Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Gennaro vescovo

Date rapide

Oggi: 19 settembre

Ieri: 18 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàLe detenute: "Giudici guardateci negli occhi"

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua. Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera Amalfitana La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Le detenute: "Giudici, guardateci negli occhi"

Scritto da (admin), martedì 22 marzo 2005 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 22 marzo 2005 00:00:00

«Sappiamo bene che il compito della magistratura è basato molto sulla lettura degli atti, ma quanti di loro guardano negli occhi la persona che hanno di fronte?». E' uno dei tanti interrogativi posti dalle detenute in Campania e che hanno trovato spazio in un'indagine conoscitiva interna alle Case Circondariali della nostra Regione. Il lavoro è stato presentato ieri pomeriggio al Palazzo di Città di Salerno. Il quaderno della Consulta Regionale Femminile ha puntato i riflettori sul mondo della donna tra le mura carcerarie. Una sorta di carta d'identità della detenuta di oggi. Uno strumento utile per poi avviare progetti di integrazione post-pena. Dall'indagine è emerso che il 60,5% delle recluse sono italiane. Il 13,2% ha fatto uso di stupefacenti, il 46,1% è finita dietro le sbarre per traffico di droga. Tra gli altri reati, il furto, la rapina, le estorsioni, la ricettazione, l'associazione camorristica, il porto d'armi abusivo ed il contrabbando. «Da questo studio - ha sottolineato Mario Della Valle, presidente del Tribunale di Sorveglianza di Salerno - emerge un dato molto significativo: le donne che arrivano in carcere hanno un livello d'istruzione molto basso. La maggior parte ha raggiunto a stento la licenza elementare o media. Dietro di loro, poi, si nascondono storie di intimidazioni e violenze tra le mura domestiche, che ne hanno determinato il percorso di vita». Donne invisibili, come le ha definite Consuelo Ascolese, consigliere delegato alle Pari Opportunità del Comune di Salerno, che quotidianamente si scontrano con un mondo carcerario tutto al maschile. Tra le difficoltà evidenziate attraverso l'indagine, le detenute hanno posto al centro dell'attenzione le loro paure sul dopo carcere. E seguendo questo input si è già al lavoro per la creazione di proposte alternative: dall'integrazione di attività all'interno degli istituti penitenziari alla creazione di cooperative o offerte di lavoro interinale. «È necessario pensare a percorsi alternativi per il reinserimento delle donne in società al termine della pena, al fine di aiutarle a riscoprire nuovi orizzonti», ha detto Emilia Taglialatela, presidente della Consulta Regionale Femminile della Campania. Dal questionario vengono fuori storie di donne che avvertono forte il disagio della libertà, come ritorno al punto di partenza. «Per la maggior parte delle intervistate - racconta Erminia Bosnia della Consulta Regionale - non è semplice gestire l'allontanamento dai propri figli e, di conseguenza, recuperare il rapporto con loro stesse». Sulla necessità di riservare loro una maggiore attenzione, Paolo Carbone, avvocato penalista, parte dai testi legislativi: «Alla vigilia di questo incontro volevo approfondire il tema e mi ha stupito non aver trovato un paragrafo, dico uno, dedicato alla donna detenuta». 3.000 sono le detenute in Italia. Una piccola percentuale rispetto agli uomini. E Salerno è conforme alla media nazionale: nella Casa circondariale di Fuorni attualmente una trentina sono le donne. Una di loro è venezuelana, di origine colombiana. «Durante un colloquio con la mia connazionale - ha detto Carmen Jimenez Valera, Ambasciatrice-Console Generale della Repubblica Boliviana del Venezuela - sono rimasta piacevolmente sorpresa dall'attività di assistenza del gruppo di volontariato».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Metellia Servizi a Cava, Servalli: «Società che rispetta standard economici e funzionali»

«La società partecipata dal Comune per l'igiene urbana, Metellia Servizi, tra le poche del settore, se non l'unica in Campania, che rispetta gli standard economici e funzionali». Lo ha detto il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, nell'incontro con la dirigenza ed il personale della Metellia,...

Cava de' Tirreni, si lavora per il parco urbano a corso Principe Amedeo

Il sindaco Vincenzo Servalli, stamattina, martedì 18 settembre, ha incontrato, insieme ai tecnici comunali, l'architetto Massimo Pica Ciamarra, progettista del parco urbano che sorgerà su corso Principe Amedeo. Il tavolo di lavoro, sollecitato dalle associazioni di categoria, è servito per una valutazione...

A Cava rinvenuto antico stemma nobiliare, Livio Trapanese: «Ha ben 188 anni»

Un reperto che conta ben 188 anni è stato ritrovato a Cava de' Tirreni, presso la sede dell'amministrazione comunale. A raccontare l'episodio è stato il giornalista cavese Livio Trapanese che, sui social, ha raccontato di essere stato contattato d'urgenza dalla dottoressa Liliana Noviello, dell'ufficio...

Cava de' Tirreni, proseguono lavori al "Simonetta Lamberti"

Questa mattina, 17 settembre, il sindaco Vincenzo Servalli ha effettuato sopralluoghi allo stadio comunale "Simonetta Lamberti", dove sono in conclusione i lavori di messa in sicurezza delle curve ed a San Giuseppe al Pozzo per le prove di cantieramento dei lavori di ripristino in quel tratto della strada...

Cava de' Tirreni: aperto il cantiere de "Il Germoglio"

Aperto ufficialmente, ieri mattina, domenica 16 settembre, il cantiere della nuova sede de "Il Germoglio", in via San Lorenzo. Emozionato il presidente dell'Associazione, Silvio Mauro, che ha fatto del lavoro da parte dei ragazzi con disabilità la propria mission, insieme alla sorella Maria e anche perché...