Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 ore fa S. Saba martire

Date rapide

Oggi: 24 aprile

Ieri: 23 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAttentato dinamitardo contro Mario Russo

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Attentato dinamitardo contro Mario Russo

Scritto da (admin), giovedì 24 aprile 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 24 aprile 2008 00:00:00

Un pacco bomba confezionato a basso potenziale esplosivo è esploso la scorsa notte nella frazione Marini, davanti al cancelletto di legno dell'abitazione di Mario Russo, titolare della società "Progetti & Finanza". Lievi i danni e per fortuna nessun ferito. L'imprenditore, ascoltato ieri mattina dal vicequestore Antonio Maione, dirigente del commissariato di Nocera Inferiore (in questi giorni alla direzione del Commissariato di Cava), avrebbe detto di aver ricevuto richieste in passato. Al momento la sua deposizione, così come gli ulteriori accertamenti investigativi, sono coperti dal segreto istruttorio. Secondo le prime ricostruzioni, gli attentatori non hanno voluto colpire per distruggere, vista la lieve entità dei danni, quanto piuttosto lanciare un avvertimento.

«Erano da poco passate le 2.30 quando abbiamo sentito quel botto terribile», racconta il papà dell'imprenditore. Vincenzo Russo, vedovo da qualche anno, abita al pianterreno dell'antico palazzo dei Marini, dove nei piani superiori c'è il figlio Mario, con la moglie ed i tre figli, rispettivamente di 12, 17 e 21 anni. «Hanno messo la bomba davanti al cancelletto di legno. Mi ha salvato il fermaporta in ferro, che ha frenato l'impatto provocato dall'esplosione», continua Vincenzo Russo. L'esplosione ha svegliato tutta la famiglia, gettando nel panico il figlio più piccolo dell'imprenditore. «Sono rimasti a letto per tutta la mattinata. Non sono voluti uscire, avevano ancora paura», confida il nonno. Sul posto sono intervenuti immediatamente gli agenti del Commissariato di Polizia, diretti dal vicequestore Pietro Caserta.

Gli uomini delle Scientifica hanno avviato i primi rilievi per cercare qualche indizio. «Hanno controllato anche le nostre auto, che sono parcheggiate nel piazzale. Temevano che gli attentatori avessero messo qualche altro ordigno. Per fortuna i controlli hanno dato esito negativo», sottolinea il padre del manager. Per ora gli inquirenti restano con le bocche cucite: la Polizia è al lavoro. Al momento le indagini sono dirette dal vicequestore Maione. Si è appreso che l'ordigno era di scarsa potenzialità e di fattura simile agli artifici pirotecnici. Sarebbe stata la deposizione dello stesso imprenditore a spingere gli investigatori sulla pista dell'attentato, o meglio, di un messaggio intimidatorio, un avvertimento lanciato dai bombaroli. Ieri mattina un viavai di curiosi ha invaso la pace della frazione, nei cui dintorni si trova anche la scuola dell'infanzia. «Siamo sconcertati - dicono alcuni residenti del borgo Marini - Non capiamo il perché a Cava stia succedendo tutto questo».

«In questi mesi ho ricevuto tre minacce»
«Cava non è più dei cavesi. Mi sono impegnato tanto, ho cercato di fare bene il mio lavoro ed al tempo stesso di esportare il nome della mia città, purtroppo mi hanno fermato. Da tre mesi sono stato costretto a bloccare ogni mia attività. Sono stato "bussato" più volte». A parlare è Mario Russo. Il titolare del gruppo "Progetti & Finanza", imprenditore molto in vista negli anni passati, come sponsor ufficiale della Cavese prima e poi come promotore di una serie di iniziative di caratura nazionale, come il concorso legato alla Rai ed alla riuscita trasmissione "L'Isola dei Famosi", è appena uscito dagli uffici del Commissariato di Polizia, dove ha rilasciato una deposizione.

«Purtroppo non posso dire molto. C'è il segreto istruttorio. Io ho piena fiducia nella magistratura, al momento ci sono indagini in corso». Le sue parole, sia pure velate con una terminologia ambigua, come appunto "bussare", non lasciano spazio a dubbi. Il riferimento sembra chiaro al fenomeno del racket. «Non posso dire altro. Posso solo affermare - continua Mario Russo - che questi episodi decretano la morte dell'economia. È questa la tipica frase che si legge sui giornali all'indomani degli attentati ad imprenditori, commercianti e quant'altro». Negli ultimi anni lo spiccato senso imprenditoriale di Mario Russo è stato apprezzato non solo a Cava, ma in tutta Italia. Con la sua società "Progetti & Finanza" aveva sposato la casacca della Cavese con un'operazione promozionale di grande ritorno. Poi numerosi altri progetti, tra cui il concorso legato alla trasmissione di Raidue "L'Isola dei Famosi". Ed ancora, una fiction su Mamma Lucia "Cuore di mamma", una co-produzione "Italiani nel mondo" con Channel Sky 88.

Da qualche tempo, però, il suo slancio si era affievolito. Negli ultimi mesi i suoi uffici avevano chiuso i battenti e molti dei suoi dipendenti sono stati costretti a rimanere a casa. «Potete capire come mi sento in queste ore - ammette Russo - Però una cosa ci tengo a dire: sono come l'araba fenice, risorgo sempre». Numerosi gli attestati di stima e solidarietà rivolti all'imprenditore, tra l'altro presidente di una squadra di calcio, la Sporting Cavese, che milita nei campionati dilettanti, affidata per la guida tecnica all'indimenticabile Roberto Pidone, ex difensore ed anche allenatore della Cavese. «Siamo tutti molti dispiaciuti - commentano i vicini della famiglia Russo - Sono persone perbene, che hanno sempre lavorato con grande impegno ed onestà».

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...