Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronaca«Le abbiamo massacrate tutte»: così i ladri dopo furti in case e Chiese della Costiera Amalfitana [FOTO-VIDEO]

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

«Le abbiamo massacrate tutte»: così i ladri dopo furti in case e Chiese della Costiera Amalfitana [FOTO-VIDEO]

Scritto da (admin), martedì 25 luglio 2017 19:04:36

Ultimo aggiornamento martedì 25 luglio 2017 21:41:57

Abitazioni della Costiera Amalfitana disabitate nel periodo invernale, ma anche Chiese: erano questi gli obiettivi della banda sgominata dai Carabinieri della Compagnia di Amalfi nell'ambito dell'operazione "VII Comandamento" che questa mattina ha portato all'esecuzione di sette misure cautelari personali (sei domiciliari e un obbligo di dimora) nei confronti dei componenti di una banda, residenti tra Castellammare di Stabia, Salerno e Baronissi.

Le ordinanze sono state emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Salerno, al termine di una accurata attività investigativa condotta congiuntamente da personale dell'Aliquota Operativa del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Amalfi, diretti dal capitano Roberto Martina, e della Stazione di Ravello, sotto la direzione della Procura della Repubblica.

L'accurata attività d'indagine era iniziata nel dicembre del 2015 in seguito al furto, in una villetta disabitata del centro storico di Ravello, di alcuni dipinti, fra cui un pregevole bassorilievo di Renato Guttuso del valore stimato intorno ai 500mila euro. Ne era scaturita un'intensa attività investigativa, basata sull'analisi dei sistemi di videosorveglianza, intercettazioni telefoniche e pedinamenti, che hanno consentito di individuare gli autori materiali dei trafugamenti che provvedevano alla successiva commercializzazione delle opere d'arte.

Raccolte una serie di informazioni ed elementi utili ad intraprendere una attività di indagine nei confronti di due soggetti, Antonio Castaldo, 55enne pescivendolo di Salerno e Vincenzo Apicella, 53enne fornaio originario di Vietri sul Mare, il basista, colui il quale conosceva bene il territorio e sceglieva gli obiettivi.

Grazie all'analisi delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private installate nel centro storico di Ravello e nei comuni limitrofi, con supporto di attività d'intercettazione telefonica e numerosi servizi di osservazione e pedinamento, i Militari della Stazione della Città della Musica, coordinati dal comandante Procolo Chiocca, hanno cominciato a monitore l'attività dei due indagati, per carpirne i movimenti e le ulteriori relazioni. Nel corso delle indagini, durante le quali tutti i soggetti coinvolti usavano un linguaggio criptico, facendo spesso riferimento all'attività della pesca e alle alici (alludendo ai furti piuttosto che all'attività del Castaldo), è emersa la rete di collaboratori. A partire da Giovanni Castaldo, fratello di Giovanni, 59enne operaio salernitano e Michele Salvatore, 47enne commerciante di Baronissi (destinatario dell'obbligo di dimora) che fornivano la rete di ricettatori che riuscivano rapidamente a rimettere in commercio le opere d'arte e i pazzi di antiquariato: Carmine Iacono, 60enne operaio di Salerno, Antonino Russo, classe 54enne restauratore, e Catello Russo, 52enne disoccupato, entrambi di Castellammare di Stabia.

Durante l'attività investigativa i Carabinieri hanno raccolto indizi a carico degli indagati in riferimento a decine di furti commessi in Costiera Amalfitana e di altre aree del salernitano e riferiti sia al periodo di indagine, fra il dicembre 2015 e l'aprile dell'anno successivo, che agli anni precedenti.

Grazie ai primi elementi raccolti (soprattutto alle preziose intercettazioni) i Carabinieri riuscirono a recuperare nell'immediatezza la statua della Madonna Addolorata dalla Chiesa di Santa Maria Ausiliatrice a Vietri sul Mare prima che potesse essere rivenduta.

Nel gennaio del 2016 riuscirono a riprendere, dopo poche ore dal trafugamento, la Statua della Madonna Addolorata rubata dalla Chiesa di Santa Margherita di Albori a Vietri, acquisendo gravi indizi di colpevolezza nei confronti degli indagati.

«Se la barca la dobbiamo tirare, la tiriamo perché il mare si è calmato»: è uno dei messaggi criptici riferiti alla possibilità di pianificare il colpo in peridi in cui i controlli potevano apparire blandi. Oppure «Le abbiamo massacrate tutte», quando Apicella, esaltando la prolifica attività, non riusciva ad individuare obiettivi da colpire.

Negli ultimi mesi sono stati scongiurati altri furti, quando i militari della Compagnia di Amalfi, avendo capito gli intenti e gli obiettivi della banda, hanno messo in atto servizi preventivi e persuasivi per distogliere d furfanti dal loro intento senza compromettere il proseguo dell'attività.

Ulteriori positivi risultati investigativi si sono concretizzati attraverso l'apporto di personale del nucleo specializzato Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri che, sviluppando le pregresse acquisizioni probatorie, ha individuato e recuperato ulteriori opere d'arte tra cui due pregiate statuette raffiguranti due Bambinelli, rinvenute nella disponibilità di un noto professionista salernitano. E ancora, in fase di esecuzione delle misure cautelari, a seguito di perquisizione all'interno dell'abitazione di Giovanni Castaldo è stata rinvenuta la statua di una Madonna, con ogni probabilità di fattura settecentesca, oltre a reliquie ossee di Santi e libri antichi. Un ruolo fondamentale nella buona riuscita delle indagini lo hanno svolto le telecamere di videosorveglianza, specie di privati, installate nei pressi delle abitazioni prese di mira dai balordi, le cui immagini sono state acquisite dai Carabinieri.

Ora i sette indagati sono attesi in Tribunale per l'interrogatorio di garanzia che il GIP potrebbe convocare prima del termine della settimana. Dalle intercettazioni telefoniche è emerso che alcuni di loro siano responsabili dei furti in ville e Chiese della Costiera Amalfitana negli ultimi sedici anni, «massacrate tutte». Molte delle opere trafugate sono state immesse sul mercato nero da tempo e sarà impresa ardua recuperarle, ma non impossibile.

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale col fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo, al di là del fatto che sia un cognome in comune con un parente, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...