Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Claudio martire

Date rapide

Oggi: 20 febbraio

Ieri: 19 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaFurto in corsia, appello dei pediatri

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Furto in corsia, appello dei pediatri

Scritto da (admin), martedì 16 settembre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 16 settembre 2003 00:00:00

Nessun segno di effrazione. Chi ha messo a segno il colpo aveva la copia delle chiavi del reparto. Sapeva quando entrare in azione e che cosa portare via. Per gli agenti della Polizia locale, diretti dal vicequestore aggiunto Sebastiano Coppola, non ci sono dubbi. Gli autori - si presume che i ladri siano più di uno - del furto milionario realizzato nel nuovo reparto di Pediatria, al terzo piano del "Santa Maria dell'Olmo", vanno ricercati tra il personale. «I ladri hanno nelle loro mani una scheda video sofisticata ed insostituibile. Senza quel pezzo, non potremo curare i bambini affetti da patologie neurologiche. Chiediamo che ci venga restituita»: è l'accorato appello lanciato dai pediatri dell'ospedale cavese ai ladri che, nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, hanno portato via dalle corsie ancora chiuse al pubblico una serie di apparecchiature d'avanguardia: «Hanno rubato - spiega Mauro Budetta, responsabile del Polo di Neurologia pediatrica - una telecamera digitale ed un computer. Non si tratta di attrezzature di valore. Mi spiego meglio: i ladri ne potranno ricavare poco rivendendola ai ricettatori. Per noi, però, è insostituibile». Nel computer rubato era stata installata una scheda speciale, che viene usata solo per la lettura non stop dell'elettroncefalogramma: «Non possiamo farne a meno - continuano i pediatri - si tratta di un pezzo insostituibile. Sappiamo che forse sarà un tentativo a vuoto, ma chiediamo ai ladri di restituircela per il bene dei bambini ammalati». Secondo una prima ricostruzione fornita dalla Polizia, i ladri non sarebbero dei "visitatori" esterni, ma abituali frequentatori dell'ospedale. Ma non basta. Le indagini si concentrerebbero proprio attorno ai dipendenti, che, nella veste di talpa o di esecutori materiali, avrebbero sottratto l'apparecchiatura di ultima generazione, compromettendo, di fatto, l'avvio dell'attività del Polo di Neurologia pediatrica. Ad avvalorare quest'ipotesi investigativa ci sarebbero diversi indizi, venuti alla luce durante il primo sopralluogo eseguito alcune ore dopo la scoperta del fattaccio. I rilievi, eseguiti dagli uomini della Scientifica, hanno confermato che non ci sono segni d'effrazione: le porte e le finestre non sarebbero state manomesse. Ciò dimostra che chi è entrato per mettere a segno il colpo, lo ha fatto dalla porta principale, usando un doppione delle chiavi. Inoltre, il reparto, ancora chiuso al pubblico, era sottoposto, secondo una direttiva del direttore sanitario, ad una serie di controlli. Una precauzione risultata purtroppo inutile, perché i ladri conoscevano gli spostamenti dei "guardiani" e gli orari di controllo. Ma a dirottare le indagini su una pista interna ci sarebbe anche un altro indizio: l'obiettivo prescelto. I ladri, nonostante la possibilità di colpire al primo piano, e dunque a pochi passi dalla via di fuga dove si trovano gli uffici della Direzione, hanno preferito salire fino al terzo piano. Un rischio troppo alto per chi non conoscesse i movimenti dei dipendenti e dei pazienti. Riesplode la polemica, intanto, sulla mancanza di un drappello ospedaliero e di un servizio di vigilantes. Nei mesi scorsi, la dirigenza dell'Asl aveva inoltrato ai diversi presidi ospedalieri la richiesta per il reclutamento di personale interno, da impiegare come guardie giurate. Non si escludono, in merito, novità nei prossimi mesi.

rank:

Cronaca

Buche sull'asfalto nelle vie di Cava de' Tirreni: pericoli per auto e pedoni [FOTO]

Buche nell'asfalto che sembrano voragini e che costituiscono un pericolo per il via vai di persone e automobilisti. Parliamo di via della Quercia e via Petrellosa. Da tempo, infatti, i residenti si lamentano per le condizioni in cui versa il manto stradale. I numerosi fossi su di esso, infatti, determinano...

Locale "chiuso per lavori", ma era sotto sequestro: nuovi guai per gestori di Cava de' Tirreni

Ancora guai per due gestori di un noto bar-ristorante e discoteca di Cava de' Tirreni. Secondo la Procura di Nocera Inferiore, infatti, i due avrebbero sovrapposto alla scritta "Struttura sottoposta a sequestro", quella di "Chiuso per lavori". Durante la prima indagine, lo scorso dicembre, quando il...

Cede tetto del capannone ex Di Mauro: paura nella notte a Cava de' Tirreni

Tanta paura in serata a Cava de’ Tirreni dove, probabilmente a cause del forte vento, si è staccata parte della copertura dei tetti dei capannoni della fabbrica ex Di Mauro su via Vittorio Veneto. Necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale che hanno chiuso la strada al traffico...

Cava de’ Tirreni, furto aggravato di gasolio: denunciati padre e figlio

Nel corso di una mirata attività di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, in località Fiume della frazione di Santa Lucia, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni hanno sorpreso, in flagranza di reato,...

La Città chiude, è emergenza informazione in Provincia di Salerno

E' stata sciolta la società che edita il quotidiano La Città di Salerno e sospese le pubblicazioni. La notizia è circolata questo pomeriggio a tutti i redattori che stamattina, al ritorno a lavoro dopo cinque giorni di sciopero, avevano trovato chiusa la porta della redazione. Le Edizioni Salernitane...