Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Teodoro martire

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàOrigini e riflessioni sulla Festa di Monte Castello sindaco Servalli: «Grandissima testimonianza di fede dei cavesi »

Anche un cavese tra gli sbandieratori della Federazione Italiana Sbandieratori a Kolkata in India

Dieta antinfiammatoria è l'elisir di lunga vita: riduce del 18% la mortalità

Partorisce e abbandona il feto in un secchio: choc nel salernitano

A Cava volontari in azione per ripulire bosco del Castello di Sant'Adiutore

Consorzio Cava - Centro Commerciale Naturale, 21 settembre la presentazione [PROGRAMMA]

Festa di San Pio a Cava: 23 settembre riposizionamento e benedizione della statua a via G. Vitale

I Cantori di Posillipo presentano "La Canzone Napoletana": 22 settembre a Cava

"Giochi della gentilezza": venerdì 21 appuntamento alla biblioteca “Canonico Avallone”

San Gennaro: si è ripetuto a Napoli miracolo del sangue

Metellia Servizi a Cava, Servalli: «Società che rispetta standard economici e funzionali»

Cava de' Tirreni, si lavora per il parco urbano a corso Principe Amedeo

Cava, in scena “Amore”: iniziativa per dire basta alla violenza di genere

Cava, Servalli incontra il Prefetto: «Illustrata la situazione, a breve la nuova Giunta»

Podista di Salerno stroncato da infarto a Vietri: aveva 68 anni

Cava, Premio Com&Te: 21 settembre cerimonia di premiazione

Cava, Sant'Anna diventa frazione: 22 settembre la cerimonia

Salerno: Viadotto Gatto sarà chiuso per prove di carico

Cava de' Tirreni, slitta la convocazione del Consiglio comunale

Cava de' Tirreni, Servalli al lavoro per la nuova Giunta: Polichetti resterà fuori

Molesta donna in metro: arrestato prete 73enne

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua. Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera Amalfitana La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Origini e riflessioni sulla Festa di Monte Castello, sindaco Servalli: «Grandissima testimonianza di fede dei cavesi »

Scritto da (redazioneip), mercoledì 16 maggio 2018 14:36:59

Ultimo aggiornamento mercoledì 16 maggio 2018 14:36:59

Grande interesse e partecipazione al seminario: "La Festa di Monte Castello tra identità e religione. Una riflessione storica", che si è tenuto il 14 maggio presso la Sala del Consiglio di Palazzo di Città. Un momento di riflessione voluto dal sindaco Vincenzo Servalli, sulla scia dell'iniziativa presa nel 2007 allor quando si organizzò la conferenza "Processo alla Pergamena bianca.

Dibattito sulla Battaglia di Sarno (1460). I fatti, le tradizioni", con la quale si intese fare chiarezza sull'equivoco del presunto intervento armato dei 500 cavesi nella battaglia in questione, dimostrando che furono altre le vicende - queste sì autentiche ed altrettanto eroiche - che portarono il sovrano aragonese ad elargire importanti privilegi alla Città di Cava. Il secondo momento di approfondimento storico su un tradizionale evento di fede che caratterizza da secoli la comunità cavese è stato sulla "La Festa di Monte Castello, alla presenza del sindaco Servalli, di S.E. Mons. Orazio Soricelli Arcivescovo di Cava-Amalfi e di Mario Sparano, presidente dell'Ente Montecastello. L'intento è stato quello di chiarire, per la prima volta, alcune vicende strettamente legate al dilagare del morbo della peste nel 1656 e al presunto Miracolo Eucaristico di cui si è accertato non esserci stata mai un'esplicita menzione o un ricordo nelle fonti scritte coeve o direttamente successive. Nella prima relazione Beatrice Sparano ha, tra l'altro, ricondotto al culto di S. Adiutore (sancito dal 1661) e alla consacrazione della cappella al castello avvenuta in concomitanza della festa del Corpus Domini il 15 giugno 1656, la cornice di fede entro la quale inquadrare la fase più delicata della diffusione del morbo a Cava, rispetto alla quale ricorre soprattutto l'appello alla protezione della Vergine Maria.

