Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Teresa d'Avila

Date rapide

Oggi: 15 ottobre

Ieri: 14 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronaca‘Non è colpa del vaccino'

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

‘Non è colpa del vaccino'

Scritto da (admin), venerdì 26 marzo 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 26 marzo 2004 00:00:00

Il ciclo di vaccinazioni obbligatorie comprende 5 somministrazioni di siero, più una antiemofila, raccomandata dal Ministero della Sanità. Si tratta di vaccini del tutto privi di sostanze tossiche, che non provocano nessun tipo di alterazioni all'organismo. «Solo in alcuni casi - riferiscono al Servizio Prevenzione dell'Asl Sa1 - si verificano lievi febbri e rossori della parte trattata con la puntura». I dati registrano fino ad oggi 1 problema su ogni milione e mezzo di dati trattati. Il gruppo di vaccino "esavalente" serve a prevenire l'insorgere di difteriti, tetani, poliomeliti, epatiti B ed emofilia. Gli Uffici di Igiene e Profilassi, dove vengono effettuate le somministrazioni di vaccino, ricevono ogni giorno decine di pazienti, molti dei quali in tenera età. Periodicamente, le Asl di tutto il territorio svolgono un monitoraggio sui vaccini, la cui somministrazione avviene seguendo un calendario predisposto punto per punto dal Ministero della Sanità. Nessun caso di reazioni allergiche, né di complicanze, si è mai verificato sul nostro territorio.

L'ESPERTA

«Su 30mila casi mai un'allergia»

Annalisa Caiazza è responsabile del Servizio Epidemiologia e Prevenzione dell'Asl Sa1. Da 8 anni segue il gruppo di monitoraggio per il controllo dei vaccini. Dottoressa, nella vostra Azienda si è mai verificato un caso analogo? «Mai. Dal 2001 abbiamo somministrato circa 30mila vaccini, senza riscontrare reazioni né complicanze. Eppure, la distribuzione è di 100mila dosi di siero l'anno, tra pazienti grandi e piccoli». Che tipo di siero è stato somministrato al bambino deceduto? «Quello abituale, disposto ed autorizzato dal Ministero della Sanità. In questi casi c'è il massimo rigore, e tutto viene eseguito secondo il calendario ministeriale». Allora, cosa può essere successo? «A mio avviso, le cause del decesso sono di altra natura. Ma c'è un'inchiesta in corso ed è stata disposta un'autopsia. Saranno i risultati a fare luce sulla verità». Ma lei, da esperta, ha pensato ad una possibile causa? «Potrebbe trattarsi di una sindrome da morte improvvisa in culla. In Europa c'è molta incidenza ed in Italia si sono già registrati 250 casi». I genitori hanno riferito che il piccolo, dopo la vaccinazione, aveva la gamba gonfia nel punto in cui era stato iniettato il siero. Può essere un indizio significativo? «Ai fini delle indagini tutti i dettagli lo sono. Ma nel caso segnalato si tratta di una reazione naturale, che si verifica ogni volta che ci si sottopone a vaccinazione». Anche la febbre alta ed il respiro affanoso? «Sì. Le mamme, di solito, dopo aver vaccinato i bambini, li svestono perché la pelle respiri, e se si verificano reazioni epidermiche, usano panni di lino bagnati sul gonfiore. Si tratta di reazioni note a tutti». Crede sia stato opportuno bloccare la somministrazione di quel lotto di vaccino? «Per cautela, sì. Anche se quel siero, nella stessa mattinata, è stato iniettato a tanti altri bambini, anche più piccoli. Se vi fossero state complicazioni, lo avremmo subito saputo». Invece, nessuno vi ha chiamati? «No, neanche per segnalare una reazione allergica. Ecco perché pensiamo che il caso di quel povero bambino sia dipeso da altre patologie, quasi certamente improvvise. Ci affidiamo all'inchiesta aperta, fiduciosi nei risultati».

