Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Giacomo martire

Date rapide

Oggi: 22 aprile

Ieri: 21 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaMovida di sangue all'Aumm Aumm

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Movida di sangue all'Aumm Aumm

Scritto da (admin), lunedì 24 novembre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 24 novembre 2003 00:00:00

Accoltellato per uno sguardo lanciato alla ragazza sbagliata poco dopo le 3 di notte, quando la pista da ballo della discoteca "Aumm Aumm", in via Talamo, era quasi deserta. La vittima dell'aggressione si chiama Alessandro D'Acquino, 28 anni, residente a Boscoreale. I medici dell'ospedale "Santa Maria dell'Olmo" lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per frenare l'emorragia provocata dalla ferita riportata sotto la costola sinistra. Ora è ricoverato al reparto di Chirurgia. Gli agenti della Polizia locale hanno già identificato il responsabile, che si è costituito nella serata di sabato agli agenti della Questura di Avellino. Si tratta di Antonio Ciccone, 26 anni, di Avellino, con precedenti penali proprio per rissa. Ad accelerare le indagini, le testimonianze degli uomini del servizio di sicurezza della discoteca, che hanno fornito importanti indizi: il numero di targa dell'auto con la quale il giovane si era allontanato dopo il ferimento ed un preciso identikit. Il ragazzo aveva espresso subito la sua intenzione di volersi costituire, presentandosi, accompagnato dal proprio legale, presso gli uffici della Polizia del capoluogo irpino, dopo aver fatto trascorrere, però, il tempo tecnico della flagranza, in modo da non poter essere più arrestato. Per tutta la notte i poliziotti hanno sentito i testimoni. Secondo una prima ricostruzione, erano da poco trascorse le 3 e le porte della discoteca "Aumm Aumm" erano ormai chiuse. All'interno del locale gli ultimi clienti: un gruppo di irriducibili, tra cui Alessandro D'Acquino di Boscoreale ed il suo aggressore. Stando alle testimonianze di alcuni presenti, i due si conoscevano. «Li abbiamo visti parlare - avrebbero raccontato più tardi alla Polizia - si chiamavano per nome. Non abbiamo capito cosa è successo: forse un bicchiere di troppo o, con ogni probabilità, uno sguardo ad una ragazza che stava ballando a pochi centimetri da loro». Qualche battuta, poche parole, ma nessuna avvisaglia che potesse far presagire il terribile epilogo. All'improvviso, un colpo vibrato all'altezza della costola sinistra con un coltello a serramanico dalla lama lunga. Alessandro si accascia. Le prime gocce di sangue macchiano il pavimento. Sotto le luci si svela il dramma. In una manciata di secondi scoppia il panico. C'è un fuggi fuggi generale, ne approfitta anche l'aggressore. Vengono allertati i soccorsi e la Polizia. Sul posto arriva il medico del 118, Giuseppe Landi, e gli operatori dell'Humanitas, Carmine Scannapieco e Mauro Manzo, che prestano i primi soccorsi. Iniziano le indagini. Gli uomini della sicurezza forniscono agli agenti il numero di targa dell'auto con cui il giovane si è allontanato. Viene ricostruito l'identikit. Il proprietario dell'Aumm Aumm, Ciro Mosca, che per tutta la notte, insieme al suo avvocato Pasquale Adinolfi, ha seguito gli sviluppi dell'assurda vicenda, afferma: «Prima di ogni cosa, sono felice di aver appreso dai medici che il ragazzo è fuori pericolo. Voglio ringraziare gli agenti della Polizia, che nel giro di poche ore sono riusciti ad identificare il responsabile. Ma mi preme sottolineare anche il lavoro del personale del servizio di sicurezza, che si è subito attivato, fornendo tutti gli elementi a sua disposizione. Purtroppo, sono episodi che possono capitare dovunque, anche per strada. Nel nostro caso, e dunque in una discoteca, non si possono perquisire tutti i clienti all'entrata. E' di certo sbagliato associare questi fatti al mondo delle discoteche e della movida in genere».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...