Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Priscilla martire

Date rapide

Oggi: 16 gennaio

Ieri: 15 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAttentati altri due arresti

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Attentati, altri due arresti

Scritto da (admin), giovedì 7 febbraio 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 7 febbraio 2008 00:00:00

Sono responsabili degli attentati messi a segno tra il 4 e l'11 luglio 2007 a Cava de'Tirreni ai danni di tre esercizi commerciali, "Cine & Città", "La Metelliana centro servizi funebri" ed "Emporio 2004". Secondo quanto rilevato dagli agenti della sezione Criminalità organizzata della Squadra Mobile (diretta dai vicequestori Carmine Soriente e Giovanni Amodio) e dagli agenti del locale Commissariato, avrebbero più volte tentato, nella stessa nottata, di mettere a segno anche più colpi, ma non tutti sarebbero poi realmente riusciti. Daniele Tortora, 23 anni, di Nocera Superiore, con precedenti a carico in materia di stupefacenti, e Simone Vaticone, 21enne di Nocera Inferiore, con precedenti a carico per reati contro il patrimonio, sono stati arrestati all'alba di ieri in esecuzione di un ordine di custodia cautelare firmato dal Gip Gaetano Sgroia, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia. Ad incastrare entrambi, oltre ai risultati investigativi, anche le riprese di alcune telecamere interne ai negozi.

Secondo gli inquirenti, Tortora e Vaticone sarebbero i complici dei 3 ragazzi acciuffati la notte tra il 30 ed il 31 gennaio, sempre a Cava, dopo aver fatto esplodere una bomba davanti allo studio tecnico "Infortunistica Della Brenda srl" di Corso Mazzini. Allora le porte del carcere si aprirono per altri 3 giovanissimi: Guglielmo Mandiello di 22 anni, Vincenzo Carbone di 18 ed un minore, R.M.C. di 17 anni, tutti con precedenti penali per reati contro il patrimonio e tutti di Nocera Inferiore. Per tutti l'accusa è di concorso nei reati di detenzione e porto in luogo pubblico di materiale esplodente, danneggiamento seguito da incendio e danneggiamento aggravato. Il Gip ha riconosciuto per Tortora e Vaticone anche l'aggravante dell'articolo 7, che contempla quei delitti commessi avvalendosi delle condizioni di intimidazione ed assoggettamento omertoso proprio delle associazioni camorristiche. La strategia criminale messa in atto dal gruppo di giovanissimi dell'Agro nocerino, secondo quanto attestato dalla Polizia, era basata proprio sulla forza dell'intimidazione, portata avanti con eclatanti danneggiamenti nell'arco di pochissimo tempo. Gli inquirenti sono difatti convinti che, dietro i 5 ragazzi finora acciuffati, possa esserci la regia di qualche personaggio di spicco della malavita organizzata.

Impronte sulle taniche ed un giubbotto con cappuccio
Agivano sempre in tre. Uno posizionava l'ordigno, altri due andavano a controllare che fosse esploso. È questa la tecnica utilizzata dai giovani nocerini negli attentati a Cava. La prova arriva dai filmati in possesso della Polizia. Come la videocassetta della telecamera interna al negozio "Cine & Città". Il filmato riprende un giovane di corporatura snella, che indossa un giubbotto con cappuccio che gli copre il capo. Il giovane entra, estrae da una busta di plastica un involucro di forma rettangolare con un'evidente miccia e lo sistema sopra al distributore di cassette, cospargendo il tutto con liquido infiammabile. Poi accende la miccia e va via. Ma l'ordigno non esplode. Dopo 7-8 minuti arrivano i suoi due complici (si suppone che assieme a Tortora e Vaticone ci fosse anche Mandiello in questa circostanza) a bordo di un ciclomotore. Uno dei due, con il volto coperto da un casco, entra all'interno del negozio per accertare la mancata esplosione dell'ordigno. Controlla quanto accaduto e si allontana. Dopo alcuni minuti ritorna il giovane che aveva collocato la bomba. Accende di nuovo la miccia e si allontana frettolosamente. Pochi istanti e l'ordigno esplode.

Spietati e spregiudicati, benché tutti giovanissimi. Comunque ben organizzati. È questo il quadro criminale che emerge dall'analisi criminale di Tortora, Vaticone e degli altri 3 complici ritenuti tutti, a vario titolo, responsabili di 4 attentati dinamitardi e del possesso di materiale esplosivo, relativamente alla bomba ritrovata a casa di Mandiello. Quando non utilizzavano materiale ad alto potere esplosivo, allora non lesinavano l'uso della benzina. Non tutti gli attentati, infatti, sarebbero stati commessi con la stessa tecnica. Nel caso di "Emporio 2004", ad esempio, sono state ritrovate delle taniche di benzina precedentemente acquistate al distributore automatico della Esso, in via XXV Luglio a Cava de'Tirreni. Anche in questa circostanza hanno avuto la mano pesante: gli inquirenti hanno trovato ben due taniche di 4 e 5 litri ciascuna. Su queste sono state rilevate le impronte di Vaticone. A casa sua è stato trovato il giubbotto di colore scuro e con cappuccio che appare in tutti i filmati in possesso della Polizia. Sarebbe stato lui, dunque, ad accendere le micce.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sgominata baby gang: distruggevano auto tra Salerno e Cava

Nove giovani appena diciottenni, ritenuti componenti di una gang, sono finiti agli arresti domiciliari per concorso in devastazione e saccheggio. Ad eseguire le ordinanze, emesse dal Gip presso il Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura, sono stati i carabinieri della Compagnia di Salerno,...

Cava de' Tirreni, siringa nei rifiuti: operaio si punge una mano

Sabato scorso, 13 gennaio, un operaio della Metellia Servizi S.r.l. di Cava de' Tirreni, nell'ispezionare i rifiuti indifferenziati accumulati dai residenti nel punto di raccolta di via Aniello Salsano, nei pressi dell'Ufficio Postale di Pregiato, è stato punto accidentalmente da una delle non poche...

Falso tecnico della luce truffa due anziane cavesi, si indaga

Si spaccia per un tecnico addetto alla manutenzione degli impianti elettrici e così facendo riesce ad entrare in casa di due anziane di Cava de' Tirreni per derubarle. E' successo nel pieno centro metelliano, in Corso Principe Amedeo, più precisamente di fronte al parcheggio Trincerone e vicino al distributore...

Maiori, massi sulla carreggiata: operai Provincia al lavoro, si spera in riapertura a senso alternato

MAIORI - Resterà chiusa al transito veicolare, almeno fino al primo pomeriggio dal Strada Provinciale 2, in località Ponteprimario, interessata, la scorsa notte dal crollo di grossi massi. Il cedimento, avvenuto poco prima di mezzanotte - che miracolosamente non ha visto coinvolte persone o veicoli altrimenti...

Scontri Potenza-Cavese: perquisizione a casa degli ultras metelliani

Nei giorni scorsi, su ordine della Procura, Gli agenti del commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Marzia Morricone, hanno perquisito le abitazioni di alcuni ultras della Cavese, a seguito dei disordini registrati prima e dopo la partita Potenza-Cavese (serie D, girone H), lo scorso 7 gennaio...