Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Sebastiano martire

Date rapide

Oggi: 20 gennaio

Ieri: 19 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàUnione Consumatori all'offensiva

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Unione Consumatori all'offensiva

Scritto da Il Salernitano (admin), lunedì 7 aprile 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 7 aprile 2003 00:00:00

Venerdì scorso, la delegazione cavese dell'Unione Nazionale Consumatori, presieduta dall'avvocato Luciano D'Amato, ha affrontato diversi argomenti che interessano i cittadini della Vallata. Sul tavolo sono spuntate le questioni relative all'Alfa Recupero Crediti, alle bollette per l'eccedenza idrica, alla questione Banca 121 ed al Monte dei Paschi di Siena, al decreto "salvacompagnie" assicurative. Primo punto all'attenzione: l'Alfa Recupero Crediti. La società di Nocera Inferiore fu investita nel 2001 dall'Amministrazione Fiorillo del recupero dei crediti che il Comune vantava nei confronti di circa 8.000 utenti morosi, per le cartelle esattoriali Ici, Iciap ed Acquedotto. Ebbene, potrebbero risultare illegittime le somme corrisposte, come spese a carico dei contribuenti morosi, relative all'azione di recupero dell'Alfa. «Le nostre perplessità sulla piena regolarità di quell'operazione - ha dichiarato l'avv. D'Amato - hanno avuto un riscontro attraverso un recentissimo pronunciamento del Tribunale di Roma. Ad essere illegittimo è quel 12%, oltre Iva, relativo alle competenze per l'azione extragiudiziale condotta dalla società nocerina. Questa somma, infatti, andava ascritta al rapporto contrattuale tra chi richiede il servizio e chi lo effettua e non devono ricadere su chi è moroso e già paga interessi e mora. Alla luce degli sviluppi di questa sentenza, siamo disposti a tutelare chi volesse ricorrere legalmente per il risarcimento di quanto, eventualmente, non dovuto». Seconda questione: eccedenza idrica. «Nel 1996 abbiamo iniziato un'azione - ha spiegato D'Amato - contro il calcolo dell'eccedenza idrica, effettuato non sulla tariffa più bassa, ma su quella dovuta normalmente. La Cassazione ci ha dato ragione e spinge tutte gli utenti a ricorrere al giudice». Terzo punto: Banca 121 e Monte dei Paschi di Siena. «Dopo la trasmissione "Mi Manda RaiTre" - ha sottolineato l'avv. D'Amato - in molti si sono rivolti all'Unione Consumatori per chiedere assistenza. Il contratto di investimento bancario dell'ex Banca 121, che coinvolge anche il Monte dei Paschi di Siena, denominato My Way, poi chiamato 4you, prevedeva la concessione di un finanziamento rimborsabile in anni 15-30 a mezzo rate mensili; l'acquisto, la custodia e la gestione di obbligazioni e quote del fondo comune azionario; la costituzione in garanzia dei titoli a fronte dei due finanziamenti; l'apertura di un conto corrente, con lo scopo di regolare il dare ed avere che sarebbero derivati dalle operazioni sopra indicate. Punto di diamante che induceva il consumatore a sottoscrivere questo tipo di investimento era la promessa che il capitale sarebbe stato restituito in qualsiasi momento. Le promesse, però, non venivano rispettate: i consumatori non avevano investito per guadagnare, ma avevano contratto un mutuo, che oltretutto prevedeva una gravosa penale in caso di recesso. E chi non paga? Il mutuo viene chiuso d'ufficio e viene applicata la penale, i titoli vengono svenduti e messi in compensazione, il sbilancio passivo addebitato su un conto corrente che frutta alla banca interessi, commissioni di massimo scoperto trimestrali, spese ed interessi che sfociano nell'anatocismo. Oltretutto, la banca cerca di ottenere un sequestro dei suoi beni con un decreto ingiuntivo. Il Tribunale di Caltanisetta ha emesso già una sentenza a favore dei consumatori. L'Unione si è attivata per tutelare tutti coloro che ad essa si sono rivolti. In sintesi, crediamo che questi contratti non siamo pienamente legittimi, contravvenendo al principio della buona fede. Tanti cavesi si trovano in queste condizioni e noi abbiamo attivato un gruppo di studio per meglio analizzare la questione». Ultimo punto: il cosiddetto decreto "salvacompagnie". «Il provvedimento - ha spiegato il noto avvocato metelliano - ha avuto il via libera del Senato. Adesso la materia dei rimborsi dovuti dalle compagnie assicuratrici ai clienti verrà esaminata dai Giudici di Pace "secondo legge" e non più "secondo equità". Ciò comporterà un iter, per arrivare al rimborso, più lungo ed oneroso per il cittadino. Chiederemo al Governo di lasciar decadere il decreto legge cosiddetto "salvacompagnie", in quanto esclude la facoltà di giudicare secondo equità le controversie sulla RC Auto. Secondo noi, il provvedimento costituisce una grave penalizzazione dei cittadini, che per far valere i propri legittimi interessi dovranno seguire strade lunghe e costose, ed è, quindi, in controtendenza anche rispetto alla volontà dell'Unione Europea, che non si stanca di raccomandare la semplificazione dell'accesso alla giustizia. Continueremo - conclude l'avv. D'Amato - a portare avanti la nostra battaglia, sperando anche in un passo indietro del Governo centrale».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava, assessore Senatore: «Quasi raggiunto l'obbiettivo "Campi Zero"»

Si trasferirà nei prossimi giorni presso gli alloggi provvisori dell'ex Acismom, l'ultima occupante di un prefabbricato nel campo di Pregiato. Tutti gli altri campi sono praticamente svuotati, restano solo pochi occupanti abusivi, senza alcun titolo, che in questi giorni stanno lasciando i prefabbricati...

Il cellulare torna in classe: ecco le 10 regole della Fedeli

Dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca via libera all'utilizzo responsabile degli strumenti digitali nella didattica. Già quale tempo fa, il ministro Fedeli aveva annunciato che una commissione costituita ad hoc avrebbe studiato delle linee guide su come utilizzare virtuosamente...

Forum dei Giovani Cava de' Tirreni: il bilancio dopo 2 anni di attività

Si è tenuto stamattina, 19 gennaio, l'incontro con la stampa dell'Assessore alle Politiche giovanili, Paola Moschillo e del Presidente Benito Ventre ed alcuni componenti del direttivo, sulle attività svolte dal Forum dei Giovani. «Sono stati due anni intensi - afferma il presidente Ventre - ma anche...

Cava 5 stelle. Libro bianco: «Petizione per odori nauseabondi di Via G.Maiori»

Da anni, si susseguono segnalazioni, esposti, comunicati stampa, chiamate ai vigili urbani per gli insopportabili odori che esalano dalle acque del torrente Petraro affluente, in sinistra idraulica, della Cavaiola nella zona nord della città a ridosso di via Gaudio Maiori. In merito a questa questione,...

SMS e messaggi Whatsapp sono prove documentali

Con la sentenza numero 1822/2018, la quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione sancisce che i messaggi Whatsapp e gli SMS ricevuti sul cellulare sono da considerarsi come prova documentale ai sensi dell'articolo 234 del codice di procedura penale che recita: «1. È consentita l'acquisizione...