Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Ireneo martire

Date rapide

Oggi: 15 dicembre

Ieri: 14 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaPresi gli aggressori di Marco Senatore

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Presi gli aggressori di Marco Senatore

Scritto da Il Mattino (admin), giovedì 28 febbraio 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 28 febbraio 2002 00:00:00

Ha una mascella fracassata Marco Senatore, il commerciante di 31 anni vittima, martedì sera, di una brutale aggressione in via Onofrio di Giordano (nella foto in alto). Non ha nessuna voglia di parlare e non solo perché le dolorose fratture al volto gli impediscono anche il più semplice movimento. Rinchiuso in una stanza del Cardarelli, dove è stato trasferito per essere sottoposto ad un intervento alla mandibola, ha solo voglia di dimenticare la brutta disavventura. Tutto era iniziato con una banale battuta lanciata ad uno sconosciuto alla guida della sua Clio, che lo aveva appena sfiorato. Qualche attimo dopo si è ritrovato una maschera di sangue. Quattro bulli sono tornati e gli hanno dato una lezione. Le indagini, coordinate dal vicequestore Sebastiano Coppola, hanno subito portato all'identificazione dei quattro aggressori, braccati dagli agenti della Polizia nella stessa serata. I giovani, tutti tra i 25 ed i 30 anni, sono stati ascoltati presso gli uffici del Commissariato cittadino. Ad uno a uno sono stati a lungo interrogati per scoprire il movente. Tutte le versioni raccolte confermano la stessa tesi: a provocare il violento alterco sarebbe stata una futile questione legata alla viabilità. Marco, vistosi sfiorato dall'auto a pochi passi dal marciapiede, avrebbe reagito con una ingenua battuta: «Ma dove vai». Quanto basta per provocare il raptus di violenza. Determinante per la ricostruzione dei fatti è stata la testimonianza di quanti hanno assistito alla scena. «Sono sconvolta da questa violenza. Ma è mai possibile - si chiede incredula Gabriella Di Domenico, residente della zona - che nessuno ha potuto fare niente per evitarlo? Non posso credere che ci sia tanta indifferenza».

Ma Marco non denuncia la banda di Pregiato

Erano in quattro e tutti di Pregiato: sono stati identificati ed ascoltati dagli investigatori. Uno di loro avrebbe litigato con Marco, mentre gli altri tre lo avrebbe accompagnato qualche minuto più tardi per il regolamento di conti. Arroganza e prepotenza i loro segni particolari. Le indagini non avranno altro sviluppo perché Marco Senatore, conosciuto da tutti come il classico bravo ragazzo, non ha sporto denuncia.

LE POLEMICHE

L'intero quartiere è sotto choc: volti scuri, sgomento, amarezza. Quelle terribili sequenze di violenza hanno scosso chi si riscopre del tutto inerme di fronte ad un'assurda aggressione. C'è chi ha paura, c'è chi ha scelto il silenzio, ma ci sono anche le polemiche, forti e puntuali. Come quelle che provengono dal mondo dell'associazionismo giovanile. Puntano l'indice contro vecchi cliché, che fanno di Cava un'isola felice, e più in generale si interrogano sulla mancanza di centri di aggregazione per giovani. «Isola felice? Di fronte alla brutalità di questi episodi - precisa Mimmo Laudato, presidente dell'Arci - preferisco parlare. Esprimo la mia solidarietà allo sfortunato ragazzo e mi auguro che le Forze dell'Ordine trovino al più presto i responsabili. Ma la repressione e gli agenti da soli non bastano: l'ondata crescente di violenza, registratasi in città, nasconde un vuoto culturale. E la carenza di istituzioni, come la famiglia, la scuola ed i centri di aggregazione, preposti a trasmettere dei valori, l'unica arma contro la cultura del bulletto». Opinione condivisa anche da Luca Palescandalo, vicepresidente del Forum per i giovani. «L'aumento di violenza e di episodi di aggressività urbana è senza dubbio da collegare ad una questione culturale. In particolare, al vuoto lasciato da vecchie forme di aggregazione, come poteva essere l'oratorio. Invito il Comune, insieme alle associazioni già operanti sul territorio, a fornire nuovi spazi ed occasioni di ritrovo per i ragazzi. Bisogna evitare che si rimanga in strada in attesa del battibecco». Analisi ribaltata per tempi e ruoli sull'altro versante, quello di Vincenzo Avagliano, membro del coordinamento dei giovani di Forza Italia: «È un fatto indubbiamente increscioso, che nasconde un perdita di ideali tra i giovani ed il vuoto lasciato dall'azione cattolica. Io sono, però, molto fiducioso nei giovani cavesi e nell'Amministrazione, che sarà capace di restituire Cava al suo antico splendore. In tal senso molto potranno fare i partiti, come scuola della futura classe dirigente, che vuol dire soprattutto rispetto dei diritti dei cittadini». E, zitti zitti, si torna sull'isola felice.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Altra bomba carta a Cava: si cercano due uomini

A poco meno di 24 ore dall'attentato al negozio di arredamento in via Vitale, un'altra presunta bomba carta è stata fatta esplodere in via Veneto intorno alle 00:15 di questa notte. Fortunatamente non ci sono stati feriti e l'unico danno è stato il portone di un palazzo della zona. I Carabineri del Reparto...

29enne di Cava de' Tirreni a processo per stalking: minacce e aggressioni all'ex fidanzata

Minacce di morte e violenze: è l'inferno che una ragazza ha subito nel corso dell'ultimo anno da parte dell'ex fidanzato, un 29enne di Cava de' Tirreni ora individuato dalla polizia e sottoposto agli arresti domiciliari con l'accusa del reato di stalking. Secondo quanto accertato, con condotte reiterate...

Cava, bomba carta esplode in un negozio di arredamento: si indaga

Momenti di panico in via Vitale a Cava de' Tirreni, dove nel cuore della notte è esplosa una bomba carta all'interno di un negozio di arredamento. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri di Nocera Inferiore, attualmente per fare luce sul caso. Secondo le prime ricostruzioni potrebbe...

Sporcizia e atti vandalici a Cava de' Tirreni: l'appello dei cittadini

Sporcizia e atti vandalici sono all'ordine del giorno a Cava de' Tirreni durante quest'inizio di dicembre. A lanciare l'allarme sono i numerosi cittadini cavesi che hanno segnalato la presenza di rifiuti, specialmente cartoni e bottiglie, nella villa Schreiber, proprio dove tempo fa sorgeva il "villaggio...

Cava de' Tirreni, allarme banconote false tra i commercianti

A ridosso delle festività natalizie torna l'allarme banconote contraffatte a Cava de' Tirreni. I casi, in questi ultimi giorni, si sono ripetuti con frequenza, facendo subito scattare l'allarme tra i commercianti. A farne le spese, finora, sono stati cinque esercizi commerciali cavesi (esercizi alimentari...