno invertito bruscamente il loro senso di marcia e hanno cominciato una folle gimcana a tutta velocità tra le auto paralizzate nel traffico dell'ora di punta. Hanno percorso la statale 18, in direzione di Cava, tagliando per Camerelle e immettendosi nel centro abitato di Nocera Superiore. Hanno percorso Via Pecorari, Via Vincenzo Russo, via Mazzini e via San Pietro, nell'intento di reimmettersi sulla Nazionale il più vicino possibile al Borgo Vescovado di Nocera Inferiore, dove entrambi risiedono, sempre tallonati dalla Polizia. Ignorando i colpi di pistola, le segnalazioni con la paletta e le sirene spiegate, i due hanno continuato a correre in pieno centro cittadino, mettendo a repentaglio la vita dei passanti. Nel mentre, il numero delle pattuglie lanciate al loro inseguimento è salito a sei. All'auto civetta di Cava si sono aggiunte due pattuglie inviate dal vice questore Sebastiano Coppola ed altre tre con a bordo gli uomini agli ordini del vice questore di Nocera Inferiore, Antonio Maione (nella foto). Una volta accerchiati nuovamente sulla Nazionale, i due balordi hanno cercato di mettere a punto l'ultimo tentativo di fuga, imboccando una stradina secondaria, che li avrebbe condotti tra i prefabbricati pesanti situati al Borgo Vescovado di Nocera Inferiore. Ma il maldestro tentativo di sfuggire alle gazzelle della polizia ha fatto sì che l'auto sbandasse, finendo così contro un muro.

La refurtiva

Prima di essere braccati dalle gazzelle, però, stando alle testimonianze di alcune persone che sostavano davanti ad un bar situato sulla Nazionale, i due si sarebbero disfatti di un fagotto, gettandolo in tutta fretta nel torrente Cavaiola. Potrebbe trattarsi della refurtiva del loro ennesimo colpo, di un'arma o addirittura di droga. Tutte ipotesi al vaglio degli inquirenti, che, per il momento, non aggiungono altro. Terminata miseramente per i due balordi la folle corsa che ha messo in subbuglio e seminato il panico in tutta la città, sono scattate immediatamente le manette per il nocerino pluripregiudicato Salvatore Oliveto. Il suo complice, sulla cui identità gli inquirenti non si sono ancora pronunciati, è riuscito a fuggire. Gli investigatori, sia sul fronte nocerino che su quello cavese, hanno dichiarato di essere sulla buona strada e contano di mettere a segno il secondo arresto in breve tempo.

Quel fagotto nella Cavaiola

Hanno scandagliato un lungo tratto del torrente Cavaiola i vigili del Fuoco del distaccamento di Nocera Inferiore nel tardo pomeriggio di ieri. Per ore hanno cercato di rinvenire il fagotto che, a detta di alcuni testimoni oculari, i due pregiudicati, inseguiti per tutta la città di Nocera Superiore dalla polizia, avrebbero gettato nel torrente alla vista dell'auto civetta posteggiata all'altezza del mobilificio Martorelli. Poco o nulla si sa di questo particolare della vicenda, che ha tenuto con il fiato sospeso tutta la città di Nocera Superiore e ha seminato il panico lungo le principali vie cittadine, percorse dai malviventi inseguiti dagli uomini dei due principali commissariati della zona: Cava de' Tirreni e Nocera Inferiore. Potrebbe trattarsi di un fagotto contenente un'arma o semplicemente la refurtiva di uno dei tanti colpi messi a segno dai due pregiudicati. Le loro precedenti condanne, infatti, sarebbero inerenti a reati contro il patrimonio, quindi furti e rapine improprie. Niente avrebbero a che vedere, fino a questo momento, con il mondo della droga a cui in un primo momento si era fatto cenno per giustificare la folle fuga dei due nocerini. Non bisogna dimenticare, però, che anche l'auto sulla quale i due viaggiavano è risultata rubata, proprio a Cava, qualche mese fa.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Cavai, incendio nell'ex campo containers di San Pietro: si indaga

Paura a Cava de' Tirreni, dove, poco prima delle 1:00, si è verificato un incendio nell'ex campo containers della frazione San Pietro. Come riporta RTC Quarta Rete a bruciare è stato lo scheletro di un prefabbricato che, già da diversi mesi, era stato abbandonato alle spalle del campo sportivo. Sul posto...

Operazione antidroga a Vietri: 23enne con cocaina e bilancini in casa, arrestato

Operazione antidroga dei Carabinieri a Vietri sul Mare che ieri, al termine di un'attenta attività d'indagine hanno tratto in arresto un giovane del posto per possesso di un cnsiderevole quantitativo di droga. A.V., classe '94, aveva in casa circa 23 grammi di cocaina, sette piante di cannabis e 400...

Incidente in autostrada, muore 32enne di Cava de’Tirreni

Un drammatico incidente stradale si è verificato questa notte sull'Autostrada del Sole lungo la corsia sud dell'A1 in territorio di Roccasecca nel Frusinate. Per cause ancora da accertare, un 32enne di Cava de' Tirreni ha perso il controllo del furgone e si è schiantato contro un tir. L'impatto è stato...

Sal De Riso, battaglia legale contro il fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo - al di là del fatto che sia il cognome in comune con un parente -, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...