Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàInfuria la polemica sulle aree di sosta

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Infuria la polemica sulle aree di sosta

Scritto da Lello Pisapia (admin), venerdì 19 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 19 ottobre 2001 00:00:00

I parcheggi, croce e delizia dell'amministrazione Fiorillo, spine per la Giunta Messina. Un po' da ogni settore della vita economica e commerciale della città si alza un coro di protesta e di insoddisfazione per il servizio che viene reso ai cittadini con l'entrata in vigore del piano sosta e parcheggi, gestito dalla Cmep (Compagnia metelliana parcheggi), emanazione dell'Aci Italia. «Spesso, per lavoro, mi devo recare al Comune - afferma Franco Avagliano - Si può trovare il posto macchina, ma il tempo occorrente per espletare le incombenze lavorative, a volte, non coincide con quello che si deve prevedere e, quindi, con il relativo ticket. Mi è capitato di essere in ritardo rispetto all'orario timbrato sulla ricevuta del parcometro ed ho trovato la multa di 38mila lire sul parabrezza». Anche la certezza di ritrovare l'auto è una delle preoccupazione degli utenti: «Il nuovo servizio penalizza non solo chi cerca uno spazio per la sosta, ma anche chi, rinvenutolo, non ha la certezza di ritrovare l'auto al ritorno - dichiara Antonella Parisi - Con le cooperative che gestivano i parcheggi, si aveva la garanzia della guardiania, cosa che, invece, oggi non accade, a fronte di costi maggiorati rispetto al passato». Le tariffe per la sosta sono state divise in tre fasce: 2000 lire al centro, 1000 nelle zone limitrofe e 500 lire nella prima periferia.

Le lamentele

A lamentarsi sono anche i dipendenti delle aziende statali e dello stesso Comune, che imputano al Comune di non aver ancora deliberato permessi speciali per i dipendenti dell'Enel, della Telecom, della Tecnomontaggi e di altre società di servizi, che per la loro attività sono soggette a continui spostamenti e trovano notevoli problemi nel dover programmare i tempi delle soste. Gli stessi utenti del Santa Maria dell'Olmo, vivono, quotidianamente, questo disagio. «Alle 12.30 di ogni giorno - afferma Rigoletto Maraschino - mi devo recare in ospedale per un controllo cardiologico e, puntualmente, devo fare i conti con il parcometro ed i suoi tempi per evitare il rischio di multe. Senza contare che la sosta obbligata mi viene a costare parecchio, visto la lunga e quotidiana permanenza in corsia». C'è chi, invece, se la prende con l'amministrazione. «L'assessore Vincenzo Trapanese (nella foto al centro) - dice Vincenzo Carleo - invece di viaggiare in tutto il mondo, farebbe bene a fare un giro per la città che amministra, possibilmente in auto. Si renderebbe conto dei vari disservizi e dell'esosità delle tariffe, soprattutto al centro. È vero che la filosofia di questo progetto è di liberare il centro dal traffico veicolare, ma far pagare tariffe così alte, come avviene, a chi per obbligo ci si deve recare, non lo ritengo giusto». Viene tirata in ballo anche la tanto reclamizzata navetta elettrica, che in via di attuazione è stata sostituita da un mezzo a gasolio del Cstp ed oggi soppressa per mancanza di viaggiatori. «Non esiste più la navetta che per un certo periodo ha fatto la spola dallo stadio a piazza Duomo - dice Ciro Luciano - quindi, chi lavora come me in un esercizio pubblico del centro è costretto a parcheggiare l'auto dove la tariffa è molto alta. L'alternativa sarebbe la sosta in periferia e farsi ogni giorno, almeno quattro volte, diversi chilometri a piedi per raggiungere o andare via dal posto di lavoro». I lavoratori e gli esercenti del borgo si sentono ulteriormente penalizzati. «Il parcheggio del trincerone è sempre pieno, non ci rimane che quello di piazza San Francesco, che comunque mantiene le stesse tariffe di un posto auto del centro - afferma Agata Polizzi - Ritengo che si debba trovare una soluzione per i commessi e gli esercenti di tutto il centro cittadino, che potrebbe essere una tariffa agevolata o un abbonamento a costi contenuti». Ma l'aspetto più controverso e più riportato dai cittadini è la guardiania contro furti o atti di vandalismo cui spesso le auto sono soggette.

La replica di Barbuti: "Rivedremo il Piano"

Doveva essere una fase sperimentale. Invece, come spesso accade dalle nostre parti, è diventata una realtà continuativa, soggetta a polemiche, spesso strumentali, ma anche a reali disagi per i cittadini. «Dopo questa prima fase di sperimentazione del nuovo piano sosta e parcheggi - afferma Enzo Servalli, segretario uscente dei Ds - il giudizio è complessivamente positivo, anche se su alcuni aspetti specifici sarebbe opportuno fare delle riflessioni ed eventuali modifiche. Bisogna annotare, innanzitutto, la disponibilità di posti per la sosta in tutte le ore del giorno. La sensazione è che, oggi, sia più semplice parcheggiare e questo, per la città, per la viabilità e per la qualità della vita, è un fatto importante. Va sicuramente rivista, invece, l'economicità del progetto, le tariffe, da molti cittadini ritenute esagerate, e soprattutto la necessità di avere anche la guardiania». La voce dell'amministrazione tende a chiarire, anzi ad apportare migliorie al servizio. «È nelle nostre intenzioni procedere ad una revisione della convenzione stipulata con la Cmep - dice Antonio Barbuti, assessore al Commercio (nella foto in basso) - Riteniamo che vadano eliminati i parcometri esistenti nel centro cittadino, rivedere le zone soggette alla sosta a pagamento e rimodulare le tariffe».

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...