Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Adalberto vescovo

Date rapide

Oggi: 23 aprile

Ieri: 22 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaBombaroli condannati e liberi

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Bombaroli condannati e liberi

Scritto da (admin), giovedì 12 giugno 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 12 giugno 2008 00:00:00

Scelgono di patteggiare la pena, condannati i bombaroli: 1 anno e 8 mesi per il 23enne Daniele Tortora di Nocera Superiore, 1 anno e 4 mesi per il 21enne Simone Vaticone di Nocera Inferiore, entrambi arrestati nel febbraio scorso dagli agenti del Commissariato di Polizia in quanto esecutori materiali dei tre attentati registratisi nel luglio 2007 ai danni della videoteca "Cine & Città", dell'agenzia di pompe funebri "La Metelliane" e del negozio di casalinghi "Emporio 2004". Il Gup (Giudice per le udienze preliminari). Vito Di Nicola ha accolto la richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori (gli avvocati Michele Sarno per Tortora e Carmela Maiorino per Vaticone).

Ieri mattina, alle 9.30, i due giovani sono comparsi in aula davanti al Gup Di Nicola. Per loro il pm dell'antimafia Cassaniello, titolare delle indagini, aveva chiesto il giudizio immediato. D'accordo nella stessa linea difensiva gli avvocati della difesa, che hanno chiesto di patteggiare la pena. Intorno alle 13, dopo ben 4 ore di discussione, il giudice ha emesso la sentenza: 1 anno e 8 mesi per Tortora, al quale era stato contestato un quarto episodio incendiario (come si ricorderà, la notte degli arresti gli agenti avevano trovato nel suo garage un altro pacco bomba pronto per essere piazzato); 1 anno e 4 mesi, invece, per Vaticone (al quale era stato contestato solo l'attentato al negozio di casalinghi "Emporio 2004"). Ad entrambi la pena è stata sospesa, accolta l'istanza di scarcerazione.

Tortora e Vaticone furono arrestati il 5 febbraio scorso grazie al capillare lavoro investigativo degli uomini del Commissariato di Polizia, diretto dal vicequestore Pietro Caserta. Insieme a loro furono acciuffati in flagranza di reato Guglielmo Mandiello e Vincenzo Carbone, in occasione dell'attentato all'infortunistica Della Brenda (per gli inquirenti sono a loro contestati anche gli attentati alla Croce Verde, all'agenzia di pompe funebri La Comunale ed al negozio di articoli cinese). Ad assoldarli, secondo gli investigatori, un altro giovane di Nocera, Alessandro Marrazzo, arrestato in un albergo di Roma, che chiamava i suoi "complici" indicando il luogo ed il giorno in cui dovevano agire: il tutto per un compenso di circa 30 euro. Anche per loro si è conclusa la fase delle indagini ed a breve prenderà il via il processo. Resta per tutti e 5 gli imputati l'aggravante dell'agire con metodo camorristico, contestata nei capi d'accusa. Con le prime condanne prenderà il via anche il procedimento civile avviato dalle vittime degli attentati (nella fattispecie il proprietario della videoteca "Cine & Città" e dell'agenzia di pompe funebri "La Metelliana"). Gli avvocati hanno annunciato di chiedere il risarcimento danni e di avvalersi del fondo vittime della mafia. Costituzione di parte civile anche per l'Amministrazione comunale.

Il Mattino

Risarcimento danni per il Comune
Il Comune di Cava de'Tirreni comunica che si è concluso il processo a carico di Daniele Tortora e Simone Vaticone, condannati per gli attentati dinamitardi ai danni di alcune attività commerciali cavesi. Nella fattispecie, gli imputati avevano richiesto il processo per direttissima. L'Amministrazione ha deliberato di costituirsi parte civile nel processo e ha ottenuto il riconoscimento del danno all'immagine, così come formulato negli atti prodotti dall'Ente, che verrà rimborsato con una somma di 1.000 euro per le spese processuali.

«E' una sentenza importantissima - afferma il Sindaco di Cava de'Tirreni, Luigi Gravagnuolo - Il giudice ha riconosciuto che attività estorsive abbiano come vittime non solo gli imprenditori e gli esercizi commerciali colpiti, ma anche la città nel suo insieme, la sua immagine e la sua capacità di attrarre imprenditoria e turismo. Auspico che questa condanna possa costituire un forte deterrente per quanti avessero in animo di immaginare di compiere atti del genere, perché vedranno una Pubblica Amministrazione impegnata fortemente a contrastarli. Inoltre, mi auguro che venga preso il primo livello, ossia i mandanti di questi ragazzi, che costituivano solo la manovalanza».

«E' stata fatta giustizia con una velocità esemplare - sottolinea l'Assessore alla Qualità della Sicurezza, Alfonso Senatore - così come esemplare è stata la sentenza. Ancora una volta la magistratura ha dimostrato di essere a fianco ad Amministrazioni che hanno il coraggio di combattere in prima linea la delinquenza. Questa sentenza, che ha certamente costituito un apripista a tutela della giustizia e del rispetto della legalità, sarà certamente da monito a chi pensa di venire sul territorio cavese, nel tentativo di spadroneggiare e sottomettere i cittadini cavesi». «Vorrei ringraziare gli avvocati dell'Ente - spiega l'Assessore alla Qualità del Disegno Urbano e Contenzioso, Rossana Lamberti - i quali, pur oberati di lavoro, hanno redatto in pochissimo tempo l'atto di costituzione e presentato le ragioni dell'Amministrazione, in modo che potessero essere recepite dal Tribunale. Spero che i due giovani riescano a trovare la forza per reinserirsi in un contesto sano ed all'insegna della legalità».

L'addetto stampa Mariella Sportiello

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...