Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Priscilla martire

Date rapide

Oggi: 16 gennaio

Ieri: 15 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAlla sbarra cinque baby ultrà

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Alla sbarra cinque baby ultrà

Scritto da (admin), lunedì 26 gennaio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 26 gennaio 2004 00:00:00

Rinviato al 23 marzo l'inizio del processo, presso la Sezione Distaccata di Cava del Tribunale di Salerno, per i 30 ultrà aquilotti coinvolti negli scontri successivi alla gara Delianuova-Cavese del 3 novembre del 2002. Fissato al 30 gennaio, intanto, l'avvio del procedimento a carico del gruppo di minorenni rinviati a giudizio. I 5 baby tifosi - di età compresa tra i 14 ed i 17 anni, difesi dagli avvocati Marco ed Alfonso Senatore - dovranno raggiungere il capoluogo calabro per difendersi dalle accuse di lesione e resistenza a pubblico ufficiale, violenza negli stadi e danneggiamento. In aula ci saranno anche gli ultrà calabresi fermati dalle Forze dell'Ordine locali. Si attende, così, un'aspra battaglia giudiziaria, visto che nel corso delle indagini le ricostruzioni fornite dagli agenti del Commissariato di Cava che seguirono la trasferta dei tifosi aquilotti e quelle dei Carabinieri di Palmi non collimano. Da una parte la versione della Questura di Salerno sulla base della testimonianza dei tre poliziotti metelliani, dall'altra la ricostruzione dei dirigenti della Questura di Reggio Calabria. Nei fascicoli prodotti dai militari calabresi si parlerebbe addirittura di un presunto tentativo di sequestro di persona messo in opera dagli ultrà della Cavese. Stando ai verbali dei Carabinieri, i tifosi, braccati dalla gente del posto, si sarebbero introdotti in un'abitazione privata, prendendo in ostaggio un'intera famiglia. Una versione completamente sconfessata dagli agenti cavesi e dai dirigenti aquilotti. Ma cosa scatenò quel pomeriggio di follia? Gli ultrà della Cavese decidono di non pagare il biglietto d'ingresso di 10 euro. È fuori dallo stadio, davanti ai botteghini, che scoppia la prima rissa. Dopo la fine della gara, dall'unica tribuna dello stadio escono i tifosi locali, armati di spranghe e pietre: armi entrate regolarmente all'interno dello stadio. I tafferugli che seguono coinvolgono l'intero Paese. Inizia la caccia al tifoso della Cavese. Dai balconi vola di tutto. La Polizia spara alcuni colpi di pistola in aria. La volante viene distrutta: contusi due agenti, feriti 15 tifosi della Cavese. Più di 30 ultrà richiedono le cure dell'ospedale di Gioia Tauro. Uno dei sostenitori metelliani è costretto a gettarsi da un ponte, procurandosi la frattura degli arti inferiori. Altri tentano di mettersi in salvo in un'ambulanza della Croce Rossa. Nei mesi scorsi, poi, si è registrata la clamorosa sentenza della Corte di Cassazione, che ha annullato senza rinvio il provvedimento di diffida dal campo ed obbligo della firma, convalidato nel febbraio scorso dal Gip Di Matteo su richiesta del prefetto, per uno dei tifosi della Cavese coinvolto negli incidenti del dopo partita. Si tratta di Pierpaolo Chiafalà, 28 anni, giunto in Calabria con la sua auto insieme ad un gruppo di amici. Nel corso dei violenti incidenti Chiafalà fu fermato dalla Polizia e poi denunciato per violenza negli stadi. I suoi avvocati, i fratelli Marco ed Alfonso Senatore, hanno presentato ricorso in Cassazione contro il provvedimento di diffida per mancanza di presupposti e di motivazioni valide da giustificare la misura cautelare. Il ricorso è stato accolto dalla Corte di Cassazione.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Maiori, massi sulla carreggiata: operai Provincia al lavoro, si spera in riapertura a senso alternato

MAIORI - Resterà chiusa al transito veicolare, almeno fino al primo pomeriggio dal Strada Provinciale 2, in località Ponteprimario, interessata, la scorsa notte dal crollo di grossi massi. Il cedimento, avvenuto poco prima di mezzanotte - che miracolosamente non ha visto coinvolte persone o veicoli altrimenti...

Scontri Potenza-Cavese: perquisizione a casa degli ultras metelliani

Nei giorni scorsi, su ordine della Procura, Gli agenti del commissariato di polizia, diretti dal vicequestore Marzia Morricone, hanno perquisito le abitazioni di alcuni ultras della Cavese, a seguito dei disordini registrati prima e dopo la partita Potenza-Cavese (serie D, girone H), lo scorso 7 gennaio...

Abitazioni abusive a Cava, la protesta dei residenti

Abusivi sul piede di guerra a Cava de' Tirreni. Come scrive La Città di Salerno", sono una ventina di nuclei familiari che nell'ultimo mese hanno ricevuto le ordinanze di sgombero da altrettante abitazioni, costruite abusivamente ma successivamente acquisite dall'Ente al proprio patrimonio per scongiurare...

Ravello, mancati pagamenti depurazione: Ausino toglie l'acqua a Villa Cimbrone che chiude al pubblico

Clamoroso a Ravello: l'Ausino, che gestisce i servizi idrici della città della musica, ha operato il distacco forzato della fornitura idrica a Villa Cimbrone, eseguito nei giorni scorsi per effetto del mancato pagamento dei canoni di depurazione. Attraverso una nota indirizzata al Ministro dei Beni Culturali...

Ravello, infortunio al campetto: Comune e Ribalta ricorrono in appello. Annunciato recupero forzoso del risarcimento

Il Comune di Ravello e l'associazione "Ribalta" ricorrono in appello alla sentenza di primo grado che obbligava il risarcimento di circa 50mila euro a un giovane infortunatosi nel 2011 durante un incontro di calcetto al campo dei Fratini. Il Tribunale aveva accertato, anche grazie alle testimonianze...