Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàNuove tecnologie come avere i fondi

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Nuove tecnologie, come avere i fondi

Scritto da Il Denaro (admin), giovedì 28 marzo 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 28 marzo 2002 00:00:00

Le opportunità di finanziamento previste dalle misure 3.17 e 6.3 del Por Campania a favore dell'innovazione tecnologica sono state presentate lunedì 18 marzo a Caserta, nel corso di un convegno organizzato da Confapi Campania.

Misura 3.17

La misura 3.17 prevede il sostegno ai programmi di ricerca, di innovazione e di trasferimento tecnologico promossi dal tessuto imprenditoriale regionale. Tale misura attiva, dunque, contributi per progetti relativi ad attività di ricerca, sviluppo precompetitivo ed innovazione tecnologica, ai quali possono accedere le Pmi della Regione Campania. L'iniziativa si sviluppa su due fasi:

- sostegno all'acquisizione di servizi finalizzati alla definizione di un progetto di ricerca e sviluppo;

- sostegno alla realizzazione di un progetto di ricerca e sviluppo.

I progetti ammessi alla fase 1 possono beneficiare di un contributo fino al 70 per cento dei costi ammissibili. I progetti, in questa fase, devono prevedere investimenti per l'acquisizione di servizi erogati da soggetti appositamente accreditati presso l'Albo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur) o presso l'Albo regionale in corso di costituzione. Il contributo massimo erogabile per questi investimenti è di 20.000 euro. Se questa fase si conclude con la stesura di un progetto di ricerca e sviluppo tecnologico, l'impresa può presentare al momento della rendicontazione finale una richiesta di contributo per la fase 2. I progetti non sono ammessi se il contributo è inferiore a 40.000 euro. La seconda fase ha come obiettivo un progetto di ricerca e sviluppo cui l'impresa può accedere solo se supera la prima fase, partendo dai risultati cui questa è arrivata, oppure, nel caso in cui essa dispone di una sua elaborazione progettuale, la stessa può essere proposta indipendentemente. Anche per questa fase è previsto un contributo in conto capitale con una percentuale variabile dal 50 al 70 per cento del costo del progetto in funzione di criteri di premialità.

Misura 6.3

La misura 6.3 è finalizzata, invece, allo sviluppo della Società dell'Informazione in Campania, stimolando gli investimenti delle Pmi nell'information & communication technology. Tali investimenti hanno come obiettivo il consolidamento del tessuto imprenditoriale regionale e l'aumento delle capacità concorrenziali. I servizi attivabili della Società dell'Informazione sono individuati e definiti dalla direttiva comunitaria 98/34/CE e fanno riferimento ai servizi inerenti all'e-commerce, a servizi, dunque, prestati normalmente dietro retribuzione, a distanza, per via elettronica, mediante apparecchiature elettroniche di elaborazione (compresa la compressione digitale). Anche nella misura 6.3 si prevedono due fasi. Nella prima sono previsti la realizzazione di investimenti, materiali ed immateriali, tesi a supportare progetti imprenditoriali dell'Ict, da attuare sia in imprese esistenti che in nuove imprese della new economy.

Lo stato di attuazione

Sia la 3.17 che la 6.3 sono misure a sportello: la richiesta può, dunque, essere presentata fino al 30 giugno 2003, e comunque fino a concorrenza dei fondi. Per la gestione delle due misure la Regione ha utilizzato lo stesso metodo della legge 488/92, individuando cioè un istituto bancario cui è stata delegata l'istruttoria e l'azione di informazione. Sono stati, inoltre, individuati diversi punti d'informazione e di accoglimento delle pratiche presso le seguenti sedi della Banca Popolare di Ancona/Banca Popolare di Napoli:

- Napoli, via Orsini, 58

- Avellino, via Due Principati, 32

- Benevento, piazza Risorgimento, 11/12

- Santa Maria Capua Vetere (Caserta), via Pezzella (Parco Valentino)

- Angri (Salerno), corso Vittorio Emanuele, 126/132.

Caratteristiche innovative

La procedura messa in atto è sicuramente innovativa: l'istruttoria della proposta dovrebbe essere completata in trenta giorni e sono state coinvolte tutte le associazioni imprenditoriali per la diffusione degli obiettivi delle due misure. A circa un mese dall'attivazione degli sportelli sono emerse alcune problematiche. Intanto la misura 6.3 ha visto presentare circa centocinquanta domande, mentre sulla 3.17 ne sono state presentate solo quattro. Il successo della misura 6.3 è spiegabile per la natura degli investimenti (macchinari ed attrezzature), ma soprattutto perché nella prima fase non c'è necessità di una collaborazione tra l'impresa ed il centro di ricerca. La misura 3.17 vive questa difficoltà, che trae origine da una non comunicazione tra mondo della ricerca e mondo della produzione, spiegabile in parte dal livello degli investimenti, troppo contenuti per coinvolgere il mondo della ricerca, ma soprattutto per il significato che il mondo dell'impresa dà al termine ricerca.

Cognizione della ricerca

Va precisato, infatti, che gli imprenditori non sempre hanno cognizione della ricerca continua e delle forme di innovazione che essi realizzano quotidianamente, per cui è fondamentale far emergere tutto ciò ed individuare procedure di diffusione anche di tipo individuale, per indirizzare le attività d'innovazione continua all'interno di un progetto 3.17. Inoltre, è indispensabile realizzare iniziative in sistemi produttivi localizzati e di tipo settoriale, come i distretti industriali o i contratti di programma. In questo modo si possono realizzare iniziative pilota per superare le difficoltà descritte. Un altro elemento che va sicuramente corretto riguarda la documentazione da allegare alla misura 3.17. Infatti, è prevista una dichiarazione bancaria circa il possesso dei mezzi propri. Il sistema delle Pmi ha grande difficoltà di dialogo con il mondo del credito e per molte piccole imprese questa dichiarazione è un ostacolo alla presentazione delle domande. Considerato il livello del contributo, questa documentazione potrebbe essere non richiesta e, comunque, la mancata richiesta di bilanci non permette di valutare altre forme di apporto di capitale proprio, come riserve, utili non distribuiti o utilizzo di margini di struttura positivi. Il superamento di questi problemi permetterebbe di utilizzare uno strumento fondamentale per le piccole e medie imprese campane.

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...