Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronaca«La tragedia poteva essere evitata»

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

«La tragedia poteva essere evitata»

Scritto da (admin), martedì 17 marzo 2009 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 17 marzo 2009 00:00:00

Tornerà a casa domani il corpo di Raffaele Punzi, il giovane escursionista cavese travolto nel Comasco da una slavina sabato pomeriggio durante un’escursione in compagnia della fidanzata, Miriam Fasano. Sconvolti e scioccati i genitori del 31enne, Aldo e Rosaria, che con lo zio Carlo Panzella, capostaff del Sindaco Gravagnuolo, si sono recati domenica mattina nella località dov’ è avvenuto il tragico incidente, per assistere alle operazioni di rientro della salma del giovane.

Trasportato dai soccorritori all’Ospedale di Cantù, ieri mattina sul corpo di Raffaele Punzi è stata effettuata l’autopsia, che ha accertato le cause del decesso: il ragazzo, travolto in pieno dalla valanga che lo ha trascinato giù per il pendio per circa 300 metri, è morto sul colpo, schiacciato da una massa di neve compatta e pesante. Soffocamento e schiacciamento degli organi interni, causati da un politrauma: queste le cause della sua inaspettata morte.

Non c’è stato scampo proprio perché, com’è stato poi confermato dai soccorritori e dal responsabile della 19esima delegazione lariana Soccorso Alpino, Giannattilio Beltrani, la neve era troppo densa ed omogenea, soprattutto in superficie. Ciò ha reso troppo difficoltoso il recupero del corpo da parte dei soccorritori.

Numerosi i messaggi di cordoglio dall’Università di Fisciano, dagli amici di Raffaele lasciati sul blog e su facebook, dove il giovane ricercatore era iscritto. Tutta la città, i consiglieri comunali ed i dipendenti di Palazzo di Città si stringono intorno a Carlo Panzella, zio del povero Raffaele, al quale era fortemente legato. «Veniva a salutare lo zio - dicono alcuni dipendenti degli uffici comunali - era un vero e proprio vulcano di idee. Spesso veniva a proporre nuove iniziative». Dolore ed amarezza sono stati espressi anche dal sindaco Gravagnuolo.

Rammarico e dispiacere per l’orribile vicenda sono stati esternati anche da un amico di Raffaele Punzi, Peppe Schiavone, che ha inviato una lettera in cui ha espresso il suo disappunto sul “comportamento” degli amministratori locali e degli enti che si occupano della sicurezza sui monti: "In una breve intervista al gestore del rifugio alpino dove i due avevano prenotato una camera per passare la notte, ho trovato purtroppo conferma ai miei sospetti. La zona è molto frequentata dai turisti e nessuno si è premurato di mettere neanche dei semplici cartelli per avvisare del pericolo slavine. La tragedia poteva essere evitata. Buona parte della responsabilità per quanto accaduto è da imputare agli amministratori locali e a tutti quegli enti che si occupano della montagna in quella provincia. "Attraverso il dolore la conoscenza" diceva Eschilo. Saremo capaci di trarre la giusta lezione da quanto accaduto? Qualcuno avrebbe dovuto mettere sull’avviso i tanti escursionisti che si recano in quella zona. Tanto più che Miriam e Raffaele non erano affatto sprovveduti, ma trovandosi in un nuovo ambiente non sono stati in grado di calcolare i rischi legati alla loro escursione.

Nessuno si è preoccupato di metterli sull’avviso. Per inciso la tragedia è aggravata dal fatto di essersi verificata in una zona turistica, dunque le autorità hanno il preciso compito di garantire la sicurezza dei luoghi, avvisare gli escursionisti dei possibili rischi nell’avventurarsi in determinate località quando avvengono episodi meteorologici eccezionali. La forte nevicata delle scorse settimane è avvenuta fuori stagione e soprattutto a bassa quota; e il repentino aumento delle temperature, del tutto eccezionale anch’esso (ci sarà pure qualcuno a dare l’allarme in questi casi?), hanno posto le premesse per la tragedia, che ripeto è stata una “tragedia annunciata”. Non diamo sempre la colpa alla Natura (indifferente al destino dell’uomo - lo diceva già il nostro Leopardi) o al cieco destino. La Natura, violentata dall’uomo, si ribella e tragedie come questa sono destinate a ripetersi fino a quando non prenderemo consapevolezza della crisi ambientale in corso”.

Ora si attende solo il ritorno della salma, che, "liberata" dal magistrato incaricato e sbrigate le ultime procedure burocratiche, ha iniziato il suo ultimo viaggio verso Cava de’Tirreni. Per decisione dei genitori, che hanno seguito le volontà di Raffaele, la bara raggiungerà il cimitero cittadino, dove sarà seppellito dopo un breve rito civile.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cava de' Tirreni, 47enne evade dai domiciliari: scoperta e arrestata

Evade dai domiciliari per poi essere sorpresa dai carabinieri e arrestata. E' accaduto a Cava de' Tirreni lo scorso 17 settembre. Protagonista dell'episodio è una 47enne, agli arresti domiciliari dall'11 ottobre 2017, già pregiudicata per analoghi reati e non solo. Come scrive il giornalista di cavese,...

Cava, furto al 3° circolo didattico dell'Annunziata: sottratti 17 computer

Ancora furti nelle scuole a Cava de' Tirreni. Due notti fa è toccato al plesso scolastico dell'Annunziata, dove ignoti hanno sequestrato ben 17 computer. Nello specifico, come riporta laredazione.eu, i ladri hanno prima forzato la porta secondaria dell'istituto, poi, una volta dentro, hanno divelto una...

Cassazione assolve Benincasa che torna sindaco di Vietri sul Mare

I giudici della Corte di Cassazione hanno annullato la sentenza di condanna inflitta in appello (lo scorso mese di gennaio) al primo cittadino di Vietri sul Mare, Franco Benincasa, nell'ambito del processo sul crollo del costone roccioso dell'Hotel Baia nel maggio del 2009. Per effetto della loro decisione,...

Podista di Salerno stroncato da infarto a Vietri: aveva 68 anni

Un podista 68 enne di Salerno è stato stroncato da un infarto ieri mattina dopo aver raggiunto Vietri sul Mare per una passeggiata salutare. Giannino Tuberosa, dopo aver preso un caffè in un bar lungo la strada stava rientrando verso casa quando è stato colto probabilmente da un infarto che non gli ha...

Molesta donna in metro: arrestato prete 73enne

Ha molestato una donna in metro, ma lei lo ha inseguito e lo ha fatto arrestare dalla polizia. E' accaduto stamattina a Roma alla stazione Termini. L'uomo, un 73enne inglese, è stato bloccato da una pattuglia del commissariato Villa Glori e ha anche opposto resistenza. E' stato arrestato con le accuse...