Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Giuseppe Calasanzio

Date rapide

Oggi: 25 agosto

Ieri: 24 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Gusta Minori 2019 vi aspetta in Costiera Amalfitana con "Accussì Natalea" il 29, 30 e 31 agosto 2019

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaClan Bisogno, in aula il trio delle estorsioni

Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Clan Bisogno, in aula il trio delle estorsioni

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 6 novembre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 6 novembre 2001 00:00:00

La prima verifica delle intercettazioni ambientali che accusano Vincenzo D'Elia, Pierangelo Pezzella e Guerino Lambiase, i tre presunti affiliati al clan Bisogno, è fissata per domani mattina. Il giudice Dilletto conferirà l'incarico ad un tecnico, che dovrà esaminare il materiale raccolto da Gerardo Pisapia, l'imprenditore/testimone antiracket, e decidere se inserirlo a titolo di prova nel fascicolo del processo. Si tratterebbe di dialoghi scottanti. Cassette registrate dal testimone chiave con puntuali stop sulle presunte intimidazioni e richieste. Pisapia, imprenditore impegnato nel ramo dei trasporti (aveva i suoi camion parcheggiati nel retro dello stadio comunale, di fronte alla curva sud), avrebbe consegnato agli inquirenti diverse registrazioni per provare il ricatto a cui era sottoposto: un pizzo quasi a cadenza quotidiana. Ma di modesta entità, dalle 50 alle 300mila lire, da versare durante incontri programmati. Fino al blitz del 17 novembre dello scorso anno. L'appuntamento era fissato per le 19. L'uomo, prima di raggiungere via Mazzini, luogo dell'incontro, avrebbe avvertito gli agenti della polizia locale. Ed una volta davanti alla tribuna dello stadio comunale Simonetta Lamberti (nella foto) avrebbe premuto il tasto del registratore. La zona era accerchiata dagli uomini della squadra anticrimine, che aspettarono il momento giusto per entrare in azione. I tre furono arrestati mentre afferravano le banconote. Per loro fu formulata l'accusa di estorsione con metodi camorristici. Di tutt'altro tenore la versione della difesa, che fin dalle prime ore dopo il fermo ha motivato la riscossione del denaro come il saldo di un credito, acceso in seguito all'acquisto di una cabina per camion. Diversa anche la posizione dei tre imputati: per Lambiase, l'unico a non avere pendenti per associazione camorristica, il giudice ha interrotto nei mesi scorsi la custodia cautelare in carcere. Per gli altri due, invece, l'accusa ha chiesto l'acquisizione della sentenza di condanna nel processo Bisogno più 44 per provare l'imputazione del 416 bis. Nel corso della prima udienza dibattimentale, tenutasi il 27 ottobre scorso, sia l'accusa, rappresentata in aula dal pm Filippo Spiezia, che la difesa (Marco e Maurizio Mastrogiovanni, legali di Lambiase, Giovanni Annunziata, difensore di Pezzella, e Rodolfo Viserta, avvocato di D'Elia) furono concordi nella scelta di affidare ad un esperto il compito di riascoltare e trascrivere il contenuto delle registrazioni. Sull'attendibilità dei dialoghi una parola definitiva dovrà dirla la consulenza tecnica, pronta non prima di 30 giorni.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Rifiuti sul sagrato del Santuario di Cava: scatta la polemica dei cittadini

La scarsa sensibilità di alcuni non lascia indenne dal degrado nessun luogo, nemmeno un luogo sacro. A farne le spese, questa volta, è il sagrato del Santuario Francescano di San Francesco d'Assisi e Sant'Antonio da Padova che, dopo l'ennesimo sabato di movida, è stato trasformato in una discarica a...

Cava de' Tirreni: nuovo no al carcere per l'ex vicesindaco Polichetti

Nuovo "no" al carcere per Enrico Polichetti, l'ex vicesindaco Cava de' Tirreni accusato di scambio elettorale politico mafioso. Tre ore, infatti, non sono state sufficienti per confutare "adeguatamente gli ulteriori elementi" prodotti dall'Antimafia. Con queste motivazioni la Corte di Cassazione, come...

Controlli alla movida a Cava, Servalli: «La sicurezza dei nostri giovani è un bene primario»

Nell'ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, preordinati dall'amministrazione Servalli, con particolare riguardo ai luoghi e alle attività della movida cavese, a partire dalle 23 di ieri venerdì 23 agosto, e fino a notte inoltrata, è stato svolto una operazione congiunta da parte...

Furgone senza controllo: 77enne salernitano muore schiacciato in Irpinia

Tragedia a Montemarano, dove un 77enne originario di Roccapiemonte, ma residente da anni a Castel San Giorgio, travolto da un automezzo di proprietà di una ditta di fuochi d'artificio di Cava de' Tirreni. L'uomo (M.B. queste le sue iniziali) si era recato nel paese irpino per partecipare allo spettacolo...

Cava, rapina in negozio di abbigliamento: commerciante si vendica sui social

Entra in un negozio per sottrarre un capo d'abbigliamento. Pensa di averla fatta franca, ma la titolare dell'esercizio commerciante pubblica su facebook le immagini delle telecamere di videosorveglianza per incastrarla. A riportare la notizia il quotidiano "Il Mattino". La vicenda è avvenuta in un negozio...