Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaSequestro Antonelli in manette i colpevoli

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Sequestro Antonelli, in manette i colpevoli

Scritto da (admin), martedì 6 luglio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 6 luglio 2004 00:00:00

Gli offrirono una bottiglia di birra contenente una massiccia dose di sonnifero, lo convinsero a salire sulla loro auto, lo sequestrarono e lo derubarono, portandogli via oggetti d'oro e contanti. La vittima, l'ambulante Eduardo Antonelli, noto in città per la sua accesa passione per il calcio e la Cavese, fu ritrovato dalla Polizia su un ciglio di strada, stordito ed in evidente stato di choc. Ieri, a quasi 6 mesi da quella terribile mattina, gli agenti del Commissariato di Polizia locale hanno arrestato due pregiudicati cavesi - Gerardo Ferrara di 31 anni e Luigi Izzo di 40 anni - con l'accusa di sequestro di persona a scopo di rapina. Le indagini, coordinate in questi mesi dal vicequestore Sebastiano Coppola, hanno indotto l'autorità giudiziaria ad emettere un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due malviventi. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, la Polizia avrebbe accertato che i due sequestratori avevano fatto bere all'ignaro commerciante della birra, a cui era stata mescolata una forte dose di sonnifero. Dagli accertamenti, partiti subito dopo il ritrovamento dell'uomo, i poliziotti hanno scoperto che gli oggetti in oro, sottrattigli durante il sequestro, erano stati rivenduti dagli stessi rapinatori ad un negozio di Napoli. Una storia assurda, se si pensa che un furto di pochi euro poteva finire in tragedia. Ieri la notizia ha fatto il giro della città. Sotto i portici e nel campo container di San Pietro, dove l'ambulante abita, non si parlava di altro che della storia di Eduardo Antonelli. Il furgone del venditore, con l'inconfondibile scritta Eduardo, è parcheggiato davanti al prefabbricato 5, dove l'uomo vive insieme al figlio Carmine (gli altri sono Michela, Lucia, Antonio e Nicola) che lo aiuta nel lavoro. Antonelli è conosciuto da tutti per il tifo sfegatato che nutre per la Cavese e che lo ha portato negli anni passati ad utilizzare il suo furgone per accompagnare i giovani supporters biancoblù nelle trasferte della squadra. E non solo. È noto anche per la sua voce squillante, che attira le massaie quando staziona di quartiere in quartiere per vendere la frutta. Molti, purtroppo, ricordano anche la sua debolezza per l'alcool. Ed è stata proprio questa a tradirlo. Era il 23 gennaio scorso. «A casa - confida il figlio Carmine - me lo riportarono i poliziotti. Mi dissero di averlo trovato per strada, abbandonato e sotto choc». Quella mattina, come ha raccontato lo stesso Eduardo a suo figlio, lui si trovava in un'officina meccanica di Roccapiemonte, quando due giovani cavesi lo invitarono con un pretesto banale a bere della birra. «In quella bottiglia - continua il figlio - c'erano delle goccie di sonnifero. Mio padre perse i sensi e così fu derubato. Quando fu portato in ospedale, era in stato di choc ed anche quando si riprese disse di non ricordare bene le loro facce, se non a stento il volto di uno dei due banditi». La notizia dell'arresto dei due pregiudicati è stata accolta con sorpresa dalla stessa famiglia Antonelli, ormai convinta di non poter più recuperare il bottino. «Mio padre è sempre andato in giro con oggetti di valore. Credo che per questo sia stato preso di mira». Nella stessa mattinata di ieri i due arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Fuorni ed ora sono a disposizione dell'autorità giudiziaria.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale col fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo, al di là del fatto che sia un cognome in comune con un parente, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...