Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 minuti fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità‘Mi darò fuoco davanti al tribunale'

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

‘Mi darò fuoco davanti al tribunale'

Scritto da (admin), martedì 13 gennaio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 13 gennaio 2004 00:00:00

Una lite per la compravendita di un immobile, regolata dal Codice Civile, ha portato un commerciante cavese, Luigi Rispoli, a denunciare penalmente il giudice che ha emesso la sentenza a lui sfavorevole ed a ricorrere in Cassazione per vedere garantiti i suoi diritti. Esasperato dalla lentezza della giustizia italiana, a suo dire non proprio imparziale, il commerciante intende darsi fuoco davanti al Tribunale di Salerno, per smuovere l'opinione pubblica e le istituzioni. «Ritengo - afferma Luigi Rispoli - di aver subito un grave ed imperdonabile torto dalla giustizia. Nonostante gli atti e gli accordi intercorsi fra le parti, mi ha penalizzato la sentenza emessa dal dott. Luigi Gargiulo del Tribunale di Salerno, Sezione Distaccata di Cava de'Tirreni. Mi ritrovo, mio malgrado, perdente e costretto a ricorrere a prestiti per correggere gli errori da altri commessi». I fatti risalgono a 4 anni fa, quando il commerciante mise in vendita un immobile dal valore di 380 milioni di lire. Il 17 giugno 1999 si fece avanti un compratore e fu stipulato un regolare compromesso di vendita, con chiare modalità di pagamento: 30 milioni come caparra, versati lo stesso giorno; 150 milioni da corrispondere entro il 30 luglio, termine entro il quale Luigi Rispoli doveva esibire una quietanza liberatoria per un debito contratto con il Banco di Napoli; entro il 30 ottobre i restanti 200 milioni. «Contravvenendo agli accordi stipulati in compromesso - dice Rispoli - il 17 luglio l'acquirente rinunciò all'acquisto, perché non avevo esibito la liberatoria della banca, dimenticando che tale impegno lo dovevo mantenere entro il 30 luglio. Mi chiese addirittura la restituzione doppia della caparra». Il giudice Luigi Gargiulo presiedeva il procedimento civile intentato dall'acquirente per il recupero dell'anticipo. «Il dottor Gargiulo - continua Luigi Rispoli - ignorando del tutto l'atto di compravendita e le date in esso riportate, mi diede torto, procurandomi una serie infinita di guai e danni finanziari». Per questi motivi il commerciante promosse nel 2002 un'azione legale, che ebbe il suo epilogo con l'archiviazione del procedimento penale, disposta dal Gip Francesco Todisco del Tribunale di Napoli, perché «...reagire a provvedimenti giurisdizionali non favorevoli ai propri interessi - si legge nella sentenza - non è certo incolpare di gravi reati il giudicante, quanto piuttosto esperire i rimedi previsti dalle leggi per l'impugnazione delle sentenze e, eventualmente, instaurare un giudizio per far valere il diritto al risarcimento dei danni per responsabilità civile del giudice». Nel maggio scorso, poi, la Corte d'Appello del Tribunale di Salerno ha confermato la sentenza emessa dal giudice Gargiulo. «Questo mi costringerà - conclude Rispoli - ad invocare il giudizio della Corte di Cassazione, anche per richiedere i danni procuratomi dalla sentenza di Gargiulo». Poi, minaccia di darsi a fuoco. In fondo, non è nuovo a gesti eclatanti. Nel corso del secondo mandato Fiorillo, riuscì ad introdursi nell'ufficio del sindaco, al primo piano del Palazzo di Città, minacciando di buttarsi dalla finestra nel caso in cui non fosse stato ascoltato.

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...