Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Giacomo martire

Date rapide

Oggi: 22 aprile

Ieri: 21 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaChoc al Tengana il titolare si difende

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Choc al Tengana, il titolare si difende

Scritto da (admin), lunedì 3 gennaio 2005 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 3 gennaio 2005 00:00:00

Incredulità e rabbia dopo la terribile notte di Capodanno al locale "Tengana", dove l'esplosione di un petardo tra i tavoli ha provocato 8 feriti. Il più grave un ragazzo napoletano, che ha subito la frattura della tibia e la perdita dell'udito. «Ho trascorso tutta la notte insieme al papà del giovane ferito - dice Giovanni Lamberti, titolare del Tengana - e la mattina gli ho fatto visita in camera, facendogli recapitare una sostanziosa colazione». Era stato proprio lui, alla vigilia di Capodanno, a lanciare la campagna "Veglione Sicuro". E così, quando gli si chiede dell'esplosione avvenuta nel suo locale, le sue prime parole sono per il ragazzo napoletano ed i suoi cari: «Sono davvero costernato, anche perché io, a differenza dei tanti legati alla tradizione partenopea, odio i botti perché so quanto possono essere pericolosi». Accantonati il rammarico e l'inevitabile dose di sconforto, Lamberti prosegue con una prima ricostruzione della notte di San Silvestro: «Allo scoccare della mezzanotte sulla terrazza si è cominciato a sparare. È evidente che in una serata come quella di Capodanno c'è molta euforia. Noi del locale avevamo preparato solo dei bengala, delle stelline di Natale come coreografia, e comunque tutto più che sicuro, visto che insieme ai clienti c'era tutta la mia famiglia, anche i miei nipotini. All'improvviso c'è stata l'esplosione. Non so che tipo di botto è stato sparato, né tanto meno chi lo abbia portato nel mio locale. C'è da dire che noi non perquisiamo i clienti all'ingresso. Ne è una prova il fatto che abbiamo visto alcuni clienti entrare con buste di plastica. Solo dopo ci siamo accorti che avevano portato delle bottiglie di spumante per brindare al nuovo anno». Dopo il sopralluogo della Scientifica al locale, eseguito nelle prime ore dopo l'esplosione per rilevare tutti gli elementi di prova senza che la scena potesse essere in qualche modo "manomessa", il signor Lamberti si è recato al Commissariato per apprendere di persona i primi risultati delle indagini. «Gli accertamenti della Scientifica - racconta Lamberti - hanno dato esito negativo. Non hanno trovato nulla che potesse aver provocato quella esplosione. C'erano solo botti di piccola portata: i classici bengala di fine anno e le stelline. Ma sono stato io stesso a precisare che ho visto qualcuno sparare anche le cosiddette cipolle, ben più pericolose. Ripeto: non so come, ma le hanno portate all'interno del locale». Nella lunga settimana dell'ultimo dell'anno l'associazione "Torquemada", che riunisce alcuni gestori dei locali pubblici, aveva lanciato la battaglia sul Veglione sicuro. Tra i gestori, uno dei più attivi era stato lo stesso Giovanni Lamberti, da tempo in prima linea per difendere i sacrifici dei gestori e gli interessi del popolo della notte. Con un comunicato, stilato con la consulenza dell'avv. Pasquale Adinolfi (rappresentante legale di "Torquemada"), avevano denunciato la presunta mancanza, da parte degli Enti locali e delle Forze dell'Ordine, di controlli in alcuni locali che, pur senza regolare autorizzazione e privi dei requisiti minimi di sicurezza, organizzavano durante le feste natalizie, ed in particolare per la notte di San Silvestro, spettacoli musicali ed intrattenimento. Secondo "Torquemada", questi locali cosiddetti abusivi rappresentavano una sorta di affronto nei confronti dei tanti gestori che, sia pur con sacrifici, si sono adeguati alla normativa vigente, ma soprattutto un rischio per l'incolumità dei clienti. La denuncia riguardava anche l'apertura di nuovi locali che, a detta dei gestori di "Torquemada", funzionavano senza il parere della Commissione di Vigilanza. Da qui l'invito al popolo della notte a frequentare solo i locali sicuri. In una lettera del 9 dicembre, l'Amministrazione comunale aveva reso noto l'elenco dei locali pubblici (11 in tutto) autorizzati a fare spettacoli di intrattenimento e musicali. Nella lista figurava tra gli altri anche il Tengana.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...