Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Isidoro vescovo e martire

Date rapide

Oggi: 4 aprile

Ieri: 3 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Isoliamo il virus, le regole da seguire "Tutti insieme" per vincere la battaglia al COVID-19

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaBarionissi, Grazia Biondi sfrattata: sarà ospitata dall'associazione "Orizzonti Onlus"

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Barionissi, Grazia Biondi sfrattata: sarà ospitata dall'associazione "Orizzonti Onlus"

Scritto da (Redazione), giovedì 3 ottobre 2019 10:24:55

Ultimo aggiornamento giovedì 3 ottobre 2019 10:24:55

di Patrizia Reso

La storia di Grazia Biondi - ricordiamo che ha denunciato la violenza domestica che ha subito da parte del marito - è ricca colpi di scena ad effetto, che incidono puntualmente sul suo nuovo equilibrio faticosamente riacquisito, da renderlo vacillante.

Sembra che l'ultimo atto di questa commedia tutta all'italiana si è compiuto il 30 settembre scorso. Credo che in nessun Paese del mondo si possa togliere, per legge, una casa acquistata anche i propri averi, a una donna dopo la separazione, per giunta malata. Credo che sia un caso più unico che raro.

A prescindere da qualsiasi considerazione, comunque mi sarebbe piaciuto essere presente nel momento in cui è arrivato l'Ufficiale Giudiziario, per espletare il suo compito.

La primavera scorsa eravamo in tante nei pressi dell'abitazione in cui risiedeva Grazia Biondi, pronte a darle il nostro sostegno e supporto, materiale e morale, in occasione della prima ingiunzione. Quel giorno abbiamo visto arrivare diverse persone: l'Ufficiale Giudiziario, la squadra di operai ingaggiata con ogni probabilità per scardinare le vecchie serrature d'accesso all'immobile e sostituirle con le nuove, l'ex coniuge, suo figlio di primo letto, forse avvocati... Erano in tanti, per mettere alla porta una donna, ma noi eravamo di più e, forse, la nostra presenza ha inciso sul rinvio dell'esecuzione dello sfratto. C'era comunque il rischio di brutte figure agli occhi di troppi testimoni. Non so, è solo una supposizione. C'è pure l'ipotesi di una programmazione scientifica per prolungare l'agonia psicologica di Grazia ... Anche questa una supposizione, legata prevalentemente a parole dell'ex coniuge: "Ti devo distruggere".

Oggi ho solo una certezza, quella della meraviglia (forse della rabbia) che si sarà manifestata lunedì mattina quando si è presentato lo stesso drappello per rendere esecutivo questo sfratto ed hanno trovato solo l'avvocato di Grazia, pronto alla cessione delle chiavi. Forse si aspettavano una Grazia che si strappava i capelli, che si incatenava al cancello, circondata da donne scalmanate impegnate in un pittoresco flash mob. Tutto questo non è avvenuto perché, mentre loro si impegnavano ad applicare diligentemente la legge, noi, con Grazia in primis, svolgevamo una conferenza stampa presso la sede di Manden, presieduta dalla stessa Grazia, come Assemblea Permanente delle donne di Salerno e provincia, che racchiude una rete territoriale di realtà associative, tutte attive.

Una conferenza stampa nata con l'intento di sottolineare la carenza di interesse, e politico e legislativo, per la condizione di estrema fragilità in cui versa una donna che sopravvive a violenze domestiche, da renderla anche invalida in molti frangenti non sfociate solo per un caso fortuito in femminicidio. Alla fragilità tutta interiore, si somma quella materiale di non avere un'autonomia finanziaria, vuoi perché ha rinunciato ad un lavoro per crescere i figli, vuoi perché ha creduto nell'altro prestando la propria collaborazione, vuoi per la povertà occupazionale vigente o per avere un'età ingrata non più appetibile per un mercato già saturo. Resta il fatto che questa donna deve non solo ricostruirsi ma si deve anche arrabattare dalla mattina alla sera per sopravvivere in una società che ignora completamente le sue condizioni.

Il caso di Grazia è lapalissiano: ha dovuto rinunciare alla, anche sua, abitazione.

No, Grazia non si è fatta trovare né incatenata né disperata. No, non ha chiamato le donne dell'Assemblea Permanente per formare una catena umana attorno all'abitazione, sarebbe stato molto scenografico. Nulla di tutto questo! Grazia, da donna di legge, dato che è avvocato, ligia alle regole civili e rispettosa di quelle dello Stato, ha pensato che la cosa più opportuna da fare era proprio lasciare quella casa, come le ha imposto una legge, anche se ingiusta. Ha lasciato quella casa con tutto dentro, tranne le sue poche cose che l'accompagneranno in dimore inizialmente itineranti, in un secondo momento più stabili, presso comunità o case famiglia che si sono offerte di accoglierla, da Nord a Sud.

Ha lasciato tutto, anche cibo nel frigo, d'altronde dove avrebbe depositato o riposto?

Da qui la mia immaginazione ha iniziato a cavalcare e mi sono figurata tanti volti scolpiti nell'incredulità, certi di trovare una donna disperata, invece con la sua presenza e partecipazione alla conferenza stampa ha dimostrato tutta la dignità che una donna può indossare.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Covid-19, secondo decesso a Cava. Servalli: «Stiamo pagando un caro prezzo»

Oggi è un giorno triste a Cava de' Tirreni per la scomparsa del maresciallo dell'Arma Raffaele Palestra, 51 anni. L'uomo, secondo contagiato, in ordine cronologico, della città metelliana, si è spento intorno alle 22:30 di ieri a causa di complicazioni respiratorie e renali. Si tratta, dunque, della...

Cava piange la seconda vittima per Coronavirus: morto maresciallo dell'Arma

Una brutta notizia è arrivata nella serata di ieri. Non ce l'ha fatta il maresciallo dell'Arma Raffaele Palestra, 51 anni, secondo contagiato, in ordine cronologico, di Cava de' Tirreni. Si tratta, dunque, della seconda vittima nella città metelliana, dopo l'83enne Antonio Milite, deceduto lo scorso...

Sindaco di Cava: «Prossimi tamponi decisivi per capire l'andamento del contagio in città»

Nessun nuovo contagio di Covid-19 registrato quest'oggi a Cava de' Tirreni. A confermare la notizia è stato il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, nel consueto video serale di approfondimento pubblicato su Facebook. «Oggi è una giornata importante - ha dichiarato Servalli -, perché abbiamo...

In strada senza motivo, i Carabinieri di Cava sanzionano otto persone

In questi primi giorni di aprile, i carabinieri di Cava de' Tirreni hanno contestato diverse violazioni alle restringenti norme pro Covid-19, a testimonianza che ci sono ancora diversi cittadini cavesi che se ne infischiano delle regole e continuano ad uscire liberamente per la città senza giusto motivo....

Ancora cittadini in strada, Sindaco di Cava furioso: «Non vanifichiamo gli sforzi fatti finora»

Centinaia di appelli, inviti per restare a casa sono stati vani a Cava de' Tirreni, dove, nella giornata di ieri, sono state segnalate e multate diverse persone che passeggiavano per le strade cavesi senza un valido motivo. Uno scenario che stride in un'epoca connotata dalle severe restrizioni imposte...