Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 minuti fa S. Corinna

Date rapide

Oggi: 24 maggio

Ieri: 23 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità"Teatro Senza Rete" il 7 febbraio spettacolo al CUC

Rinviata discussione sull'ex Velodromo, Canora: «Nessun ritardo nel cronoprogramma»

Cava, consigliere Lamberti: «Bisogna espropriare l'ex cinema Capitol»

Preso nell'Agro il responsabile degli spari di Cava

Nasce il centro per famiglia ed assistenza domiciliare, 24 maggio presentazione a Cava

Cava de' Tirreni, presentato il “Gran Galà dello Sport” [PROGRAMMA]

È morto Philip Roth, tra i più importanti romanzieri ebrei di lingua inglese

Maiori Music Festival: dal 26 agosto al 2 settembre una settimana di concerti, formazione e workshop

Cava de' Tirreni, consigliere Narbone delegato alle Partecipate

Presunta fuga di gas, evacuati il "De Filippis-Galdi" e l'Istituto "Giovanni XXIII"

Autostrada A3: 24-26 maggio chiuso tratto Cava de' Tirreni-Salerno

Rifiuti tecnologici, Italia fanalino di coda in Europa

Ancelotti nuovo allenatore del Napoli: si attende solo l’annuncio ufficiale

Cava, evacuato liceo "De Filippis-Galdi": possibile fuga di gas

Cava de' Tirreni, 1° giugno lavaggio portici

“Su questa base”, sabato 26 il rapper Ciompi gira videoclip a Cetara: «Tutti possono partecipare!»

Inseguimento d'auto tra Cava e Nocera Superiore: agenti bloccano ladri

Sparatoria a Cava, le parole del sindaco Servalli: «Siamo sdegnati»

Da Cava de’ Tirreni a Roma: Ludovica Ventre vincitrice del Concorso Musicale “G. Visconti”

Cava de’ Tirreni: sabato 26 la "Festa diocesana degli Incontri" dell’Azione Cattolica

“Lorenzo Live 2018”: 25, 26 e 28 maggio Jovanotti arriva al PalaSele di Eboli

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

"Teatro Senza Rete", il 7 febbraio spettacolo al CUC

Scritto da (admin), mercoledì 4 febbraio 2009 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 4 febbraio 2009 00:00:00

L’Unità Operativa di Salute Mentale Cava/Vietri del Dip. Salute Mentale dell’ASL Salerno 1 e l’Associazione Culturale “Anima Grande” presentano la Compagnia Teatro Senza Rete in “La buffa historia di Don Pasciotto e Stracciapanza”, spettacolo teatrale e musicale in un tempo che si terrà sabato 7 febbraio, alle ore ore 20.30, presso la Sala teatro del Club Universitario Cavese di Cava de’Tirreni.

I protagonisti
Antonio Baldi, Veronica Benincasa, Angela Della Corte, Anna Donnarumma, Giuseppe Galdi, Antonio Manzo, Antonio Pepe, Augusto Petti, Francesco Petti, Maria Sassolino, Stefano Sassolino, Gennaro Valese, Giuseppe Vitolo.

Note di regia
Se un giorno di primavera un comune viaggiatore delle terre desolate e assolate della Spagna, a.d. 1605, avesse incontrato un signore alto, vestito di una improbabile e desueta armatura, in sella a uno spelacchiato ronzino, accompagnato da un’altrettanta curiosa figura di contadinotto paffuto, lo avrebbe di sicuro preso per un originale. Se poi questo stesso viaggiatore avesse veduto questo stesso signore alto apostrofare con linguaggio aulico e minaccioso dei malcapitati mulini a vento come fossero i giganti di chissà quale favola, allora lo avrebbe preso senz’altro per scemo. Ma, per nostra fortuna, lo vide, o credette di vederlo, un viaggiatore non comune, uno scrittore, e lo prese per un poeta. Così sono le cose che appaiono ai nostri sensi, suscettibili di varie interpretazioni a seconda della sensibilità o della volontà del soggetto.

Il misterioso signore alto, che lo scrittore viaggiatore chiamò Dom Quixote o, per noi, Don Chisciotte, ha avuto la fortuna di viaggiare nel tempo oltre che negli spazi sconfinati della Mancia, ed è così giunto a narrare le sue avventure fin negli appartamenti condominiali del XXI secolo o sui teli tesi dei cinematografi, arrivando addirittura a bussare alla porta della U.O.Salute Mentale di Pregiato di Cava de’Tirreni, dove ha incontrato gli attori della compagnia teatrale Senza Rete.

Questi attori hanno la buona abitudine, o il brutto vizio - direbbe il comune viaggiatore - di prendere le storie e di stravolgerle assecondando i propri gusti, desideri, necessità. E così ha fatto con la storia del nostro allampanato signore della Mancia, il quale all’inizio c’è rimasto un po’ male, per dire la verità, e ha manifestato una certa insofferenza, ma poi si è ricordato che, in fondo, anche lui ha sempre preso “assi per figure”, e ha lasciato che la compagnia giocasse con la sua storia, come si gioca con i pupazzi di neve, che si fanno per poi distruggerli e rifarli diversi (ma sempre con la carota al posto del naso).

