Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Ireneo martire

Date rapide

Oggi: 15 dicembre

Ieri: 14 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaLa "città della bianca": tutto iniziò con i party di via Formosa

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

La "città della bianca": tutto iniziò con i party di via Formosa

Scritto da Il Mattino (admin), venerdì 29 giugno 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 29 giugno 2001 00:00:00

Tutti assuntori, vecchi e nuovi consumatori della polvere bianca, ma nessuno spacciatore. Il livello più basso della catena della coca Caracas-Salerno si è difeso così. Ieri mattina, nell'aula 28 del Palazzo di Giustizia a Salerno, il gip Michelangelo Francavilla ha ascoltato quattro degli indagati dell'operazione Bolivar, fra quelli detenuti agli arresti domiciliari. Giuseppe Mosca, l'insospettabile di Cava de' Tirreni, assistito dall'avvocato Silverio Sica, è stato l'unico ad avvalersi della facoltà di non rispondere ed a fare una dichiarazione spontanea, in cui avrebbe ammesso solo un passato da assuntore di cocaina.

L'attenzione degli investigatori è ora concentrata sull'individuazione di quei «clienti facoltosi», pronti a pagare caro una dose della polverina bianca. Quel giro di insospettabili che si rivolgevano, secondo gli inquirenti, agli arrestati, sicuri di poter avere a disposizione «nuovi jeans, una maglietta», come le definisce durante le conversazioni telefoniche Lucia Zullo, la donna indicata dalla Procura come la «distributrice» della droga nell'Agro.

E così in tanti sanno di poter essere tirati in ballo. Temono per quei brevi, ma ingombranti contatti con la cupola dell'organizzazione. Per ora si segue un frastagliato identikit dove il confine tra consumatori e complici è spesso labile. Si comincia con i tossicodipendenti «da strada», per passare ai «giovani fuori», che dal chiuso delle loro camerette provano la perversione. Ed ai rampolli insoddisfatti, che coltivando l'hobby della sniffata. La porta dell'orrido è a pochi passi. Si è aperta qualche mese fa sugli stretti vicoletti che collegano il centro alle zone residenziale.

Il viaggio verso il «paese della bianca» comincia proprio da una mansarda. In Via Formosa, in un pied-à-terre dove si riuniscono i figli della Cava-Bene, vengono ritrovati 80 grammi di cocaina. Andrea De Rosa, 32anni, imprenditore edile e proprietario della mansarda, viene incastrato. Durante il blitz della polizia viene trovata un'agenda con nomi e cognomi e relativi importi. Consumo personale è la tesi di De Rosa. Spaccio e coca-party è l'ipotesi degli inquirenti, che fanno riferimento ad un continuo via vai di noti tossicodipendenti. Qualche mese più tardi, ancora un'incursione. Fioravante Siani, detto «'u mattone», viene arrestato: nella sua baracca/garage in Via XXV Luglio, a pochi passi dalla sua abitazione, viene scoperto un deposito di droga. Iniziano i collegamenti per un traffico, quello degli stupefacenti, che frutta centinai di milioni. Si cercano di individuare i fornitori, i pesci grossi. Saltano fuori l'Agro, Milano e l'Est europeo, il ruolo di una donna, la femmina del pusher capace di gestire gli affari in città. Nello scenario degli insospettabili entrano anche loro: ragazzi, giovanissimi che organizzano una sorta di subspaccio, quello destinato ai coetanei nelle ville comunali e al corso principale. Scatta l'ora dell'orrore. Insieme alla droga, riti di iniziazione sadomaso per gli affiliati.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Altra bomba carta a Cava: si cercano due uomini

A poco meno di 24 ore dall'attentato al negozio di arredamento in via Vitale, un'altra presunta bomba carta è stata fatta esplodere in via Veneto intorno alle 00:15 di questa notte. Fortunatamente non ci sono stati feriti e l'unico danno è stato il portone di un palazzo della zona. I Carabineri del Reparto...

29enne di Cava de' Tirreni a processo per stalking: minacce e aggressioni all'ex fidanzata

Minacce di morte e violenze: è l'inferno che una ragazza ha subito nel corso dell'ultimo anno da parte dell'ex fidanzato, un 29enne di Cava de' Tirreni ora individuato dalla polizia e sottoposto agli arresti domiciliari con l'accusa del reato di stalking. Secondo quanto accertato, con condotte reiterate...

Cava, bomba carta esplode in un negozio di arredamento: si indaga

Momenti di panico in via Vitale a Cava de' Tirreni, dove nel cuore della notte è esplosa una bomba carta all'interno di un negozio di arredamento. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri di Nocera Inferiore, attualmente per fare luce sul caso. Secondo le prime ricostruzioni potrebbe...

Sporcizia e atti vandalici a Cava de' Tirreni: l'appello dei cittadini

Sporcizia e atti vandalici sono all'ordine del giorno a Cava de' Tirreni durante quest'inizio di dicembre. A lanciare l'allarme sono i numerosi cittadini cavesi che hanno segnalato la presenza di rifiuti, specialmente cartoni e bottiglie, nella villa Schreiber, proprio dove tempo fa sorgeva il "villaggio...

Cava de' Tirreni, allarme banconote false tra i commercianti

A ridosso delle festività natalizie torna l'allarme banconote contraffatte a Cava de' Tirreni. I casi, in questi ultimi giorni, si sono ripetuti con frequenza, facendo subito scattare l'allarme tra i commercianti. A farne le spese, finora, sono stati cinque esercizi commerciali cavesi (esercizi alimentari...