Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità"No ai tifosi sui bus"

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

"No ai tifosi sui bus"

Scritto da (admin), giovedì 4 gennaio 2007 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 4 gennaio 2007 00:00:00

Si va verso l'ufficializzazione delle porte aperte all'Arechi e di una nuova proroga della capienza a 20mila posti per il derby Salernitana-Cavese. Oggi il sopralluogo allo stadio di via Allende della Commissione di Vigilanza, domani la riunione del Cos in Prefettura, alla quale parteciperanno anche i dirigenti delle due società, oltre ai responsabili delle Forze dell'Ordine ed ai rappresentanti delle tifoserie. Ma intanto è già scattata la fase operativa, accompagnata dalle prime polemiche. La Prefettura ha convocato per la riunione del Cos i vertici del Cstp. Questo perché c'è l'intenzione di far accompagnare i tifosi della Cavese allo stadio "Arechi" con i pullman del Consorzio, procedura già adottata in occasione di partite a rischio giocate negli anni scorsi. I sindacati del Consorzio di trasporti, però, hanno già respinto con fermezza questa soluzione.

La situazione è in evoluzione, ma al momento la strategia di massima è questa. I tifosi della Cavese sarebbero accompagnati con i bus del Cstp dallo stadio "Lamberti" allo stadio Arechi e poi riaccompagnati a casa, seguendo i percorsi prestabiliti dalla Questura di Salerno. Quasi certamente sarà scelto il tratto autostradale e poi la tangenziale, fino all'uscita alla zona industriale e lo spostamento attraverso la strada alle spalle dei Distinti. Ovviamente, l'intero tragitto sarebbe presidiato da agenti ed uomini delle Forze dell'Ordine. Anche a bordo di ogni bus, in tutto una trentina, ci sarebbero gli agenti, ma questa precauzione non è bastata a tranquillizzare i dipendenti del Cstp. Nella nota firmata da tutte le organizzazioni sindacali, Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Uglt e Faisa Cisal, c'è scritto a chiare lettere che «i dipendenti del Cstp non soddisferanno la richiesta prefettizia relativa all'espletamento del servizio di bus navetta per l'accompagnamento allo stadio Arechi dei circa 3000 tifosi provenienti da Cava de'Tirreni». I sindacati precisano che il rifiuto è dettato dalla pericolosità dell'evento e fanno un parallelo con gli ultimi derby Salernitana-Napoli.

«Troppe sono state le aggressioni subite dal personale in occasione dello svolgimento dei servizi. Basti ricordare ciò che è accaduto durante il derby Salernitana-Napoli: in quella occasione, nonostante la presenze del personale di Polizia a bordo dell'autobus, le violenze di entrambe le tifoserie si manifestarono con inaudita veemenza, procurando feriti tra i dipendenti. Inoltre, vennero danneggiati seriamente anche i mezzi del Cstp, che furono obbligati a subire un fermo di diverse settimane, tale da aggravare ancora di più il già precario servizio pubblico». Quindi, sorge la prima grana: come garantire il trasporto dei tremila tifosi della Cavese allo stadio Arechi. I tifosi metelliani si stavano organizzando nelle ultime settimane per affittare pullman privati, ma non ci sarebbe problema ad adottare la soluzione dei pullman del Cstp: per loro l'unica cosa importante è arrivare allo stadio Arechi. Ma è chiaro che per la sicurezza legata al derby l'operazione dovrà presentare le massime garanzie, tanto è vero che in Questura si stanno già studiando i percorsi e ci si sta preparando per installare i container divisori tra i settori.

De Luca e Gravagnuolo: «Allo stadio con noi»
I sindaci di Salerno e Cava, i presidenti di Salernitana e Cavese non hanno dubbi: «Il derby si deve giocare ed a porte aperte». Questo il pensiero che hanno confermato alla vigilia del sopralluogo della Commissione di Vigilanza e della polemica sull'utilizzo dei pullman del Cstp per spostare i tifosi della Cavese a Salerno. De Luca dice: «Sin dall'inizio ho detto che la partita andava giocata a porte aperte. Mi sono stancato di questa storia, nonostante sia sportivo e tifoso della Salernitana». Convinto della necessità di giocare regolarmente il derby anche il sindaco di Cava de'Tirreni: «Già a dicembre mi ero espresso in tal senso. Per la conoscenza che ho della tifoseria della Cavese, non credo ci siano motivi di allarme. Chiudere lo stadio potrebbe esacerbare gli animi, anziché aiutare a distenderli».

Lombardi è categorico: «Giocare a porte aperte è l'unica soluzione possibile. Il rinvio dello scorso 23 dicembre faceva presagire che la gara si sarebbe giocata davanti alle due tifoserie. Una soluzione differente, adesso, sarebbe incredibile». Fariello, presidente della Cavese, spiega: «I tifosi della Cavese attendono di vivere con gioia questa giornata, che attendono da tanti anni. È giusto che questa partita si giochi davanti ad una cornice di pubblico adeguata. La società della Salernitana è stata disponibilissima nei nostri confronti». Riguardo al malumore dei dipendenti del Cstp per il servizio da effettuare in occasione, Lombardi dice: «Mi auguro che i dipendenti del Consorzio non attuino proteste, mettendo a rischio il derby. La loro azienda è una sorta di compagnia di bandiera della provincia di Salerno, sarebbe impensabile fare a meno dei loro autobus».

Sia i due sindaci che Lombardi sono convinti che l'Arechi sia uno stadio sicuro. «Ha tutte le carte in regola per ospitare partite di calcio di un certo livello - prosegue De Luca - nonostante ciò siamo disponibili in futuro a metterci attorno ad un tavolo e programmare alcuni interventi, ma non tutti quelli prescritti dal decreto Pisanu». Pareri simili da Cava. «Lo stadio di Salerno è un impianto più che sicuro - aggiunge Gravagnuolo - io sarò presente in prima persona, assisterò alla partita come ho fatto spesso in trasferta».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...