Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità"Indimenticabili quei professori"

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

"Indimenticabili quei professori"

Scritto da (admin), giovedì 15 settembre 2005 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 15 settembre 2005 00:00:00

«Ma sono questi i Beatles?». Valeria mi guardò facendo una smorfia a mezzo sorriso, poi cambiò espressione quando si rese conto che la mia non era stata una battuta scema. E rivolta a tutta la comitiva seduta sui gradini del Rancho Fellone, locale mitico in quella lontana estate ischitana del 1963, gridò: «Ragazzi... sapete che cosa mi ha chiesto?». Per una settimana fui lo zimbello del gruppo. Ma nell'inverno e nella primavera precedente non avevo mai ascoltato "Love me do" o "J love you" e quella sera, orecchiando gli aggettivi qualificativi a raffica che la mia amica indirizzava ai Beatles, dedussi che parlasse del complessino che si sarebbe esibito di lì a poco. Sono trascorsi, da allora, 43 anni e quel ricordo mi brucia ancora. Ecco, quando mi chiedono come si vivesse allora nel collegio della Badia di Cava de'Tirreni, il primo impulso è di raccontare quest'aneddoto. Ed invece, parlo dei miei insegnanti: don Benedetto, il rettore del collegio, che di mattina spiegava in modo impareggiabile Kant e di sera poteva colpirti con il nerbo di bue (se eri venuto alle mani con un compagno) e dovevi pure ringraziarlo baciandogli la mano; don Michele Marra, che, rispettando la consegna dei benedettini, di latino e greco si nutriva - e ti nutriva - meglio di un alessandrino (divenne poi abate); don Eugenio De Palma, che nel programma per l'esame di maturità inserì 1150 versi della Divina Commedia da imparare a memoria («Serve per allenarla», spiegò) e che divenne anche lui abate; don Raffele Stramondo, che convinceva anche i più riottosi ad innamorarsi di Giotto, Leonardo, Michelangelo, Tiziano. Insegnanti formidabili, cui interessava poco o punto, quando dovevano a fine anno decidere promozioni o rimandi o bocciature, che i genitori dei convittori avessero pagato un occhio della testa per mantenerli alla Badia. Ai miei figli, che portai in gita sui Monti Lattari, raccontai invece dell'Archivio, il più importante del Mezzogiorno, ma soprattutto delle immense camerate - eravamo in 160 allora - dove si gelava per il freddo (una stufetta elettrica ma solo dall'inverno seguente), tanto che si doveva lasciar scorrere un filo d'acqua dai rubinetti perché non ghiacciasse. Della sveglia mattutina alle 5.50 (alle 6.15 la domenica). E delle ore di studio: 4 il pomeriggio più 1 la mattina, dopo la messa, dalle 6.30 alle 7.30. Pur di andarmene feci due anni di Ginnasio in uno, studiando di notte nei bagni, a lume di candela e con una coperta addosso: mio padre apprezzò lo sforzo, rinviò l'acquisto di una nuova auto e restai lì per il Liceo. Niente giornali, niente radio, niente tv. Svaghi: un'ora di "visita" dei genitori la domenica mattina (per 4 anni spensi su un muretto della strada le candeline sulla torta che mi portava mia madre il giorno del compleanno); una partita a pallone il pomeriggio (se non pioveva), un vecchissimo film prima di cena. Se volevi leggere, ripassavi i classici greci e latini. Eri fuori dal mondo, ma avevi tutto il tempo per acculturarti e stringere amicizie che sarebbero durate per sempre. Pochi, che io sappia, hanno poi fallito nella vita. Lunghissimi, interminabili inverni. Dal 15 ottobre al 22 dicembre; poi dal 7 gennaio a Pasqua; infine, da Pasqua alle agognatissime vacanze estive. Ma se ti comportavi bene ci scappava, massimo un paio di volte, il permesso di andare coi tuoi a pranzo allo "Scapolatiello" e perfino un week-end a casa. In 4 anni, riuscii a guadagnarmene 1. Ma non ho mai rivelato a don Leone Morinelli, l'unico sopravvissuto dei benedettini d'allora, che lo consumai in un prostibolo del Vomero.
Almerico Di Meglio

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni: nuovo Direttivo del CCN incontra il Sindaco Servalli

Questa mattina, al Palazzo di Città di Cava de'Tirreni, il Consiglio Direttivo del Consorzio CavaCCN si è incontrato con il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore allo sviluppo economico Barbara Mauro de Cuya. L'incontro promosso dal neo Direttivo si è svolto in un clima molto cordiale ed informale...

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...