A seguire, Gianluca Cicco ha proposto uno sguardo d'insieme sulla documentazione d'archivio dei secoli XVIII-XIX e sulle testimonianze degli storici del tempo e delle viaggiatrici straniere che hanno soggiornato in città tra Settecento e Ottocento. In particolar modo si è voluto osservare la mutazione della festa che, a partire dalla seconda metà dell'Ottocento durante i mandati sindacali di Giuseppe Trara Genoino e in virtù dell'operato del suo luogotenente Luigi Salsano, ha assunto i connotati di uno spettacolo di carattere militare con l'assedio e l'incendio del castello. Nella relazione di Cicco si è avuto anche modo di constatare che, soprattutto nell'Ottocento, i festeggiamenti hanno quasi sempre assunto la dicitura di "Festa di Castello".

Sul forte simbolismo del colle e del castello si è poi soffermato Giuseppe Foscari, terzo ed ultimo relatore, che ha ricordato le importanti funzioni militari che il maniero rivestiva ancora nel Seicento in difesa dalle scorrerie dei Turchi, per cui era comprensibile che lo stesso castello assumesse anche le conseguenti funzioni civile e religiosa. Foscari ha lungamente relazionato sulla peste del 1656 a Cava ma allargando l'osservazione anche ai centri viciniori, sottolineando aspetti di carattere sociologico, oltre che strettamente storico, sui fatti in questione, per poi concludere rimarcando i principali tratti identitari della città di Cava nella prima età moderna: l'impronta religiosa, il laicismo mercantile, l'imprenditorialità, lo spirito guerriero, il peso del patriziato.

«Con il Processo la Pergamena prima e la riflessione sulla Festa di Monte Castello - afferma il sindaco Servalli - abbiamo voluto, attraverso gli studi, i documenti disponibili, dare una traccia storica certa dei due maggiori eventi che la città celebra annualmente. Per poter eliminare falsi miti e quella confusione generata negli anni che ha fatto perdere di vista la verità che ci consegna la storia da tramandare alle future generazioni. La festa di Monte Castello, oltre ad ogni altra considerazione, rappresenta, una grandissima testimonianza di fede dei cavesi che ininterrottamente viene professata da 361 anni».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

A Cava volontari in azione per ripulire bosco del Castello di Sant'Adiutore

Attrezzati con buste e pale per bonificare l'area che circonda il Castello di Sant'Adiutore, da tempo nel degrado più totale. Protagonisti di questa iniziativa sono stati alcuni cittadini e associazioni ("Progetto Dieci Metri" e "Prima Aurora") che hanno deciso di ripulire la zona proprio in occasione...

Metellia Servizi a Cava, Servalli: «Società che rispetta standard economici e funzionali»

«La società partecipata dal Comune per l'igiene urbana, Metellia Servizi, tra le poche del settore, se non l'unica in Campania, che rispetta gli standard economici e funzionali». Lo ha detto il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, nell'incontro con la dirigenza ed il personale della Metellia,...

Cava de' Tirreni, si lavora per il parco urbano a corso Principe Amedeo

Il sindaco Vincenzo Servalli, stamattina, martedì 18 settembre, ha incontrato, insieme ai tecnici comunali, l'architetto Massimo Pica Ciamarra, progettista del parco urbano che sorgerà su corso Principe Amedeo. Il tavolo di lavoro, sollecitato dalle associazioni di categoria, è servito per una valutazione...

A Cava rinvenuto antico stemma nobiliare, Livio Trapanese: «Ha ben 188 anni»

Un reperto che conta ben 188 anni è stato ritrovato a Cava de' Tirreni, presso la sede dell'amministrazione comunale. A raccontare l'episodio è stato il giornalista cavese Livio Trapanese che, sui social, ha raccontato di essere stato contattato d'urgenza dalla dottoressa Liliana Noviello, dell'ufficio...

Cava de' Tirreni, proseguono lavori al "Simonetta Lamberti"

Questa mattina, 17 settembre, il sindaco Vincenzo Servalli ha effettuato sopralluoghi allo stadio comunale "Simonetta Lamberti", dove sono in conclusione i lavori di messa in sicurezza delle curve ed a San Giuseppe al Pozzo per le prove di cantieramento dei lavori di ripristino in quel tratto della strada...