Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Adalberto vescovo

Date rapide

Oggi: 23 aprile

Ieri: 22 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Tutto il gusto di un panino d'Autore con la possibilità di abbinare un grande vino italiano. Divin Baguette apre prossimamente a Maiori in Costiera Amalfitana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAccattonaggio reiterato allontanata giovane rumena

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Accattonaggio reiterato, allontanata giovane rumena

Scritto da Livio Trapanese (admin), mercoledì 17 novembre 2010 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 17 novembre 2010 00:00:00

Domenica mattina gli agenti della Sezione Motociclisti del Corpo di Polizia Locale di Cava de’Tirreni, Raffaele Masullo e Giovanni Ferrante, nel corso dell’espletamento dell’attività di monitoraggio lungo le arterie viarie cittadine, nel percorrere Via XXV Luglio, che da Nocera Superiore si congiunge alla Città dei Portici, all’altezza del semaforo di Via Pasquale Santoriello, che è l’intersezione per le frazioni di Pregiato e Santa Lucia, notavano una giovane donna che, nel mostrare una figura, fermava gli automezzi in transito, arrecando intralcio alla circolazione stradale.

Avvicinatisi alla giovane, la riconoscevano nell’avvenente ventenne Eva Andra Bacut, nata a Oradea (Romania) e residente a Sat Nojorid, ma di fatto dimorante in un campo nomadi del napoletano. La questuante, ben abbigliata, aveva fra le mani un numero imprecisato di tagliandi di colore rosso, con impressa l’immagine di un bimbo, dal nome Carlo, e la seguente scritta: “Scusate per il disturbo, vi preghiamo di aiutare questo bambino che vive senza un polmone. Dio benedica voi e la vostra famiglia. Grazie per la vostra offerta. Vi preghiamo di dare il biglietto indietro”.

Gli agenti Masullo e Ferrante, riconoscendo nella giovane donna la medesima che avevano fermato, per analogo motivo, la sera del 30 settembre e che avevano accompagnata negli uffici di Via Ido Longo, la bloccavano e l’accompagnavano, per la seconda volta, presso il loro Comando, per stilare i verbali conseguenti.

La giovane Eva Andra Bacut, dopo il sequestro dei foglietti che la stessa impiegava per attuare l’accattonaggio, la compilazione e consegna (per la seconda volta) di un verbale di constatazione ed accertamento di violazioni alle norme dei regolamenti comunali ed ordinanze sindacali, con l’applicazione di una sanzione amministrativa da euro 25,00 ad euro 500,00, è stata accompagnata alla fermata degli autobus per Napoli ed allontanata dalla Città, coma la legge prescrive.

L’Ingegnere Antonino Attanasio, nell’assumere la direzione del VI Settore, congiuntamente a quello di Comandante del Corpo di Polizia Locale di Cava de’Tirreni, ispirandosi agli indirizzi programmatici resi dell’Assessore alla Sicurezza, il dottor Alfonso Laudato, avvalendosi della conclamata cooperazione del vicecomandante Ten. Col. Giuseppe Ferrara, ha chiesto che la Sezione Motorizzazione, in particolare il Nucleo Motociclisti, acutamente diretto dal Tenete Antonio Minco, implementi l’attività di controllo del territorio, ponendo maggiore attenzione allo sconsiderato abbandono dei rifiuti, all’accattonaggio, all’affissione selvaggia, ovvero a tutte quelle condotte antigiuridiche lesive all’immagine ed al decoro della città.

Resta da dire che la giovane Eva Andra Bacut, come nel verbale del 30 settembre scorso, che non pagherà mai poiché, da apolide, certamente non avrà cespiti o redditi certi, anche questa volta ha dichiarato: «Non verrò più in questa Città».

La società civile auspica che la norma che vieta l’accattonaggio, un tempo di natura penale, ma poi depenalizzata, venga riformulata affinché si diano maggiori poteri alle forze di polizia, altrimenti il tutto si condenserebbe in una mera perdita di tempo.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Torna l’incubo vandalismo a Cava, danneggiate tre auto

Ancora vandali a Cava de' Tirreni. Nella notte tra mercoledì e giovedì, infatti, sono stati frantumati i vetri di alcune automobili in via Giovanni Canali. Sono tre le vetture danneggiate. Stando alle indiscrezioni, nel mirino c'era anche una quarta auto, ma il tentativo di vandalismo non è andato a...

Nocera, arrestato parcheggiatore abusivo cavese: nascondeva hashish presso abitazione

Nell'ambito delle operazioni volte al contrasto dell'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Nocera Inferiore, gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza - Squadra Volante - hanno proceduto all'arresto di C.A., pregiudicato cavese di 24 anni. Secondo una prima...

Incidente mortale a Nocera, libero il 47enne cavese accusato di omicidio stradale

Torna libero M.A., il 47enne di Cava de' Tirreni responsabile, nella notte tra sabato e domenica, dell'incidente in via Nazionale a Nocera Inferiore che è costato la vita ad uno studente di 17 anni, Raffaele Rossi. L'automobilista cavese era alla guida dell'Opel Astra quando, dopo un sorpasso azzardato,...

Cava de’ Tirreni, truffa e falsi pellegrinaggi per San Giovanni Rotondo

Avevano promosso un pellegrinaggio per San Giovanni Rotondo, raccogliendo adesioni anche attraverso l'affissione di locandine in vari punti di Cava de' Tirreni, ma questa volta si trattava di una truffa. Lo hanno scoperto a loro spese due donne, M. A. e P. M., entrambe residenti in via Filangieri, a...

Cava, colpì l'amico in volto con un boccale di birra: a processo

Litigò con l'amico e, per futili motivi, lo colpì in volto con un boccale di birra, causandogli ferite da taglio multiple al viso e al collo. A distanza di circa tre anni, l'indagato, classe '76, è è destinatario di una richiesta di processo da parte del sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Ernesto...