Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaPompe taroccate 6 arresti e 46 indagati

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Pompe taroccate, 6 arresti e 46 indagati

Scritto da (admin), mercoledì 9 luglio 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 luglio 2008 00:00:00

Riuscivano ad erogare fino al 20% in meno della quantità di benzina o diesel che segnava il contatore alla colonnina, o miscelavano il carburante con acqua ed altri oli, il tutto per un danno per le tasche degli ignari automobilisti di 25 milioni di euro in 2 anni (una cifra sicuramente sottostimata). E come se non bastasse, altri 20 milioni di euro è il danno per le casse dell'Erario grazie all'evasione dalle accise ed al contrabbando dei carburanti. Ha dell'incredibile, per numero delle persone indagate (46) e per giro d'affari (complessivamente oltre 45 milioni di euro), la maxi frode ai danni dei consumatori, dell'Unione Europea, dello Stato italiano e dell'economia in generale, scoperta dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore e dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Scafati e del Comando provinciale di Salerno, che coinvolge anche una trentina di distributori di benzina. Ed era davvero un "pieno d'oro" (nome dato dai finanzieri all'operazione) quello realizzato dall'associazione a delinquere che gestiva la grosse frode e che vedeva assieme manutentori dei distributori di carburanti e due ispettori del servizio metrico presso la Camera di Commercio di Salerno.

L'operazione è stata presentata ieri mattina presso la Procura di Nocera, presente il procuratore capo Domenico Romano, il pm Elena Guarino, che ha diretto l'inchiesta, il colonnello Angelo Matassa, comandante provinciale dei finanzieri salernitani, il tenente colonnello Chirico, alla guida del gruppo di Salerno, ed il capitano Dario Marano, che ha condotto le indagini con i suoi uomini della Compagnia di Scafati, in particolare quelli del Nucleo mobile del maresciallo Francesco Fiorillo. Ieri mattina sono stati eseguiti 6 arresti ed il sequestro preventivo di 3 depositi di carburanti (a Ravello, Castel San Giorgio e Nocera Superiore) e di 10 distributori di benzina (due a Battipaglia, uno rispettivamente a Pontecagnano Faiano, Buccino, Auletta, Fisciano, Salerno, Castel San Giorgio, Tramonti e Castel Nuovo di Conza), che si aggiungono ai 17 impianti già sequestrati tempo addietro.

In carcere è finito Francesco Longobardi, 47 anni, di Pontecagnano, responsabile operativo di una ditta di manutenzione di impianti petroliferi. Agli arresti domiciliari sono andati gli ispettori metrici presso la Camera di Commercio di Salerno, Daniele Lanza, 46 anni, e Giorgio Imperato, 61 anni, entrambi di Salerno, e gli interessati alle ditte di manutenzione di impianti petroliferi Marco Gaeta, 34 anni di Fisciano, Rosario Quintaluce, 61 anni di Napoli, e Michele Quintaluce, 35 anni di Frattaminore. Tutti sono indagati per associazione a delinquere, tranne Gaeta. Le ditte di manutenzione degli impianti di distribuzione, con la connivenza dei due ispettori metrici che avrebbero dovuto controllare il corretto funzionamento dei dispositivi di erogazione dei carburanti, alteravano, per conto dei titolari dei distributori, le schede elettroniche in modo che la colonnina erogasse un quantitativo inferiore rispetto a quello visualizzato dagli appositi contatori e pagato dal consumatore. Ma c'era pure chi rifilava agli utenti benzina e diesel diluiti con acqua, oli vegetali e lubrificanti ed altre sostanze dannose per i motori dei veicoli.

Anche 3 cavesi tra i 46 indagati
Oltre ai 6 arrestati ed ai 13 indagati per i distributori e depositi sequestrati, in altri 26 sono finiti nel registro delle persone sottoposte ad indagini. Si tratta di due addetti alla manutenzione degli impianti, Raffaele Beato, 49 anni di Baronissi, e Giovanni Simonetti, 52 anni di Napoli, e dei gestori di impianti di distribuzione: Giovanni Federico, 42 anni di Scafati, ed il suo collaboratore Luigi Di Gennaro, 63 anni di Scafati (impianto a Scafati); Gennaro Carpentieri, 76 anni di Trecase (distributore a Scafati); Pasquale Carpentieri, 45 anni di Trecase, e Carla Carpentieri, 39 anni di Scafati, il primo gestore di impianto a Scafati e la seconda legale rappresentante della ditta gerente; Giovanni Farina, 46 anni di Scafati, area servizio nella sua città; Caterina Patella, 41 anni di Angri, e Nicola Della Monica, 53 anni di Cava de'Tirreni, impianto a Scafati; Giovanni Padovano, 35 anni di Angri, con impianto a Pagani; Luciano Gregorio, 50 anni di Cava de'Tirreni (area servizio su A3 Napoli-Salerno); Luigi Cascone, 50 anni di Angri, impianto nella sua città; Mario Discenza, 55 anni di Nocera Inferiore, area servizio a Nocera Inferiore; il 32enne Giampiero Gaudiosi e Orlando Gaudiosi, 49 anni, entrambi di Pagani, impianto nella città di Sant'Alfonso; Raffaele Russo, 59 anni di Pagani, con distributore a Sant'Egidio del Monte Albino; Raffaele Avagliano, 33 anni di Cava de'Tirreni, con area servizio nella vallata metelliana; Giovanni Gargano, 43 anni di Angri, con impianto ad Angri; Alfonso Russo, 32 anni di Sant'Egidio del Monte Albino, con distributore nel suo Comune.

Sono altresì indagati: Vincenzo Russo, 54 anni di Salerno, Alfonso Tedesco, 44 anni di Sant'Egidio del Monte Albino, Maria Picariello, 51 anni di Pontecagnano Faiano, Gaetano Magliacano, 37 anni di Fisciano, Pasquale Salvati, 34 anni di San Giuseppe Vesuviano, Francesco Fontana, 47 anni di Angri, Ermenegildo Giordano, 35 anni di Tramonti, Sergio Gracceva, 63 anni di Castel San Giorgio, e Salvatore Cascone, 55 anni di Scafati.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale contro il fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo - al di là del fatto che sia il cognome in comune con un parente -, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...