Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Vittorio martire

Date rapide

Oggi: 21 maggio

Ieri: 20 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàIncubo finito a casa i ragazzi scomparsi

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Incubo finito, a casa i ragazzi scomparsi

Scritto da (admin), venerdì 15 aprile 2005 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 15 aprile 2005 00:00:00

L'inquadratura fissa sul volto di Daniele. E' stato così che le immagini trasmesse dalla trasmissione di Canale 5 "Tutte le Mattine", condotta da Maurizio Costanzo, hanno attirato un uomo fermo al bar della stazione a bere un caffè. Non c'è voluto molto per capire che il volto di quel ragazzino era lo stesso dell'adolescente incrociato qualche istante prima sul treno che da Pisciotta lo aveva portato a Salerno. Immediata la segnalazione al 112. La notizia del ritrovamento di Daniele Ricciardi, 14 anni, ed Anilo Viziola, 17 anni, entrambi studenti del Liceo Classico "Marco Galdi", rimbalza via cavo alla Stazione locale dei Carabinieri, ove le famiglie dei due ragazzi avevano sporto denuncia nella tarda serata di domenica. A più di 72 ore dalla loro scomparsa, una "gazzella" dei Carabinieri ritrova i due ragazzi confusi tra i passanti di Corso Garibaldi, a Salerno, a pochi metri dalla stazione ferroviaria. Ieri mattina la mamma di Daniele, Maria De Luca, ed il suo compagno, Massimo Ricciardi, avevano trovato il cellulare ancora spento. «Non abbiamo avuto più segnalazioni - dicevano - Ieri il telefonino era acceso, è stato possibile individuare la zona. Pare che corrisponda a quella ipotizzata, tra Matera e Diamante. La stessa area indicata dal santone». Alle 9 anche i Carabinieri della Stazione locale non hanno ancora alcuna notizia. «Le ricerche proseguono senza sosta - si limitano a dire - Siamo molto impegnati, ma non possiamo dire altro. È evidente che più passano le ore e più la situazione si complica». Due ore dopo uno spiraglio. Sui binari della stazione di Salerno fa capolino il treno proveniente da Pisciotta. Uno dei viaggiatori scende dal vagone, si ferma al bar e lancia uno sguardo al televisore, sintonizzato su Canale 5. È inquadrato il volto di un bambino scomparso con i numeri telefonici da contattare: è Daniele. L'uomo si ferma ad osservarlo. Solo una frazione di secondo e si accorge che il ragazzino è lo stesso che ha incrociato sul treno, in compagnia di un altro adolescente. Chiama immediatamente il 113 per fare la segnalazione. Il centralino allerta le pattuglie in zona, che si precipitano nei pressi della stazione. Dopo pochi minuti una delle pattuglie riconosce i due ragazzi, che si confondono tra i passanti del Corso. Li fermano, loro non oppongono resistenza. Anzi, appaiano meravigliati che il loro viaggio verso quello che chiamano il "percorso mistico" abbia suscitato tanta attenzione. I due ragazzi vengono portati alla Compagnia dei Carabinieri. Bisogna accertarsi che siano proprio Daniele ed Anilo e la conferma arriva dopo poco. I due ragazzi non possono vedere ancora i genitori, perché prima devono essere interrogati dal magistrato che sta conducendo le indagini. «L'importante è che sono tornati a casa - dice la madre di Daniele subito dopo il ritrovamento - Ci hanno detto che stanno bene e che hanno dormito al coperto». Intanto, la notizia del ritrovamento rimbalza alla Stazione dei Carabinieri. I militari informano i genitori di Daniele ed Anilo. Maurizio Costanzo dà la notizia in diretta. Grazie ai cellulari, anche i compagni del "Marco Galdi" vengono informati degli ultimi sviluppi. È la fine di un incubo.

