Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàLiceo Scientifico ecco i perché dell'occupazione

Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Liceo Scientifico, ecco i perché dell'occupazione

Scritto da (admin), giovedì 28 ottobre 2010 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 28 ottobre 2010 00:00:00

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa diffuso dagli studenti del Liceo Scientifico “A. Genoino” che da alcuni giorni stanno “occupando” l’istituto scolastico per protestare contro la riforma Gelmini. La nota è indirizzata in particolare ai docenti ed agli studenti. Leggiamo insieme:

“Noi occupanti, quelli veri, quelli sempre presenti, quelli che non dormono ormai da tre giorni, quelli che veramente si stanno impegnando per garantire il più corretto svolgimento di questa forma di protesta, ci teniamo a chiarire alcune cose.

Abbiamo deciso di protestare contro la riforma occupando poiché riteniamo che questa sia l’unica maniera per far sentire la nostra voce in modo deciso, ciò non avverrebbe utilizzando altre forme di protesta. Basti pensare che nell’arco di due giorni almeno tre giornali sono venuti ad informarsi sulla situazione, scrivendo poi articoli che ci hanno permesso di avere maggiore visibilità a livello regionale.

Tutti i giorni stiamo organizzando corsi, laboratori ed attività alternative, per far sì che quest’occupazione non risulti, come molti ci stanno accusando, solamente una perdita di tempo, bensì qualcosa di costruttivo.

Oltre alle attività mattutine e pomeridiane, vogliamo far notare che stiamo organizzando anche servizi di sicurezza e di pulizia per far sì che tutto si svolga nel migliore dei modi, perché noi alla nostra scuola ci teniamo. Per questo cerchiamo di tutelarla dalla riforma che sta facendo degenerare la situazione già grave delle scuole pubbliche italiane. Solo nel nostro istituto le ripercussioni dei tagli e dei cambiamenti effettuati stanno già gravando sulle nostre spalle.

I nostri compagni diversamente abili, numerosi nella nostra scuola, non sono tutelati dal momento che non ci sono abbastanza insegnanti di sostegno per tutti. Alcuni laboratori, che dovrebbero essere a nostra disposizione, non sono agibili per mancanza di tecnici. La cosa che più ci sorprende è che in molti ignorano l’esistenza di un laboratorio di rilevamento sismico, che contiene attrezzature costosissime inutilizzate da tempo: è uno spreco totale!

Varie classi per alcune settimane sono state sprovviste di docenti, facendo iniziare il programma didattico con ritardo. Inoltre, secondo alcune direttive del Ministero, i presidi non possono prendere posizione nei confronti della riforma, questo nega il diritto di libertà e di espressione e ciò non è assolutamente ammissibile.

La nostra protesta ha preso a cuore non solo i problemi legati alla riforma, ma anche quelli legati alla nostra città. Il 9 ottobre, infatti, abbiamo partecipato ad una manifestazione organizzata per protestare contro la chiusura dell’ospedale. Riteniamo che questo sia un argomento che debba interessare tutti e per questo abbiamo inserito nel nostro programma un incontro, avvenuto ieri mattina, con una dottoressa dell’ospedale, la quale ci ha spiegato cosa sta realmente accadendo: ci viene negata la possibilità di avere un ospedale funzionante nella nostra città.

Essendo convinti dell’importanza di questo argomento, ieri pomeriggio una rappresentanza degli studenti occupanti si è recata al Comune per esprimere il proprio dissenso durante il Consiglio comunale. La nostra protesta pacifica è stata respinta in maniera incivile senza alcun motivo. Abbiamo, infatti, solamente mostrato uno striscione recante la scritta: “Uniti nella lotta per scuola e sanità”. Lo striscione è stato sequestrato, facendo scaturire non solo la nostra rabbia, ma anche quella dei presenti che hanno costretto, a suon di fischi, le forze dell’ordine a riconsegnarci lo striscione. E’ inammissibile subire un trattamento del genere solo per aver richiesto un incontro col sindaco per chiedere chiarimenti riguardo la difficile situazione dell’ospedale e dell’istruzione.

Infine, vogliamo rispondere alle critiche mosse dagli alunni stessi nei confronti dell’organizzazione dell’occupazione, in quanto sterili. Infatti, se fossero costruttive, ossia supportate da validi consigli, le critiche sarebbero ben accette. Lo stesso discorso vale per coloro che hanno deciso di non partecipare, sebbene fossero d’accordo con i motivi della protesta: invece di giudicare, provate a dare il vostro aiuto e ad esporre i vostri suggerimenti.

Inoltre, molti di voi hanno dato per scontato l’esito negativo dell’occupazione. E’ vero, è impensabile che in sei giorni possa cambiare interamente il sistema, anzi anche in parte, ma quello che forse vi sfugge, cari ragazzi, è che l’occupazione è un’opera di sensibilizzazione verso il problema nei confronti dei ragazzi, affinché tra qualche anno si abbia una classe dirigente in grado di risollevare il nostro paese”.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni, sindaco Servalli: «La scuola è una priorità per l'amministrazione comunale»

Si è tenuta stamattina, mercoledì 18 ottobre, alle 10.00, presso la Sala dei Gemellaggi, la conferenza stampa del sindaco Vincenzo Servalli e del vice sindaco, Nunzio Senatore, assessore con delega ai lavori pubblici per illustrare le attività messe in campo finora dall'Amministrazione comunale per il...

Lamberti Food di Cava partner ufficiale del Campionato Nazionale Pizza DOC

Lamberti Food di Cava de' Tirreni sarà partner ufficiale della 4° edizionedel Campionato Nazionale Pizza DOC, che si svolgerà presso l'Area Fieristica Macchè Arena di San Valentino Torio dal 23 al 24 ottobre 2017. L'azienda metelliana ancora una volta scenderà in campo al fianco di manifestazioni di...

Cava de' Tirreni, disoccupazione giovanile in aumento

Alcuni giorni fa, l'amministrazione Servalli aveva deciso di procedere all'avvio di un processo di ridefinizione delle competenze funzionali di alcuni settori (clicca qui per l'articolo). Un piano di assunzioni che ha scatenato una vera e propria corsa al "posto fisso". Come riporta il giornale "La Città...

Cava, parte la raccolta firme per far restare don Giovanni

A Sant'Arcangelo, frazione di Cava de' Tirreni, parta la raccolta firme per far restare don Giovanni Pisacane. I fedeli, infatti, non accettano il trasferimento del loro giovane parroco, destinato a Dragonea di Vietri, e hanno iniziato una raccolta firme per farlo restare. Oltre a questo, inoltre, hanno...

Cava de' Tirreni, piazza Bassi abbandonata: l'appello dei residenti

Inaugurata lo scorso 25 luglio, dopo meno di due mesi piazza Bassi sta scivolando in un degrado inaspettato. La piazza presente nella frazione Pianesi di Cava de' Tirreni, infatti, è stata abbandonata se stessa, senza interventi adeguati di manutenzione. A creare malcontento tra i residenti della zona...