Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 minuti fa S. Narciso vescovo

Date rapide

Oggi: 29 ottobre

Ieri: 28 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Hotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaTerra di Limoni - Limoncello e liquori della Costa d'AmalfiLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzate

Tu sei qui: SezioniCronacaScontri a Taranto, diffidati 72 tifosi

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Scontri a Taranto, diffidati 72 tifosi

Scritto da (admin), mercoledì 3 novembre 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 3 novembre 2004 00:00:00

Più di due settimane di lavoro per un "pool ultrà" di 10 investigatori, che hanno visionato foto e filmati scattati durante gli scontri allo stadio "Iacovone" di Taranto. Sono le cifre dell'indagine della Digos del capoluogo pugliese, che ha portato alla firma di 72 ordini di diffida dai campi di calcio, di cui una ventina già notificati. Destinatari altrettanti tifosi della Cavese, che, secondo gli inquirenti, avrebbero partecipato alle scene di guerriglia scoppiate il 17 ottobre scorso prima, durante e dopo la partita. La notizia è stata ufficializzata nella mattinata di ieri dal dirigente della Digos di Taranto. Dopo le identificazioni, andate avanti per tutta la serata di quella terribile domenica (150 risultano i tifosi identificati), gli agenti della Digos hanno esaminato fotogramma per fotogramma il materiale che avevano a disposizione. Nelle 24 ore successive la Digos ha denunciato 72 ultrà per reati minori, tra cui il rilascio di false generalità. Le indagini sono poi continuate: alle denunce si sono aggiunti i provvedimenti di diffida dai campi di calcio, firmati dal questore di Taranto, che sono stati formalizzati a scaglioni. Si tratta di un divieto per 1 anno, e nei casi più gravi fino a 2 anni, dai campi di calcio, con obbligo di firma in concomitanza dell'inizio delle partite. Molti dei destinatari appartengono alle varie aree del tifo, ma non mancano i giovani senza legami con la realtà del tifo organizzato. Per lo più sono studenti, operai, ma nella lunga lista ci sono anche liberi professionisti e commercianti. Un'ingiustizia, si mormora in città. Dai racconti frammentari dei protagonisti, rimbalzati sul sito ufficiale della Cavese, si ritornerebbe a parlare di un agguato, come già era accaduto a Delianuova, e di un "Isernia bis". Da quella trasferta, infatti, arrivarono ben 60 diffide per altrettanti tifosi, che seguirono la squadra a bordo di un pullman organizzato. In quell'occasione, gli agenti della Digos non riuscirono ad identificare chi lanciò dal finestrino del pullman una pentola, ferendo una coppia di coniugi che era a bordo della loro auto. Gli investigatori non si fermarono davanti alla mancanza di un colpevole e procedettero all'identificazione di massa, con conseguente diffida. Oggi, come qualche mese fa, i provvedimenti ristrettivi fanno, dunque, discutere e dividono l'opinione pubblica. Ancor di più in questi ultimi giorni, quando, svaniti i bollori delle prime ore, sono saltati fuori nuovi particolari. Molti testimoni che hanno partecipato alla trasferta di Taranto hanno parlato di trattamenti duri riservati dalle Forze dell'Ordine anche a chi non aveva nulla a che fare con gli scontri. La loro unica colpa era di aver voluto partecipare ad una trasferta considerata a rischio. E così, prima le cariche sugli spalti, poi le ore trascorse sotto sequestro nel parcheggio dello "Iacovone", infine il rituale delle identificazioni negli uffici della Questura. Intanto, è attesa per il destino dei 2 tifosi ancora in carcere, Fioravante Siani (31 anni) e Raffaele Iuliano (29 anni), e per gli altri 4 - Giovanni Rispoli (33 anni), Eugenio Baldi (18 anni), Andrea Lodato (38 anni) e Giovanni Ragosta (25 anni) - che avevano ottenuto in sede di udienza preliminare la concessione degli arresti domiciliari. Lo scorso 26 ottobre, gli avvocati Roberto Lanzi (difensore di Siani) ed Enrico Farano (legale degli altri 5) hanno presentato ricorso al Tribunale del Riesame del capoluogo pugliese. La decisione dei giudici dovrebbe essere ufficializzata per questo fine settimana. I legali degli ultrà hanno presentato istanza di scarcerazione e concessione degli arresti domiciliari per Siani ed Iuliano, per i quali il Gip della Procura di Taranto, Michela Ancona, al termine dell'udienza preliminare aveva accolto la richiesta presentata dal pm Epifani di custodia cautelare in carcere.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Cronaca

Covid, 18 positivi a Vietri sul Mare. Sindaco De Simone: «Forte preoccupazione, casi destinati a raddoppiare»

Sono ore di forte preoccupazione, queste, a Vietri sul Mare. Il sindaco Giovanni De Simone ha comunicato un nuovo caso di positività al Covid-19 tra i propri cittadini, a poche ore dai due annunciati nella giornata di ieri. Sale a 18 il numero dei contagi attualmente nella Città della Ceramica. Intervistato...

Covid, non solo Cava de' Tirreni: decessi anche a Scafati e Battipaglia

Quattro decessi nelle ultime ore in Provincia di Salerno. Erano persone positive da Covid-19 con malattie pregresse. Oltre al 48enne operatore della Metellia Servizi di Cava de' Tirreni, morto al "Da Procida" di Salerno a poche ore dalla madre, due anziane sono decedute al Covid Hospital di Scafati....

Covid, nuovi positivi a Vietri sul Mare: il totale sale a 17

Il Covid non frena la sua corsa a Vietri sul Mare. Nella giornata di ieri, infatti, nella Città della Ceramica si sono registrati altri due positivi. Il totale sale a 17 casi positivi, di cui due ospedalizzati. «Usiamo le precauzioni senza cadere nel panico, manteniamo le distanze di sicurezza interpersonale...

Cava, scoperta discarica abusiva con rifiuti tossici: nei guai 53enne

Ancora una discarica abusiva con rifiuti tossici a Cava de' Tirreni, più precisamente in in località Brecelle. A scoprire il tutto sono stati i carabinieri della Tenenza di via Atenolfi, guidati dal comandante Vincenzo Pessolano. Come riporta "La Città", i carabinieri hanno denunciato un 53enne, F.P.,...

Covid, altra vittima a Cava: dipendente Metellia muore due giorni dopo la madre

Brutto risveglio questa mattina per Cava de' Tirreni che piange la scomparsa di Gerardo Memoli. Il dipendente della Metellia Servizi è un'altra vittima ai decessi dovuti al Covid-19. Gerardo aveva 48 anni ed era ricoverato da giorni al "Da Procida" di Salerno in gravi condizioni. Due giorni prima era...