Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 45 minuti fa S. Rita da Cascia

Date rapide

Oggi: 22 maggio

Ieri: 21 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronaca‘Condannate chi l'ha ucciso'

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

‘Condannate chi l'ha ucciso'

Scritto da (admin), venerdì 20 febbraio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 20 febbraio 2004 00:00:00

«Mia moglie non riesce ancora ad accettare la terribile disgrazia che ci ha colpito. Oggi, a distanza di mesi, la sorprendo a piangere mentre stringe in mano la foto del padre o quando a tavola, prima di fare le porzioni, si sofferma a guardare la sua sedia vuota». Il giorno dopo la notizia della consegna alla Procura della Repubblica degli esiti della perizia eseguita sul cadavere di Agnello Carrano, il pensionato morto per una banale lite, a parlare è il genero Giovanni Palma, con lui quella mattina nel cortile di Palazzo Coppola, teatro di una scena di inaudita violenza. «È morto per una stupidaggine, per difendermi da una brutale aggressione». Giovanni è al lavoro, come tutte le mattine, ma non nasconde che la sua vita, come quella dell'intera famiglia, è cambiata. Sua moglie Antonietta sta seguendo le fasi dell'indagine giudiziaria e le notizie rimbalzate sulla stampa, ma non parla. Non riesce a dare voce al suo dolore. «Ora come ora, chiediamo solo che si faccia giustizia e che i colpevoli siano puniti», si limita a dire. «Mio suocero - interviene il marito Giovanni - è sempre stata una persona onesta e mite. È morto senza motivo». Il lavoro degli inquirenti rappresenta per la famiglia Carrano l'unico motivo per ricordare una tragedia che ha sconvolto la loro esistenza. «Ci manca. Mio figlio - racconta Giovanni - continua a chiederci di lui e noi non possiamo fare altro che dire che è con Gesù. Ma chi non riesce a darsi pace è mia moglie Antonietta. La sorprendo spesso a piangere mentre stringe in mano la foto del padre». Agnello Carrano, originario di Vietri sul Mare, alle spalle una lunga carriera alla Carpenteria navale Gatto, viveva con il suo ultimogenito, ma a pranzo era ospite della figlia Antonietta. «Un rituale che si è spezzato - singhiozza lei - e di cui si sente la mancanza. Papà sedeva sempre a capotavola, per lui il primo piatto. Poi, dall'oggi al domani, senza un perché, ce l'hanno portato via». Giovanni rivolge un appello alle Forze dell'Ordine ed ai magistrati: «Vogliamo che venga fatta giustizia. Abbiamo apprezzato il lavoro degli agenti della Polizia locale e confidiamo nel lavoro della magistratura. Dobbiamo ringraziare i nostri avvocati, Alfonso e Marco Senatore, che stanno facendo di tutto affinché gli assassini di mio suocero vengano consegnati alla giustizia». Intanto, il magistrato Cassaniello non ha ancora dichiarato chiusa l'indagine. Dopo il deposito della perizia da parte del medico legale, il dott. Zotti, che confermerebbe l'esito dell'autopsia e dunque l'ipotesi di omicidio preterintenzionale, sono stati avviati gli interrogatori, nel corso dei quali saranno ascoltati diversi testimoni oculari. La posizione di Giuseppe Donnarumma, 28 anni, residente a Vietri Sul Mare, resta quella delle prime ore dopo il fermo. Il giovane, infatti, è ancora in carcere. Ma gli inquirenti non escludono che il prosieguo delle indagini possa produrre nuovi risvolti. Come si ricorderà, a quello che è stato definito dagli stessi investigatori come una sorta di raid punitivo partecipò anche una seconda persona. Lo stesso uomo che fu visto nel piazzale di Palazzo Coppola. Nelle prime ore dopo l'aggressione, a suo carico scattò una denuncia, mentre la sua posizione rimase al vaglio della Procura perché in quel frangente non esistevano gli elementi per ulteriori provvedimenti.

UNA MORTE ASSURDA

Quella terribile mattina di ottobre, Giovanni Palma aveva parcheggiato in un'area riservata dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Doveva sottoporsi ad un ciclo di cure. Secondo la ricostruzione fornita alla Polizia, una volta uscito, non avrebbe ritrovato la sua auto. Dalle parole di alcuni passanti scopre che la vettura era stata prelevata dal carro attrezzi e trasportata in un deposito di Nocera Inferiore. Giovanni decide di andare a parlare con il proprietario, ma al suo posto trova due dipendenti, che non vogliono ascoltarlo. Prende l'auto senza pagare, ma lascia le sue generalità per farsi recapitare la multa a casa. Viene raggiunto lì e davanti al portone inizia una vibrante discussione. Il suocero Agnello sente le grida e si precipita in strada. Viene colpito: cade e batte la nuca a terra.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Controlli a Nocera Inferiore: due arresti per spaccio di droga

Nella tarda serata di ieri, nel quadro dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Salerno al fine di arginare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, agenti della Polizia di Stato appartenenti al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera...

Cava, ladri in azione in località Starza: furto sventato dai residenti

Non si placano i furti a Cava de' Tirreni. L'ultimo si è verificato ieri sera in località Starza. Come riporta laredazione.eu, i militari dell'Arma dei Carabinieri di Nocera Superiore, durante un pattugliamento nella zona di Santa Lucia, hanno intercettato due auto su viale Randino, in direzione Nocera...

Spari a Cava de’ Tirreni, colpita una ragazza in piazza Abbro [FOTO]

Paura questa sera a Cava de' Tirreni. Intorno alle 22 e 30, da un'auto in transito a piazza Abbro sono stati esplosi alcuni colpi di pistola. Uno di questi ha raggiunto una ragazza davanti a un bar che si è accasciata al suolo. Attimi di terrore tra i presenti, tra cui molti giovanissimi e i bambini...

Cava, animali avvelenati a via Principe Amedeo: denunciato possibile responsabile

Ricordate gli episodi di avvelenamento di cani e gatti verificatisi a fine aprile in via Principe Amedeo, a Cava de' Tirreni? Dopo un mese, infatti, sembra che i residenti abbiano identificato e denunciato il possibile responsabile. Come riporta "Il Mattino", infatti, l'uomo era solito, sia nelle ore...

Cava de' Tirreni: auto prende fuoco in via Marconi

Brutto risveglio per i cittadini cavesi residenti in viale Marconi. Questa mattina intorno alle 7,40 un'auto parcheggiata negli stalli consentiti alle spalle dell'Hotel Victoria si è incendiata. Immediatamente sono stati allertati i Vigili del Fuoco che, prontamente, si sono recati sul posto e sono riusciti...