IL DIRETTORE SANITARIO

«Il siero non c'entra, è una morte in culla»

Quando ha appreso la drammatica notizia, Domenico Della Porta, direttore sanitario dell'Asl Sa1, ha subito preso provvedimenti. «Ho immediatamente contattato il Servizio di Epidemiogolia Regionale - spiega - e la Farmacovigilanza. In più, ho avvertito l'Istituto Superiore della Sanità, che è nostro referente in ogni situazione delicata». Della Porta, che ha alle spalle una lunga esperienza nel comparto della Prevenzione, non ha dubbi: «Siamo, ovviamente, dispiaciuti per quanto accaduto e vicini al comprensibile dolore dei genitori, ma non crediamo che il decesso del piccolo sia imputabile al vaccino somministrato». Il direttore sanitario parla avvalendosi di dati certi, raccolti negli anni ed attraverso controlli diretti sul campo: «In 3 anni abbiamo somministrato migliaia di sieri, tutti sotto la stretta vigilanza del Ministero. E non si sono mai verificate reazioni gravi né complicanze passibili di segnalazione. Abbiamo personale esperto, e soprattutto per quanto riguarda i bambini, vengono seguite le norme scrupolosamente. L'episodio verificatosi può quindi definirsi isolato, nel panorama di esperienza della nostra Asl». Piena fiducia, dunque, agli operatori ed al tipo di vaccino usato. Ma allora, cosa può aver causato la morte improvvisa di un bambino di appena 11 mesi? Il dirigente sembra convinto quando fa riferimento alla possibilità di una "morte in culla". E conclude: «Non è la prima volta che si verifica un caso del genere. L'incidenza dei decessi in tenera età, le cosiddette "morti in culla", è piuttosto alta. E dai 2 ai 24 mesi c'è sempre il rischio che possa capitare. Naturalmente, saranno i risultati dell'autopsia a confermare o smentire i nostri dubbi, ma escludo che sia colpa del vaccino».

rank:

Cronaca

Paura a Cava de' Tirreni: cede cornicione della Mediateca

Cedimento alla Mediateca di Cava de' Tirreni. Giovedì sera, poco dopo le 21, un cornicione è finito nella piccola traversa Parisi dove ci sono già da ben dieci anni una serie di transenne per delimitare l'area a rischio. Come riporta "Il Mattino" oggi in edicola l'episodio non ha provocato feriti. Un...

Cava de' Tirreni, gare di moto e spaccio a via Sorrentino: residenti esasperati

Gare notturne di moto, musica ad altissimo volume, alcool e consumo di stupefacenti si verificherebbero tutti i giorni, dalle 18 alle 3 di notte a Cava de' Tirreni, più precisamente in via Andrea Sorrentino. Questo è quanto denunciano 23 residenti della zona, sempre più esasperati da questa situazione,...

Cava de' Tirreni, torna in azione la banda della truffa dello specchietto

Torna a colpire la banda dello specchietto a Cava de' Tirreni. Numerose segnalazioni stanno arrivando in questi giorni su tre uomini, a bordo di una macchina bianca, che cercano, con o senza successo, di truffare i cittadini cavesi. Il modus operandi è ampiamente noto, ma lo ripetiamo. Solitamente il...

Omicidio Maiorano: Nunzia uccisa da Salvatore per una carezza rifiutata

Uccisa dal marito per una carezza rifiutata. È questa l'ultima rivelazione sulla morte di Nunzia Maiorano, la 41enne di Cava de' Tirreni uccisa a coltellate lo scorso 22 gennaio dal marito Salvatore Siani. Questa ed altre informazioni arrivano dal gip Gustavo Danise, riportate su "La Città". «Siani possedeva...

Malore improvviso in strada, Cava dice addio a Biagio Ferrigno (Biagin 'o pazz)

Nel tardo pomeriggio, mentre stava camminando lungo l'arteria stradale di via Filangieri, un uomo è stato colto da infarto fulminante cadendo rovinosamente al suolo. Prontamente accorsi sul posto, i soccorritori della Croce Bianca non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. Si tratta di Biagino...