Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Alberto Magno

Date rapide

Oggi: 15 novembre

Ieri: 14 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaRapina al ristorante 'Arcara'

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Rapina al ristorante 'Arcara'

Scritto da Il Mattino (admin), lunedì 1 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 1 ottobre 2001 00:00:00

Avevano il volto coperto da una calza e ognuno di loro impugnava un'arma. Così hanno fatto irruzione nei locali del ristorante Arcara, gestito dalla famiglia Senatore, di cui Fabio, uno dei fratelli, è il titolare. Gi hanno puntato la pistola al volto e hanno chiesto l'intero incasso della serata, circa sei milioni di lire. L'hanno minacciato fino a quando non hanno visto la cassa svuotarsi. Non contenti, però, hanno derubato i venti clienti ancora ai tavoli, arraffando numerosi oggetti di valore. Sono fuggiti a bordo di un'auto di grossa cilindrata. E' scoccata l'una: via Lambiase in località Arcara, a pochi passi dalla statale e da Salerno. In quattro entrano nell'antico portone che fa d'ingresso al ristorante Arcara (nella foto) di Fabio Senatore; ci sono ancora parecchi clienti. Loro sono in quattro. Con il volto coperto da una calza fanno irruzione nel salone d'entrata dove c'è la cassa. Uno punta la pistola contro la cassiera, gli altri si dispongono a cerchio. Vogliono l'incasso della serata. Armi in pugno: «Tutti i soldi». E si aspettano un lauto bottino, vista la serata prescelta: «Tutti i soldi e in fretta». Il proprietario non oppone resistenza. Apre la cassa ed estrae i contanti, circa sei milioni di lire. Intanto i camerieri e le altre persone presenti in sala restano impietrite. Non si sentono al sicuro neppure cucina. I ladri hanno occhi dappertutto. Ma non è finita. Il silenzio viene rotto da un'altra richiesta e da altre minacce. Questa volta a finire nel mirino dei ladri sono i clienti. Ad uno ad uno vengono ripuliti i tavoli ancora occupati dagli ospiti. Portano via gli oggetti più preziosi: gioielli, orologi ed i telefonini cellulari. Arraffano tutto ciò che riescono a scorgere tra la trama della calza che copre i loro occhi. I quattro scappano a bordo di un'auto di grossa cilindrata, mentre nel locale si assiste a scene di panico. Molti dei clienti hanno raggiunto il vicino pronto soccorso: nessun pericolo dicono i referti medici, solo un grosso spavento. Sconvolta è l'intera famiglia Senatore, da anni nel settore della ristorazione e del commercio, con il negozio di elettrodomestici al Corso Umberto I: «Così non si può andare avanti», le uniche parole che si sarebbero fatti scappare durante la sottoscrizione della denuncia. I carabinieri della stazione locale, guidata dal comandante Giuseppe Recchimuzzi, in collaborazione con gli uomini della Compagnia di Nocera Inferiore hanno interrogato i proprietari ed il personale dell'Arcara insieme a tutti i testimoni. Non è stato possibile ricostruire il loro identikit, ma dalle deposizioni sono saltate fuori utili indicazioni: giovani sui trent'anni. Abbigliamento sportivo, volto coperto, armati di pistola e di un coltello. Nessuna cadenza dialettale. L'ipotesi degli inquirenti è che i quattro possano essere rapinatori venuti da fuori per fare il colpo e poi andarsene. E allora cosa giustificherebbe il volto coperto: solo precauzione?

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Scontro tra due autobus a Cava de' Tirreni: paura per i passeggeri

Incidente a Cava de' Tirreni, più precisamente in località Tengana. Giovedì pomeriggio, infatti, un pullman che si dirigeva verso Cava, con a bordo studenti ed impiegati degli uffici pubblici e privati di Salerno, si è scontrato con un altro autobus, anch'esso proveniente da Salerno. Come scrive "La...

Tre rapine a Cava de' Tirreni: tribunale condanna 19enne

Condannato a 4 anni di reclusione C.S., il 19enne membro di un gruppo dedito alle rapine a Cava de' Tirreni. Il ragazzo, insieme ad altre due persone, sue coetanee, che hanno scelto riti alternativi, è accusato di tre episodi, compresi tra il 23 e il 24 settembre di un anno fa. Come riporta Salerno Today,...

Studente accerchiato e picchiato a sangue da coetanei: choc a Cava de' Tirreni

Gravissimo episodio di violenza a Cava de' Tirreni. Come riporta "La Città di Salerno" oggi in edicola, nella giornata di ieri, martedì 7 novembre, poco dopo le 13, un giovanissimo studente è stato accerchiato e picchiato selvaggiamente nel parcheggio di via Tommaso Cuomo da un gruppo di coetanei, tutti...

L'usura del clan Zullo: pentito accusa Enrico Polichetti, ex vicesindaco di Cava

Da Salerno arrivano pesanti accuse nei confronti di Enrico Polichetti. Secondo "Il Mattino", infatti, l'ex vice sindaco di Cava de' Tirreni è stato citato dal neo collaboratore di giustizia Giovanni Sorrentino, che giorni fa, nel processo per usura che vede al banco degli imputati il "boss" Dante Zullo,...

Cava, investe ragazzi all'uscita da discoteca: 18enne arrestato per strage

Nel pomeriggio odierno, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni ha proceduto ad eseguire l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Nocera Inferiore, su richiesta del P.M. dott.ssa Anna Chiara Fasano...