Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaOmicidio Milite ascoltato l'amico testimone

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Omicidio Milite, ascoltato l'amico testimone

Scritto da (admin), giovedì 16 febbraio 2006 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 16 febbraio 2006 00:00:00

Ascoltato dalla Polizia tunisina Michele Reina, l'amico di Adolfo Milite partito da Salerno sabato scorso per raggiungere la casa presa in fitto ad Hammamet. Gli investigatori hanno deciso di raccogliere la sua testimonianza, essendo stato una delle ultime persone che hanno visto e parlato con Milite prima della barbara uccisione. E così, l'arresto dei due presunti assassini non ha ancora posto la parola fine ad una tragedia che sta sconvolgendo l'intera città.

I due giovani di Nabeul, rispettivamente di 23 e 25 anni, sono stati interrogati per ore. A quanto si apprende, al momento del fermo i due erano ubriachi e, con ogni probabilità, sotto effetto di droghe. Il loro stato confusionale non avrebbe consentito agli inquirenti di avviare un confronto. Con il passare delle ore sembra che i due si sarebbero limitati a dire di non ricordare. Si attendono ora i risultati dell'autopsia. Da un primo esame del cadavere, la morte sarebbe avvenuta per dissanguamento. I segni sul cadavere sembrerebbero far pensare ad una violenta colluttazione.

Intanto, nella mattinata di ieri il nipote, figlio del primo fratello di Adolfo Milite, è partito insieme ad altri amici dell'ex allenatore alla volta di Hammamet. Lo scopo ufficiale del viaggio è cercare di accelerare le procedure di rientro della salma, che a quanto pare dovrebbe fare ritorno in Italia lunedì prossimo. Ma conoscenti e congiunti riferiscono che i familiari non hanno ricevuto ancora una ricostruzione ufficiale da parte del Ministero degli Esteri. In queste ore lo stesso nipote, di professione ingegnere, che è partito per Hammamet, e la nipote avvocato stanno intrattenendo fitti rapporti con la Farnesina e con l'Ambasciata, per cercare di sapere con esattezza se le indagini sulla morte dello zio siano state chiuse o se sono in corso ulteriori accertamenti ed ipotesi al vaglio degli inquirenti.

Secondo prime indiscrezioni, la voce, trapelata nella giornata di ieri e ripresa dai telegiornali nazionali, circa indagini parallele alla pista della rapina, sarebbe stata confermata. La vicenda giudiziaria, culminata con un patteggiamento della pena relativa al traffico internazionale di auto, avrebbe spinto le forze di Polizia locale ad escludere anche altri moventi.

Al momento, la versione ufficiale resta la stessa: Adolfo Milite sarebbe stato ucciso perché ha sorpreso in casa i due giovani rapinatori. Secondo alcune versioni, Milite avrebbe reagito, scatenando la violenza dei suoi rapinatori. Ed anche per questo uno dei due avrebbe perso un gesso ortopedico. Stando invece ad un'altra ricostruzione, l'ex allenatore della Cavese avrebbe visto in faccia i due giovani e per questo sarebbe stato ammazzato. Dai ieri anche le Procure salernitane, che hanno seguito l'inchiesta denominata "Operazione Cartagine", hanno fatto richiesta presso il Ministero degli Esteri di ricevere copia dei verbali delle indagini avviate dalla Polizia tunisina.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale col fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo, al di là del fatto che sia un cognome in comune con un parente, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...