Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Stefano re d'Ungheria

Date rapide

Oggi: 16 agosto

Ieri: 15 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Discover Positano - Visit Positano Amalficoast - the ultimate Positano web portal - Tourism in Positano - Positano Amalficoast Holiday

Tu sei qui: SezioniCronacaSoldi falsi i negozianti denunciano altri casi

Eventi musica live a Le Nereidi di Amalfi - La notte in Costiera Amalfitana dal 12 al 19 agosto 2017 Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Edizione 2017 del Ravello Festival www.ravellofestival.com Aspettando Gusta Minori gli eventi in calendario a Minori in Costiera Amalfitana Offerta pellet a prezzo eccezionale, 15kg a meno di 4 euro al kg. Clicca sul banner per maggiori info Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Soldi falsi, i negozianti denunciano altri casi

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 23 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 23 ottobre 2001 00:00:00

È allarme tra i commercianti. Sono scattate le manette: gli agenti del commissariato locale hanno arrestato la prima pedina di una presunta banda di falsari. E dietro questa vicenda ci sarebbe l'ombra della malavita organizzata, che avrebbe taglieggiato gli autori delle truffe e gestito il traffico delle banconote false. Dalle indagini dei mesi scorsi viene fuori che ci sarebbero altri personaggi in veste di acquirenti, sicuri di piazzare in giro per i negozi della provincia soldi «ritoccati», naturalmente ben inseriti in un sistema che farebbe fruttare buoni guadagni: si parla di milioni.

L'inchiesta

L'inchiesta è stata portata avanti dagli uomini della polizia locale, diretti dal vicequestore Sebastiano Coppola (nella foto in alto), coadiuvati dagli agenti del commissariato di Nocera Inferiore. Secondo gli investigatori la banda riusciva a smerciare biglietti da centomila in diversi negozi delle strade, subito in prossimità del corso principale. Come? Tre i sistemi che sarebbero stati scoperti: negozi particolarmente affollati dove erano possibili acquisti anche al di sotto delle 100mila lire, abiti e modi distinti ed una polverina, impercettibile, con cui cospargere i soldi e renderli così a prova di controllo. Dietro il giro ci sarebbe, secondo gli inquirenti, l'ombra di un'organizzazione. Tenendo sotto controllo i piccoli falsari, sarebbero venute fuori altre tracce. Primo, l'interesse della malavita a mantenere un certo controllo sul traffico di soldi. Secondo, altre comparse, falsari che avrebbero avuto lo stesso compito di piazzare le banconote, costretti forse a pagare il pizzo per comprarsi il via libera. Pronti già per il prossimo colpo.

Gli indizi

E ci sarebbero anche le prove, piccoli indizi a disposizione della polizia: le banconote sequestrate sabato scorso addosso a Gioacchino Misciascio (nella foto al centro) - il falsario riconosciuto da alcuni commercianti cavesi - la polvere ritrovata a casa, gli appostamenti, i tabulati sono gli elementi di prova. Ci sono, inoltre, i verbali dei testimoni, un paio di raffronti con foto segnaletiche. Sarebbero più di 5 i commercianti che avrebbero contribuito a comporre i pezzi del mosaico che inchioderebbero la gang. Sarebbe stato il titolare di un negozio di elettrodomestici ad aver riconosciuto l'uomo che si presentò al bancone per un acquisto. C'è, poi, la titolare di una rivendita di telefoni cellulari. È lei ad aver fornito elementi sulla corporatura e l'accento, quella voce che per qualche minuto le parlò per rifilarle un centone falso. E poi altre testimonianze. Ma l'elemento più interessante, che gli investigatori ritengono possa far pensare alla possibilità che l'uomo stesse per compiere un altro colpo, riguarda le dieci banconote da centomila lire trovategli addosso. Si tratta di biglietti cosparsi di polvere di minio di piombo per eludere i controlli da parte dei commercianti che utilizzano lampade fluorescenti. Proprio nel suo appartamento al centro di Nocera Inferiore è stata rinvenuta la polverina, che dall'esame è risultata minio di piombo. Questo particolare, nascosto in uno dei suoi cassetti, dimostrerebbe che l'uomo stava per compiere un altro colpo.

I commenti

Nessuna sorpresa nel mondo del commercio. «Non è una novità - interviene Luigi Trotta, presidente dell'Ascom (nella foto in basso) - Di questo tipo di truffa ne ho avuto notizia qualche mese fa e poi ancora l'anno scorso. Sono senz'altro fatti sporadici e non certo ravvicinati. I malviventi cercano di colpire di sorpresa quando la soglia di attenzione è bassa». Colpire, fare un giro in un'altra zona per poi ritornare al punto di partenza, come si fa per il gioco dell'oca. Certo, l'arresto di sabato ha fatto ritornare rosso l'allarme, anche se ha messo in evidenza una fruttuosa collaborazione tra agenti e commercianti, conclusasi con un punto a favore. Le associazioni di categoria cercano di correre ai ripari. «Tenere alta la soglia di attenzione - raccomanda Trotta - È impossibile ricostruire l'identikit del falsario di professione». Un nuovo pericolo sarebbe in agguato: il cambio delle lire in Euro.

Galleria Fotografica

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Cronaca

Incendio su colline di Croce e San Liberatore, fumo invade la A3: traffico in autostrada tra Vietri e Cava [FOTO]

Il vasto incendio sviluppatosi da stamani sulle colline di Croce e San Liberatore, tra Vietri sul Mare e Cava de' Tirreni sta causando, in queste ore, disagi alla viabilità sull'Autostrada A3 Napoli-Salerno, all'altezza dell'uscita di Vietri sul Mare. Una densa nuvola di fumo ha invaso l'arteria: si...

Ferragosto di fuoco, fiamme tra Vietri e Cava su Monte San Liberatore [FOTO]

Torna a bruciare la Costiera Amalfitana. Non si ferma la mano criminale dei piromani, nemmeno a Ferragosto. Dopo le devastazioni dei giorni scorsi, in queste ore le fiamme sono tornate a divorare la vegetazione delle nostre montagne. L'ultimo incendio, in ordine di tempo, stamani a Monte San Liberatore,...

Cava de’ Tirreni, parcheggiatori abusivi: cittadini sempre più indignati

Non si fermano le segnalazioni da parte dei cittadini sui parcheggiatori abusivi. Durante il weekend, infatti, sono sempre di più i posteggiatori illegali che bazzicano nelle zone calde della movida metelliana, approfittando dell'inesperienza dei numerosi giovani provenienti da fuori città. Quello dei...

Cava de' Tirreni: riprende vigore incendio su Monte Finestra

Non dà tregua l'emergenza incendi a Cava de' Tirreni. Dopo giorni di apprensione per quello che ha interessato Monte Sant'Angelo, stamattina - intorno alle 11 - ha ripreso vigore l'incendio nei pressi della vetta nord di Monte Finestra, a 900 m circa sul livello del mare. Tempestivi i soccorsi aerei,...

Tramonti, domato incendio su Monte Sant’Angelo. Sotto controllo anche il versante di Cava. Le immagini di un disastro

Sono state finalmente domate le fiamme del vasto incendio che, partito nella giornata di martedì scorso dalla località Contrapone di Cava de' Tirreni, con il passare delle ore, complice le forti folate di vento, la siccità di questi mesi ma, soprattutto, un eccessivo ritardo nell'intervento dei mezzi...