Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàInfuria la polemica sui lavori al Borgo

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Infuria la polemica sui lavori al Borgo

Scritto da Il Mattino (admin), sabato 4 gennaio 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento sabato 4 gennaio 2003 00:00:00

Le osservazioni di Paolo Gravagnuolo, storico e critico d'arte, sul restyling del Borgo hanno colpito. I toni del dibattito sulla pavimentazione nel centro storico si alzano. Durissime alcune critiche verso i politici. Si sottolinea che è stata perduta una grande occasione per progettare un recupero forte del Borgo, in sintonia con la storia e con il ricco patrimonio urbanistico della città. La storia ha inizio nel 1985, quando la giunta Abbro-Panza lanciò un concorso nazionale di idee per la pavimentazione e l'arredo urbano. Tra i 20 progetti, vinse l'architetto Claudio Di Donato, che spiega: «Era una proposta complessiva, concreta e completa. Andava dalla pavimentazione in porfido e pietra di Centola all'arredo. Nell'esecuzione della proposta i materiali potevano essere cambiati ed adeguati alle esigenze ed ai vincoli della Soprintendenza». I lavori affidati alla ditta Vangone furono sospesi fino al 1977, quando fu realizzato un nuovo progetto esecutivo dall'Ufficio Tecnico comunale e chiuso il contenzioso con la stessa ditta Vangone, che avviò e completò il primo lotto sotto la Giunta Fiorillo. «Certo, l'attuale pavimentazione è tutta diversa da quella da me pensata e proposta», lamenta Di Donato. L'operazione, invece, è difesa dall'ex assessore ai Lavori pubblici della Giunta Fiorillo, Alfonso Lambiase: «Il merito della Giunta Fiorillo è stato non solo di aver rinvenuto i finanziamenti, ma anche di aver ripreso ed adattato i progetti. Il secondo lotto progettato dal team con capofila l'architetto Roberto Sica era già pronto alla vigilia delle elezioni. Il progetto era definitivo ed esecutivo. Messina ha cantierato tutto ciò che noi avevamo previsto, tranne l'ampliamento della rete di distribuzione del gas metano. A meno che non voglia con fondi personali provvedere oggi alla rimozione della pavimentazione». Da Palazzo di Città, non essendo stata ancora assegnata la delega ai Lavori pubblici (attualmente ne è titolare il sindaco), si fa sapere che il progetto in esecuzione non poteva essere modificato. Il progetto prevedeva di proseguire le opere già realizzate, che avevano interessato il primo lotto, con l'adozione dei medesimi materiali, lavorazioni e tipologie già utilizzate. Su questo punto convergono le critiche degli architetti Emilio Maiorino ed Umberto Barone. Il primo, autore di una proposta di Piano di Colore nel '92 e di un progetto di Recupero integrato del centro storico, è fortemente critico nei confronti di Fiorillo (nella foto): «Ben altri dovevano essere i materiali e, soprattutto, diversa doveva essere la visione dell'intervento. La realizzazione più consona e più adatta al luogo è quella di un canonico basolato stradale diagonale a correre, che restituisca nella sua semplicità la ricchezza dei maestri scalpellini. Un piano di pavimentazione in cui trovano posto il colore grigio del basolato di pietra, unito a quella di Centola. È sbagliata l'idea complessiva». Umberto Barone, autore del recupero di Santa Maria al Rifugio, obietta: «Occorreva un lavoro più artigianale e meno industriale, vedi la bocciarda ed il taglio a filo sega. Avremmo chiesto una maggiore attenzione». Più flessibile l'architetto Pino Adinolfi: «È senza dubbio una forzatura, ma l'intervento complessivamente è accettabile».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...