Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 30 minuti fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaCavamarket nuovi guai per Della Monica

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Cavamarket, nuovi guai per Della Monica

Scritto da La Redazione (admin), venerdì 23 marzo 2012 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 23 marzo 2012 00:00:00

Beni immobiliari dal valore di oltre 3 milioni di euro trasferiti ad altre società collegate per sottrarli ai creditori del gruppo ed alla curatela fallimentare. Antonio Della Monica ed altre sei persone sono state iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di bancarotta fraudolenta aggravata. Il provvedimento di sequestro preventivo del patrimonio è stato disposto dal Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il blitz è scattato nella giornata di ieri a Napoli, quando il nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza ha posto i sigilli su 42 box auto ed un’intera area interrata (all’interno della quale erano in corso lavori per la creazione di ulteriori 100 posti) siti nella zona di Fuorigrotta. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi nei confronti di: Antonio Della Monica, Salvatore D’Andrea, Antonio Scelzo, Anna Forte, Simone Di Maio, Michele Del Regno e Francesco Fusco.

Portato avanti da oltre un anno, il lavoro investigativo delle Fiamme Gialle ha messo in evidenza che i beni sequestrati nel capoluogo partenopeo erano originariamente di proprietà della “Trade Real Estate S.r.l.”, l’immobiliare del gruppo Cavamarket (destinataria lo scorso giugno della dichiarazione di fallimento per circa 100 milioni di euro), poi trasferiti, tramite una serie di operazioni societarie preordinate, alla “Value S.r.l”, società riconducibile alle famiglie D’Andrea e Della Monica e nata dalla scissione proprio della “Trade Real Estate S.r.l.”.

Il giro d’affari, però, non sarebbe terminato qui, tant’è che il “bottino milionario” sarebbe poi stato strumentalmente dirottato verso la “Nautica Domus e dintorni”, società cooperativa con sede a Napoli, senza però che vi fosse l’effettivo pagamento del prezzo pattuito. Il tutto, ancora, mentre che per la stessa società “Value” era in dirittura d’arrivo la dichiarazione di fallimento ed in costanza del già accertato stato di insolvenza di tutto il Gruppo “Cavamarket - Hdc”.

L’operazione si inserisce nell’ambito dell’inchiesta madre che lo scorso anno ha portato all’emissione di 12 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettanti soggetti ritenuti, in concorso tra loro, responsabili di più fatti di bancarotta fraudolenta aggravata dalla rilevante entità del danno patrimoniale in relazione al fallimento del gruppo che faceva capo al patron Della Monica ed alla famiglia D’Andrea.

Il nocciolo della questione risulterebbe essere costituito dalla cessione in fitto da parte della “Gds” (altro ramo aziendale di Cavamarket) di 8 punti vendita (tra cui 2 di Cava de’ Tirreni) alla “2C S.p.a.” di Rosario Caputo e Carlo Catone, pochi giorni prima del fallimento del Gruppo. Secondo la Procura, in questo caso, nessuna somma sarebbe mai stata corrisposta per il fitto e la società guidata dagli esponenti casertani, assumendo alle proprie dipendenze i lavoratori dell’“Hdc” e tutte le merci residuali, avrebbe previsto un prezzo, comunque mai versato, inferiore al reale valore di bilancio.

Per questa che risulta essere l’inchiesta principale, il pm Francesco Rotolo avrebbe richiesto al Gup del Tribunale di Salerno, Dolores Zarone, il rinvio a giudizio per ben 22 imputati: Antonio Della Monica (patron di Cavamarket S.p.a e già coinvolto nel crac Alvi); Raffaele, Salvatore, Marcello, Giovanni, Massimo, Vincenzo e Roberto D’Andrea (componenti della famiglia cavese D’Andrea, legata inoltre da un rapporto di parentela con lo stesso Della Monica); Marco Senatore (ragioniere di Cava de’ Tirreni); Rosario Caputo e Carlo Catone (esponenti della “2C S.p.a”); Raffaele Capasso (docente universitario); Giuseppe Esposito, Giovanfrancesco Capasso, Maria Immacolata Apicella, Lucio Stabile, Luigi Lamberti, Francesco Fusco, Adolfo Accarino, Raffaele Giglio e Domenico Rapisarda.

Per tutti loro l’accusa è di bancarotta fraudolenta aggravata dalla notevole entità del danno patrimoniale. Secondo gli inquirenti avrebbero creato un giro societario finalizzato ad evitare che i creditori potessero rifarsi sul patrimonio dell’azienda. L’udienza è stata fissata per il prossimo 27 aprile.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale col fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo - al di là del fatto che sia il cognome in comune con un parente -, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...