Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAttentato Baldi l'arma non è la stessa

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Attentato Baldi, l'arma non è la stessa

Scritto da (admin), lunedì 26 luglio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 26 luglio 2004 00:00:00

La pistola sequestrata dai Carabinieri a Giuseppe Rispoli non è la stessa che ha sparato contro l'auto del presidente del Consiglio comunale, Giovanni Baldi. Le voci diffuse subito dopo l'arresto, alimentate dal fatto che i due episodi si sono verificati entrambi a Santa Lucia, verrebbero smentite dai primi risultati della perizia balistica. Stando alla ricostruzione fornita dai militari, il calibro della pistola 357 Magnum ritrovata nelle mani di Rispoli - arrestato per detenzione abusiva - non corrisponde a quello dei bossoli rinvenuti accanto all'Opel Astra di Baldi. Si tratta, infatti, di un'arma ben più potente. Le indagini continuano da parte dei Carabinieri della Stazione locale, guidati dal comandante Paolo Mannino. Gli investigatori cercano soprattutto una spiegazione sul perché Rispoli girasse armato, e per di più con una massiccia scorta di proiettili, ben 40. Nella stessa serata dell'arresto i Carabinieri hanno ascoltato alcuni testimoni: persone della frazione presenti al litigio verbale che aveva attirato l'attenzione degli uomini in divisa. E così, sono stati avviati riscontri incrociati per scoprire se la versione fornita dai testimoni sia stata concordata oppure sia la reale ricostruzione dei fatti. Saltano fuori le prime indiscrezioni su chi mercoledì scorso era in compagnia del giovane arrestato. Alcune persone vicine a Rispoli avrebbero spiegato che all'origine del litigio ci sarebbe un movente passionale ed un'intricata vicenda di onore familiare. Secondo quanto avrebbero raccontato ai militari, Rispoli da qualche tempo era convinto di voler proteggere sua sorella dalle attenzioni un po' troppo pressanti di un ex fidanzato. Proprio la presenza di questo spasimante nella piazza di Santa Lucia avrebbe fatto perdere le staffe al giovane. Sulla base degli indizi e delle testimonianze raccolte in queste ore, adesso gli investigatori dovranno cercare di ricostruire tutta l'intricata vicenda. Alcuni residenti, intanto, sono intervenuti per difendere il nome del circolo ricreativo, che si trova nella piazzetta proprio dove i Carabinieri hanno fermato Rispoli. «L'episodio dell'altra sera - dicono - non ha nulla a che vedere con la reputazione del circolo. Da anni rappresenta un punto di aggregazione per noi, specie per i più anziani, che lo vivono come un momento associativo». Fra controlli e blitz notturni, intanto, continuano le indagini dei Carabinieri sull'attentato a Giovanni Baldi. Dopo l'ultimo Consiglio comunale, che ha visto passare la decisione di municipalizzare la gestione dei parcheggi e delle aree di sosta, gli inquirenti hanno potenziato i servizi di pattugliamento sul territorio per prevenire possibili azioni di ritorsione nei confronti dei rappresentanti della Giunta Messina. Da indiscrezioni, i militari metelliani, in collaborazione con gli uomini della Compagnia di Nocera Inferiore, starebbero cercando riscontri a quella che sembra essere la pista investigativa più accreditata quale movente per i colpi di arma da fuoco sparati contro l'auto di Baldi. Così, nelle scorse ore, le gazzelle dei Carabinieri sono piombiate nella frazione di Santa Lucia per mettere a punto un nuovo giro di accertamenti e controlli nelle abitazioni di alcuni pregiudicati. Sull'esito del blitz, almeno per ora, bocche cucite.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale col fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo, al di là del fatto che sia un cognome in comune con un parente, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...