Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 ore fa S. Massimiliano K.

Date rapide

Oggi: 14 agosto

Ieri: 13 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Varietà: l'edizione 2018 del Gusta Minori in Costa d'Amalfi - Arte e Sapori di un territorio unico Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaIl padre di Luigi Ferrara lancia gravi accuse all'ospedale di Corfù

La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Il padre di Luigi Ferrara lancia gravi accuse all'ospedale di Corfù

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 28 agosto 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 28 agosto 2001 00:00:00

«È assurdo. Il paradiso delle vacanze per teen-agers si è trasformato in terzo mondo: mio figlio continuava ad avvertire lancinanti dolori al ventre ed alla schiena, era sdraiato su un lettino, abbandonato da più di 30 ore, intervallate da iniezioni di morfina per zittire i suoi lamenti. Capii che dovevo portarlo via, ma un neurochirurgo, consulente esterno alla struttura ospedaliera, ci ha chiesto l'onorario. Non una parcella fissa, ma un gioco al rialzo considerando quello che avevamo in tasca. Una sorta di dazio per uscire da quell'inferno». Francesco Ferrara - 50 anni, dipendente delle Ferrovie dello Stato, padre di Luigi, lo studente 19enne di Passiano rimasto vittima la scorsa settimana di un grave caduta da uno scoglio nell'isola greca di Corfù - racconta il suo incubo di padre costretto, di fronte al rischio di ritrovarsi suo figlio su una sedie a rotella, a scoprire l'altra faccia dell'«isola bianca». Dove la sabbia e il mare cristallino lasciano lo spazio al vuoto ed al pressappochismo dei servizi offerti dall'assistenza sanitaria pubblica. La sua testimonianza è molto di più: svela trame di omertà e piccoli espedienti. Che, avverte, dovrebbero mettere in guardia chiunque: «I cataloghi delle agenzie di viaggi dipingono Corfù (nella foto al centro) come la meta "più in" delle vacanze giovanili. Nascondono il vero volto di un paese della Comunità Europea a chiara vocazione turistica, dove non solo non si garantisce assistenza nei casi di emergenza, ma si specula sui casi disperati».

La disavventura di Luigi inizia mercoledì. In compagnia di quattro amici sta trascorrendo le sue vacanze premio per la maturità a Corfù. Quella mattina è in spiaggia e si diverte a tuffarsi da alcuni scogli, alti pochi metri. All'improvviso non si rialza dall'acqua: un impatto con il fondo roccioso lo immobilizza. «Sulla spiaggia non sono arrivati i mezzi di soccorso - racconta il padre - Per fortuna alcuni ragazzi inglesi hanno utilizzato delle parti di una barca, costruendo, così, una specie di barella improvvisata». Luigi viene trasportato all'ospedale pubblico di Corfù, dove alle sofferenze ed al timore per la probabile paralisi si aggiungerebbe la disperazione per la mancanza di un'adeguata assistenza. «Gli amici ci hanno avvertito subito - continua Ferrara - Erano impressionati per il trattamento in ospedale. Luigi era stato sottoposto a una visita superficiale, vista la gravità dell'incidente. E pur trattandosi di un'emergenza (codice rosso), per eseguire la Tac hanno dovuto sborsare 300mila lire. Nessuna copertura, nessuna possibilità di rimborso. Senza soldi nessuna radiografia». Intanto la famiglia - mamma Maria Grazia, papà Francesco e lo zio, l'ingegnere Armando Ferraioli, socio della Clinica Ruggiero - si è mobilitata. Tanti chilometri di distanza e solo notizie frammentarie. «I telefoni erano diventati di fuoco - ricordano - Abbiamo chiesto agli amici di Luigi di parlare con il medico. Si è presentato il neurochirurgo, uno specialista esterno alla struttura (priva del reparto in questione). Dapprima è sembrato molto disponibile. Ci ha detto che il ragazzo doveva essere trasferito ad Atene. E noi dovevamo decidere il da farsi». Ma il papà di Luigi decide di portare il figlio in Italia: «Abbiamo valutato tutte le possibilità, il trasporto in elicottero, l'aereo. Alla fine la più rapida e sicura è apparsa l'ambulanza ed il viaggio in traghetto. E l'Humanitas ha dato la sua disponibilità».

Luigi, secondo la testimonianza degli amici, da 30 ore era stato abbandonato in un lettino senza alcuna assistenza, se non la morfina che leniva i dolori. «Volevamo portarlo via, ma il medico ci ha fermato richiedendoci l'onorario. Prima ha fatto accenno ad una cifra, poi un'altra chiedendoci quanto avevamo in tasca. Un'assurdità fatta passare solo perché in quel momento eravamo preoccupati per le condizioni di Luigi. Mi chiedo cosa sarebbe successo a chi non ha le stesse disponibilità economiche. Abbiamo espresso il nostro disappunto al consolato». La corsa contro il tempo è riuscita alla perfezione. «Ringrazio i volontari dell'Humanitas e l'équipe di neurochirurgia dell'Umberto I, guidata dal professore Genovese. Mio figlio è stato operato dopo solo tre ore dal suo arrivo a Nocera. Il dottor Marino, che ha eseguito l'intervento, ci ha spiegato che altro tempo avrebbe potuto compromettere la sua completa guarigione. I frammenti ossei avrebbero potuto intaccare il midollo spinale e paralizzarlo». Eppure le trenta ore nell'ospedale di Corfù erano trascorse senza alcun allarme.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Furti a Cava: ciclomotori e garage nel mirino dei ladri

Sembra inarrestabile l'ondata di furti che sta mettendo sotto scacco la quiete di Cava de' Tirreni. Dopo abitazioni vengono presi di mira anche garage e ciclomotori, come testimoniano i vari episodi che si sono verificati nella serata di mercoledì, 8 agosto. Come riporta "La Città di Salerno", gli episodi...

Cava, consigliere Narbone sui social: «Basta atti vandalici che ledono l'intera collettività»

Dopo alcune settimane di pace, Cava de' Tirreni è di nuovo protagonista di atti vandalici, in particolare nella frazione di Passiano. A lanciare l'allarme il consigliere comunale Luca Narbone, il quale ha voluto sensibilizzare ragazzi e genitori con un lungo messaggio pubblicato sui social. «Premetto...

Cava, deteneva armi e munizioni: denunciato 59enne

Nel corso di specifici controlli amministrativi al fine di verificare la tenuta delle armi regolarmente detenute e registrate a Cava de' Tirreni e zone limitrofe, nel pomeriggio dell'8 agosto scorso, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni...

Cava de' Tirreni: topi d'appartamento in azione a Sant'Anna

La frazione di Sant'Anna di Cava de' Tirreni ancora nel mirino dei topi di appartamento. Tre tentativi di furto in casa si sono consumati nella giornata di domenica in via Vitale. Due sono stati sventati, uno, invece, è andato a segno. Secondo la ricostruzione dei fatti riferita dai testimoni alle Forze...

Incendi di sterpaglie a Cava: aria irrespirabile e cittadini chiusi in casa

Sempre più segnalazioni di incendi di sterpaglie a Cava de' Tirreni, principalmente nelle frazioni di Santa Lucia, Sant'Anna, Contrapone e San Martino. In alcuni casi, come riporta "La Città di Salerno", l'acre odore degli incendi arriva addirittura al centro città. Moltissime le lamentele dei residenti...