Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaCava, capodanno da incubo per una ragazza: «Locale sovraffollato, rischiata la tragedia»

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Cava de' Tirreni, Capodanno, locale

Cava, capodanno da incubo per una ragazza: «Locale sovraffollato, rischiata la tragedia»

Una ragazza ha raccontato dei problemi riscontrati nel trascorrere la serata del 31 in un locale del centro di Cava de' Tirreni, dopo aver prenotato in anticipo un tavolo per ventiquattro persone

Scritto da (redazioneip), giovedì 2 gennaio 2020 08:14:46

Ultimo aggiornamento giovedì 2 gennaio 2020 08:14:46

Locale sovraffollato e notevoli disagi durante la notte di Capodanno. A denunciare questa situazione è una ragazza, Miria, che racconta dei problemi riscontrati nel trascorrere la serata del 31 in un locale del centro di Cava de' Tirreni, dopo aver prenotato in anticipo un tavolo per ventiquattro persone.

«Notte di Capodanno in un locale a Cava de'Tirreni. - esordisce la ragazza - Organizziamo un tavolo di 24 persone pagando 30€ a testa, fin qui tutto normale. Ci avvisano che essendoci circa duemila persone avremmo dovuto presentarci davanti al locale entro l'una di notte, e così abbiamo fatto. Ecco lo scenario al nostro arrivo: una quantità immane di persone ammassate davanti all'ingresso del locale, nessuna transenna, nessun servizio d'ordine, nessuna fila, solo un'orda di gente stipata in quella piazzetta. Cerchiamo di formare una fila tra noi del tavolo, in circa un'ora riusciamo ad arrivare quasi davanti all'ingresso tra spintoni e urla di rabbia della gente. L'ingresso era largo un metro che veniva chiuso a tratti da due bodyguard intenti a urlare e insultare le persone che avevano pagato e avevano il diritto di entrare, mentre facevano entrare persone a caso. Nessuna lista, la "selezione" era la seguente :" Uno, due, tre, quattro, cinque, entrate!" indicando gente random».

«Io ero intenta ad evitare un signore ubriaco fradicio che insultava i salernitani con cori, spingendo e strattonando (mi è arrivato un simpatico ceffone in faccia da questo soggetto). - continua la giovane - Un altro premio nobel ha deciso di improvvisarsi Newton testando le leggi della fisica e lanciando una bottiglia di plastica mezza piena in mezzo alla folla e prendendo in testa un ragazzo. Arrivata a questo punto, in fila da circa due ore e mezza al freddo schiacciata e con i gomiti di altre persone nei miei reni, con i piedi a tratti sollevati da terra perché tanto venivo sorretta dalla gente che spingeva, rischiando di cadere dalle scale e spaccarmi la faccia più volte (perché ovviamente in queste situazioni viene fuori l'istinto primordiale dell'essere umano, che lascia ogni briciolo di buon senso e inizia a spingere e a cercare la rissa), decido di chiamare il 112. Mi dicono di chiamare il commissariato di Cava».

«Chiamo, spiego la situazione e che mi sentivo soffocare, chiedo di inviare qualcuno per far sgomberare il posto, mi viene detto di allontanarmi. - continua Miria - Alle 4:15 siamo riusciti ad andare via. È passato poco più di un anno dall'incidente di Corinaldo, l'anno scorso avevano tutti la paura di essere denunciati e hanno aumentato i controlli e semplicemente rispettato le norme di sicurezza. È mai possibile che basti un anno per dimenticare tutto e tornare ad essere i soliti sciacalli delinquenti?! L'importante è fare più soldi, chi se ne frega se intanto la gente fuori rischia di morire schiacciata per colpa della loro incompetenza».

«A me è stata schiacciata una mano, niente di grave. - conclude la ragazza - Bastava che qualcuno perdesse l'equilibrio, che qualcuno rispondesse male agli insulti e agli strattoni di quell'ubriaco, che quella bottiglia di plastica prendesse l'occhio di qualcuno, bastava una minima scintilla per sfiorare una tragedia. Fortunatamente non è successo, ma c'è bisogno che la gente sappia, che questi criminali non si sentano legittimati ad infrangere la legge in questo modo solo perché chissà per quale miracolo nessuno si è fatto male, devono sapere che non possono uscirne illesi. Non si possono aspettare i prossimi ragazzini morti per colpa della disorganizzazione degli altri prima di fare qualcosa. E soprattutto che le forze dell'ordine controllino maggiormente il territorio».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Tenta di spegnere incendio e muore. Tragedia a Cava de' Tirreni

Tragedia nei pressi della storica Badia di Cava de' Tirreni, dove questa sera un uomo ha perso la vita mentre cercava di spegnere un incendio. Come riporta "Salerno Today", l'uomo, le cui generalità non sono ancora note, avrebbe cercato di spegnere le fiamme scaturite da un incendio provocato da cause...

Lasciò l’auto a Cava e fece perdere le tracce, dopo 27 anni dichiarata morte presunta per idraulico

Scomparve senza lasciare traccia nel lontano 1993. Dopo 27 anni la prima sezione civile di Salerno ha dichiarato la morte presunta di Antonino Izzo, il 31enne idraulico originario di Campagna. A riportare la notizia è "Il Mattino". L'uomo ricevette una telefonata da un uomo che, presentandosi come ingegnere,...

Fermato con mazza da baseball e coltello: nei guai 26enne di Cava de' Tirreni

A Ercolano, ad un posto di controllo, i Carabinieri della locale tenenza hanno denunciato un 26enne incensurato di Cava de' Tirreni. Stando a quanto appreso, il 26enne cavese era in possesso di un coltellino a scatto di 19 cm e di una mazza da baseball per "difesa personale". Adesso dovrà rispondere...

Falsifica referti per visite private a casa sua: nei guai medico Asl di Cava

Falsificava referti per visite private a casa sua, con tanto di pagamento. Nei guai un medico operativo presso la Neuropsichiatria Infantile della sede Asl di Cava de' Tirreni. Come riporta il quotidiano "Il Mattino", il dottore- in qualità di incaricato di pubblico servizio - avrebbe compilato cartelle...

Maltratta e tenta di soffocare la moglie: 53enne di Cava rischia processo

Guai per il 53enne di Cava de' Tirreni accusato di lesioni e maltrattamenti contro la moglie. Stando alle accuse, il marito sfogava continuamente la sua indole violenta e gelosa contro la vittima, costretta a subire aggressioni e scariche di botte senza ragioni, addebitandole comportamenti oltraggiosi...