Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Alberto Magno

Date rapide

Oggi: 15 novembre

Ieri: 14 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaPizzo, in aula altri due imprenditori

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Pizzo, in aula altri due imprenditori

Scritto da Il Mattino (admin), lunedì 13 maggio 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 13 maggio 2002 00:00:00

Nuovo colpo di scena nel processo sulle estorsioni ai commercianti. Mentre viene rinviata l'audizione degli agenti della Polizia che parteciparono alla retata contro i tre presunti affiliati al clan Bisogno, saltano fuori altri due testi: Ciro Lodato ed Antonio Stabile. Secondo la testimonianza dell'imprenditore Gerardo Pisapia - finora teste chiave dell'inchiesta partita con la denuncia contro Vincenzo D'Elia (nella foto in alto, difeso dall'avvocato Rodolfo Viserta), Pierangelo Pezzella (avvocato Giovanni Annunziata) e Guerino Lambiase (difeso dagli avvocati Marco Salerno e Maurizio Mastrogiovanni) come presunti estorsori - due suoi colleghi avrebbero assistito all'incontro di due anni fa davanti alla Tribuna centrale dello stadio per la consegna del pizzo. La rivelazione è venuta fuori durante il controinterrogatorio, tenutosi nelle precedenti sedute dibattimentali. Pisapia avrebbe indicato la presenza di suoi due conoscenti, Lodato e Stabile, che «gli avrebbero detto alcune cose sul conto dei tre uomini che lo stavano aspettando». Il 28 giugno, data della prossima seduta, verranno ascoltati in aula. La difesa li chiamerà a deporre come testi cosiddetti indiretti, perché richiamati dalla stessa testimonianza dell'accusatore. È chiaro che, in questa fase del processo, si aspettano le prossime udienze per cercare di trovare delle conferme o delle smentite a quello che ora appare un faccia a faccia tra l'imprenditore cavese ed i suoi presunti taglieggiatori: D'Elia, Pezzella (nella foto al centro) e Lambiase, coinvolti con l'accusa di estorsione con metodi camorristici. Il collegio difensivo confida nella testimonianza di ben tredici testimoni per riuscire a scardinare l'impianto accusatorio. Tra le prove da confutare, l'incendio ad un camion di proprietà di Pisapia, imprenditore nel settore dei trasporti. L'episodio, regolarmente denunciato, sarebbe stato archiviato per la mancanza di prove che confermerebbero l'ipotesi di attentato incendiario. Secondo la tesi difensiva, a causare l'incendio sarebbe stato un banale cortocircuito. Ma non basta: per gli avvocati difensori anche le 300mila lire, riscosse in occasione dell'arresto, riguarderebbero l'estinzione di un credito. D'Elia avrebbe anticipato la somma necessaria proprio all'acquisto di una cabina per camion. Il 17 novembre del 2000, secondo la deposizione del teste chiave, l'appuntamento con Pezzella, D'Elia e Lambiase (nella foto in basso) era previsto per le 19. Prima di recarsi all'incontro Gerardo Pisapia avrebbe avvertito i poliziotti, indicando il luogo e l'orario fissato per il pagamento del presunto pizzo. Ma, una volta davanti alla Tribuna centrale, in via Mazzini, avrebbe azionato il registratore per conservare su nastro l'intero colloquio e la richiesta dei soldi. Intanto, l'intero quartiere era stato accerchiato dagli uomini dell'Anticrimine, diretti dal vicequestore Sebastiano Coppola. E così, nello stesso istante in cui D'Elia afferrò le banconote da 300mila lire, gli agenti gli piombarono addosso. Insieme a lui furono arrestati anche Pezzella e Lambiase.

rank:

Cronaca

Scontro tra due autobus a Cava de' Tirreni: paura per i passeggeri

Incidente a Cava de' Tirreni, più precisamente in località Tengana. Giovedì pomeriggio, infatti, un pullman che si dirigeva verso Cava, con a bordo studenti ed impiegati degli uffici pubblici e privati di Salerno, si è scontrato con un altro autobus, anch'esso proveniente da Salerno. Come scrive "La...

Tre rapine a Cava de' Tirreni: tribunale condanna 19enne

Condannato a 4 anni di reclusione C.S., il 19enne membro di un gruppo dedito alle rapine a Cava de' Tirreni. Il ragazzo, insieme ad altre due persone, sue coetanee, che hanno scelto riti alternativi, è accusato di tre episodi, compresi tra il 23 e il 24 settembre di un anno fa. Come riporta Salerno Today,...

Studente accerchiato e picchiato a sangue da coetanei: choc a Cava de' Tirreni

Gravissimo episodio di violenza a Cava de' Tirreni. Come riporta "La Città di Salerno" oggi in edicola, nella giornata di ieri, martedì 7 novembre, poco dopo le 13, un giovanissimo studente è stato accerchiato e picchiato selvaggiamente nel parcheggio di via Tommaso Cuomo da un gruppo di coetanei, tutti...

L'usura del clan Zullo: pentito accusa Enrico Polichetti, ex vicesindaco di Cava

Da Salerno arrivano pesanti accuse nei confronti di Enrico Polichetti. Secondo "Il Mattino", infatti, l'ex vice sindaco di Cava de' Tirreni è stato citato dal neo collaboratore di giustizia Giovanni Sorrentino, che giorni fa, nel processo per usura che vede al banco degli imputati il "boss" Dante Zullo,...

Cava, investe ragazzi all'uscita da discoteca: 18enne arrestato per strage

Nel pomeriggio odierno, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni ha proceduto ad eseguire l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Nocera Inferiore, su richiesta del P.M. dott.ssa Anna Chiara Fasano...