«Era un viaggio mistico lungo le vie della Passione»

«Stavamo raggiungendo la più vicina Stazione dei Carabinieri per far sapere che eravamo tornati»: sono queste le prime parole di Daniele Ricciardi, 14 anni, il volto da bambinone appena cresciuto, i capelli incolti come quelli di Anilo. Indossa la felpa gialla, la stessa della fotografia segnaletica. Quella maglia è la sua preferita per la firma Guru che ha sulle spalle. Un simbolo modaiolo che forse poco c'entra con la vicenda vissuta in queste ultime ore, fatta di sette, percorsi mistici e ricerca del Verbo attraverso la sofferenza. «Stiamo bene. Abbiamo dormito - spiega Daniele - e mangiato in albergo. Avevamo circa 300 euro a disposizione. Soldi che avevamo conservato da qualche tempo per questo viaggio». Oltre al borsone azzurro, la felpa, i jeans, il pigiama e la Bibbia, da casa Daniele aveva portato via anche una post card per i prelievi dal suo conto, in rosso secondo quanto riferito dalla madre. Il loro primo incontro, dopo i tre giorni di separazione, arriva in una fredda stanza del Palazzo di Giustizia. Daniele abbraccia la madre, Maria De Luca. Lei scoppia a piangere e ripete più volte la stessa domanda: perché? «Non mi hai mai capito - le sussurra Daniele - non hai mai capito il mio desiderio di voler intraprendere questo percorso spirituale, di voler conoscere la verità». Maria De Luca descrive suo figlio come un ragazzo sensibile, amante della poesia e della montagna. Solo raramente gli aveva sentito accennare a questa sua nuova passione. «Ora come ora - dice tra le lacrime - sono felice, perché ho potuto riabbracciare il mio Daniele. Il mio piccolo sta bene. Avevo paura che potessi ritrovarlo provato da questa esperienza. Credevo che avesse dormito all'aperto ed invece non si sono fatti mancare nulla. Hanno dormito in albergo ed hanno mangiato regolarmente». Molto del racconto di questi giorni è coperto dal segreto delle indagini avviate dalla Procura nei confronti dell'uomo conosciuto come il "predicatore". «Non posso dire molto - precisa Maria De Luca - ci sono indagini in corso, scattate dopo la nostra denuncia per plagio. L'unica cosa che posso dire è che le nostre ipotesi, relative a questa figura oscura, sono confermate. I nostri ragazzi sono stati plagiati e convinti a cercare la verità attraverso un viaggio spirituale, che li ha portati nelle zone ove sono state registrate le scene della "Passione di Cristo"». Uscita dal Palazzo di Giustizia, non si separa neppure per un attimo da Daniele. Salgono subito in auto per raggiungere la casa dei nonni materni, a Napoli. «Hanno voglia di vederlo. Prima, però, voglio ringraziare le Forze dell'Ordine, ed in particolare i Carabinieri di Cava, che si sono impegnati incessantemente nelle ricerche. Ringrazio anche la stampa che ha dato spazio al nostro appello».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Ex Velodromo di Cava de' Tirreni, se ne discute domani in Consiglio Comunale

Operazione restyling aree urbane, focus sull'ex Velodromo di via Ido Longo. Il Consiglio comunale che si riunirà domani pomeriggio, 22 maggio, alle 17 a Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, tratterà, tra i vari argomenti, anche quello riguardante il "Parco dello Sport" intitolato a Lord Robert Baden...

Cava de' Tirreni, ritorna la campana al Castello di Sant'Adiutore

La campana di Sant'Adiutore torna a suonare su Cava de' Tirreni. Nella serata di ieri, infatti, si è tenuta una cerimonia al castello metelliano dedicata proprio al ritorno della già citata campana, simbolo di fede per tutta la comunità cavese. Ricordiamo che la campana originaria venne rubata da alcuni...

Siena, anche il liceo “De Filippis-Galdi” al "Festival dell’Italiano e delle Lingue d’Italia"

di Rosanna Di Giaimo "Parole in cammino": un itinerario sull'Italiano tra presente, passato e futuro senza trascurare il contributo portato alla storia linguistica, sociale e culturale del nostro Paese dalle tante altre "lingue" presenti sul territorio come i dialetti, le lingue minoritarie, i linguaggi...

Cava, torna in funzione la fontana dei Pianesei

Con l'ultimazione dei lavori Enel, è pienamente funzionante la fontana in piazza Bassi ai Pianesi. Nei giorni scorsi, su iniziativa della consigliera comunale, Marisa Biroccino e il coinvolgimento di alcuni residenti, la fontana era stata completatamene ripulita per essere poi riempita e con l'attivazione...

Cava, La Fattoria Didattica: un'esperienza immersa nella natura

Di Patrizia Reso Ieri ha avuto inizio la terza edizione della Fattoria Didattica organizzata dal Comune, che si protrarrà fino al 19 maggio. Anche quest'anno il percorso della Fattoria si snoda "dietro Canale", come è tradizionalmente conosciuta la zona, strada che collega la zona di San Francesco con...