Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Vittorio martire

Date rapide

Oggi: 21 maggio

Ieri: 20 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaLa cronaca dello spaventoso rogo

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

La cronaca dello spaventoso rogo

Scritto da Il Salernitano (admin), mercoledì 20 agosto 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 20 agosto 2003 00:00:00

Ricostruiamo l'esatta dinamica dello spaventoso incendio, domato del tutto solo nella serata di ieri, che praticamente per due giorni ha stretto in una morsa di fuoco Monte Finestra ed alcune zone della località Corpo di Cava. Tutto è partito da un piccolo focolaio, avvistato verso le ore 12 di lunedì mattina, dal quale poi si è scatenato il putiferio: fiamme alte più di 7 metri, grosse nubi di fumo arrivate fino a valle, circa 5.000 ettari di macchia mediterranea distrutti, anche a causa delle sterpaglie secche che hanno agevolato notevolmente le fiamme. Erano, dicevamo, da poco passate le 12 dello scorso lunedì, quando da un punto di avvistamento è stato scorto del fumo proveniente dalla vallata al di sotto di Monte Finestra, precisamente da Casa Riceri, località della frazione Corpo di Cava. Sembrava il classico rogo appiccato in un fondo agrario per fare pulizia ed invece era un vero e proprio incendio, che si è subito propagato, assumendo proporzioni enormi. Ad aggravare maggiormente la situazione, già di per sé critica, il particolare che il luogo in questione è raggiungibile solo a piedi. Si è reso necessario, quindi, l'intervento dei mezzi aerei, impegnati in altri luoghi della provincia. Subito sono giunti sul posto l'ispettore Michele Lamberti, responsabile del Nucleo di Protezione Civile metelliano, accompagnato da due unità, l'onnipresente gruppo volontario delle Giacche Verdi, alcuni operai del Nucleo Antincendio della Provincia di Salerno ed il Corpo Forestale dello Stato. Accortosi che i vari focolai non potevano essere sedati a mano, Michele Lamberti ha allertato almeno due unità aeree per cercare di arginare la situazione. Intanto, le fiamme si erano alzate in modo spaventoso, con l'odore e la temperatura altissima divenuti insopportabili. Sprezzanti del pericolo, gli operatori giunti sul posto hanno effettuato varie operazioni di "taglia fuoco", cercando di delimitare l'incendio. Ed ecco giungere l'elicottero con secchiello della Forestale. Le altissime fiamme ed il fumo, che nel frattempo lambivano le case vicine, generando grande paura tra i residenti, sembravano quasi avvolgere l'elicottero. A dar man forte è arrivato poi un canadair, costretto, però, a causa di un guasto, a cessare la propria attività verso le ore 17. Intanto, il rogo aveva raggiunto anche la parte alta del monte. Lo spettacolo notturno delle fiamme, visibili ad occhio nudo dal centro città, era assolutamente terrificante. Focolai che si assopivano ed altri che nascevano. Alle ore 22 il responsabile Lamberti e gli operatori delle Giacche Verdi sono stati costretti a risalire al Corpo di Cava per effettuare alcuni sopralluoghi. Erano giunte, infatti, segnalazioni non solo dai residenti, ma anche dai proprietari delle varie attività ristorative del luogo, impauriti che l'incendio potesse ledere alle loro strutture. Il sopralluogo, invece, ha accertato che il rogo, allo stato in cui era, non poteva giungere a valle e quindi minacciare le abitazioni civili. Durante la mattinata ed il pomeriggio di ieri, poi, il canadair del Corpo Forestale dello Stato e gli altri mezzi aerei di soccorso hanno continuato a buttare dal cielo acqua sui vari focolai. La situazione è ritornata ad un'apparente normalità solo nelle prime ore della serata di ieri.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Cava de' Tirreni: auto prende fuoco in via Marconi

Brutto risveglio per i cittadini cavesi residenti in viale Marconi. Questa mattina intorno alle 7,40 un'auto parcheggiata negli stalli consentiti alle spalle dell'Hotel Victoria si è incendiata. Immediatamente sono stati allertati i Vigili del Fuoco che, prontamente, si sono recati sul posto e sono riusciti...

Omicidio Maiorano, il fratello di Nunzia a "La vita in diretta": «Vogliamo giustizia, non vendetta»

Ospite alla trasmissione "La vita in diretta", in onda su Rai Uno, Gianni Maiorano ha ripercorso i momenti salienti di quel tragico 22 gennaio, quando sua sorella, Nunzia, venne uccisa dal marito, Salvatore Siani. L'intervista si colloca il giorno dopo l'annuncio della data nella quale Siani si presenterà...

Cava de' Tirreni, omicidio Maiorano: il 12 luglio la sentenza del giudice

Salvatore Siani ha scelto il rito alternativo. Il barbiere 49enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie,Nunzia Maiorano, si presenterà dinanzi al gip Gustavo Danise il prossimo 12 luglio. Il giudice valuterà i soli elementi raccolti in fase...

Definì Gagliano “miserabile politico”, condannato Cirielli

Sono state ritenute offensive le dichiarazioni che il parlamentare Edmondo Cirielli rilasció all'indirizzo di Salvatore Gagliano (attuale Presidente della FIGC Campania) e per questo è stato condannato con le attenuanti generiche. I fatti risalgono all'aprile del 2011, quando l'onorevole Cirielli, in...

Cava de’ Tirreni, torna in carcere il boss Mario Bisogno

Torna in carcere il boss Mario Bisogno, da anni sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato. L'uomo, infatti, era già sottoposto al regime degli arresti domiciliari da oltre dieci anni, beneficio di cui godeva, anche perché riconosciuto invalido totale e...