Così nasce “La buffa historia di Don Pasciotto e Stracciapanza”, quarto spettacolo della Compagnia Teatro Senza Rete, che, come i precedenti, ha alla sua base il gioco dell’improvvisazione teatrale su un canovaccio, che diventa poi testo drammatico. Un copione che quindi è scritto praticamente, e di prova in prova, da tutti gli attori della compagnia. Attori che, dopo due anni di incontri regolari e costanti con gli operatori, vanno acquistando sempre maggiore confidenza con il fatto teatro e sempre maggiore capacità di organizzare al proprio interno ruoli e situazioni della messa in scena.
(Francesco Petti e Giuseppe Vitolo)

Teatro come esperienza umana
“Nun te scurdà ca io songo ‘o pierno principale d’a cumpagnia”. È con questa frase che Antonio, un attore della Compagnia “Teatro Senza Rete”, ha esordito qualche giorno fa mentre stavamo per iniziare le prove del nuovo spettacolo, dimostrandoci così che per lui fare teatro è un esperienza preziosa, attraverso la quale probabilmente è riuscito a trovare una parte di sé, quella parte nascosta, ricca di senso dell’umorismo e capacità di adattamento ai vari ruoli che gli venivano proposti. Le varie esperienze vissute durante il laboratorio gli hanno dato modo di percepirsi ulteriormente rispetto a quella che è la sua quotidianità, creando e consolidando, attraverso il gioco del teatro, delle altre realtà che oggi rappresentano per sé un bene prezioso.

Il laboratorio espressivo-teatrale del Centro Diurno di “Villa Agnetti”, ormai a più di due anni di attività, ha rappresentato una grossa sfida per noi operatori, inizialmente ancora inesperti della forte possibilità di interazione tra psichiatria e teatro. Ma oggi, grazie al sostegno e all’aiuto di chi opera in questa struttura e nelle sedi centrali del DSM e dell’ASL, e grazie agli “attori” con il loro costante impegno, capacità di apprendimento e forte motivazione ad andare avanti e sperimentare, siamo arrivati - proprio come una vera compagnia teatrale - al quarto spettacolo, ottenendo risultati che vanno di gran lunga al di là delle aspettative di partenza. Sono stati tutti spettacoli diversi, ognuno con una sua struttura ben precisa, che hanno richiesto capacità di elaborazione e attitudine ad entrare in ruoli sempre più elaborati e complessi.

In questi anni c’è stata una crescita, non solo dal punto di vista della tecnica teatrale, ma anche di quello delle dinamiche di gruppo che man mano si sono affermate: forte senso di unione, condivisione, ascolto, capacità di relazionarsi all’altro, di rispettare l’altro da sé, unitamente alla comprensione, da parte di tutti, del non sentirsi soli, dello “stare bene insieme”, accomunati da una medesima trama, in questo caso, l’amore per il teatro.
È mediante la capacità di improvvisazione e “il far finta di”, che ognuno mostra il proprio grado di scissione tra ciò che è e ciò che vorrebbe essere, in quanto - come dice un altro attore della compagnia - “fare teatro è uscire fuori da sé, diventare un altro, per poi tornare in sé…con qualcosa di più!”.

Dr. Giuseppe Galdi, Resp.le Centro Diurno UOSM Cava/Vietri - Dr. Alfredo Bisogno, Direttore UO Salute Mentale Cava/Vietri

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Rinviata discussione sull'ex Velodromo, Canora: «Nessun ritardo nel cronoprogramma»

Ancora incerto il futuro dell'ex velodromo di via Ido Longo. La discussione sulla concessione in gestione della struttura, che doveva essere uno degli argomenti cardine dell'ultimo consiglio comunale, è stata invece rimandata a data da destinarsi. L'amministrazione comunale, infatti, sta pensando di...

Cava, consigliere Lamberti: «Bisogna espropriare l'ex cinema Capitol»

Qualche giorno fa, il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, ha firmato l'esposto denuncia nei confronti della proprietà dell'immobile di via A. Sorrentino, ex cinema Capitol, rimasto vuoto e inutilizzato dal 1980 e oggetto di ripetuti atti comunali e ordinanze sindacali per la grave compromissione...

Sparatoria a Cava: Mariapia è fuori pericolo, parla la madre

Non corre pericolo di vita la giovane 21enne che ieri sera è stata raggiunta da un colpo di pistola esploso da un'auto in corsa nei pressi di un bar in piazza Abbro. Al momento Mariapia Principe è al nosocomio cittadino, ma ancora non ha subito alcun intervento chirurgico. La madre della ragazza, attraverso...

Ex Velodromo di Cava de' Tirreni, se ne discute domani in Consiglio Comunale

Operazione restyling aree urbane, focus sull'ex Velodromo di via Ido Longo. Il Consiglio comunale che si riunirà domani pomeriggio, 22 maggio, alle 17 a Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, tratterà, tra i vari argomenti, anche quello riguardante il "Parco dello Sport" intitolato a Lord Robert Baden...

Cava de' Tirreni, ritorna la campana al Castello di Sant'Adiutore

La campana di Sant'Adiutore torna a suonare su Cava de' Tirreni. Nella serata di ieri, infatti, si è tenuta una cerimonia al castello metelliano dedicata proprio al ritorno della già citata campana, simbolo di fede per tutta la comunità cavese. Ricordiamo che la campana originaria venne rubata da alcuni...