Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 45 secondi fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità‘Il prefetto precetti i farmacisti'

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

‘Il prefetto precetti i farmacisti'

Scritto da (admin), venerdì 24 ottobre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 24 ottobre 2003 00:00:00

Non gli va giù l'idea che «i farmacisti si considerino una casta privilegiata», e lo dice, come al solito, senza mezzi termini. Anzi, mette nero su bianco le sue considerazioni e le invia al prefetto, invitandolo a «precettare tutti i farmacisti per aver interrotto arbitrariamente il servizio». Così il segretario provinciale della Cgil, Fausto Morrone, esordisce nella nota indirizzata ad Enrico Laudanna, sottolineando che «lo sciopero ha già provocato notevole smarrimento tra le fasce più deboli», tanto che «i più poveri possono addirittura rinunciare a cure indispensabili per la propria salute». Di qui l'appello alle istituzioni perché «si muovano con il dovuto rigore e anche con severità» e, soprattutto, ai sindaci, che «stanno zitti e subiscono senza reagire a queste umiliazioni, mentre invece a loro è affidata la responsabilità delle comunità che amministrano». «Per il momento - afferma Morrone - la Cgil regionale ha sporto denuncia alla Procura, facendo presente che la sospensione delle normali prestazioni va contro la legge, anche perché non vengono distribuiti medicinali di fascia A. È un fatto gravissimo la disparità tra i lavoratori pubblici, che aspettano la conclusione del loro contratto di lavoro, e questi professionisti, che si permettono impunemente di fare mesi di sciopero senza perdere un euro, anzi guadagnando di più ed immediatamente». Dal canto loro, però, i farmacisti ribattono di «non essere dipendenti pubblici, avendo unicamente una convenzione esterna con l'Asl», motivazione che per Morrone è «soltanto un alibi». «Anche durante la scorsa agitazione della categoria - sostiene il sindacalista - la Commissione di Garanzia accertò la violazione dell'art. 13 della legge 146 del 1990, modificata dalla 83 del 2000, per il fatto che la durata dello sciopero era eccessiva e non erano stati garantiti i servizi essenziali. La legge, infatti, stabilisce quattro ore di interruzione, mentre i farmacisti hanno addirittura indicato, come data limite, il 31 dicembre. Certo, riconosciamo la legittimità della lotta e delle richieste maturate nei confronti della Regione, ma siamo altrettanto convinti che non ci debbano essere differenze tra i cittadini prestatori della propria opera».

LA RISPOSTA DI FEDERFARMA

«La nostra agitazione è stata concordata», replica il presidente Antonio Pandolfi

«Siamo persone perbene, che si preoccupano dei propri dipendenti, e non accetteremo alcun condizionamento esterno nella risoluzione della protesta»: Antonio Pandolfi, presidente provinciale della Federfarma, ribatte alle dichiarazioni di Fausto Morrone con «precisazioni doverose». Partiamo dall'incontro di stamattina con l'assessore Tufano... «Oggi ci incontreremo per cercare di risolvere la questione. Riconosco che abbiamo avuto proposte interessanti, ma ci stiamo riflettendo. Ieri sera c'è stata una riunione plenaria a Napoli per vagliare le iniziative dell'assessore alla Sanità, Rosalba Tufano. Abbiamo preso delle decisioni, discusso tra di noi, ma non so ancora cosa decideremo di fare quest'oggi». Insomma, quando rientrerà lo sciopero? «Spero presto, ma non posso garantire niente. Sono troppi mesi che non ci pagano e non possiamo reggere in eterno. Poiché ci riteniamo persone perbene, provvediamo regolarmente a corrispondere gli stipendi ai nostri dipendenti. Su di loro non facciamo pesare nessun ritardo: non li penalizziamo». Vi accusano di aver interrotto il servizio. Cosa risponde? «Che abbiamo sospeso solo l'assistenza diretta. Le farmacie, del resto, osservano il normale orario di lavoro e distribuiscono i farmaci salvavita. Ci hanno fornito un elenco di medicinali che siamo tenuti a dare: ne sono circa 100, tra cui morfina, insulina, antiepilettici e digitatici». E sull'intervento del prefetto? «La Commissione di Garanzia ha consentito lo stato di agitazione. Anche se Laudanna ci precettasse, non potrebbe restituirci i soldi che la Regione ci deve. Siamo sicuri di esserci attenuti alla legge e di non avere colpe». Può essere più preciso? «Voglio dire che, come tutti gli scioperi del servizio pubblico, c'è anche per noi un tavolo di concordato presso la prefettura. Ne deduco che il sindacalista possa aver agito per visibilità, ma con scarsa conoscenza dei fatti». Insomma, il dialogo con la Tufano è possibile? «Questo senz'altro, ma siamo vigili sulle proposte che si vengono sottoposte. Da parte nostra, c'è tutta l'intenzione di mettere fine ai disagi che stiamo dando all'utenza. Siamo consapevoli che i pazienti non hanno colpa, ma questa era l'unica possibilità per vedere rispettati i nostri diritti».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava 5 stelle. Libro bianco: «Petizione per odori nauseabondi di Via G.Maiori»

Da anni, si susseguono segnalazioni, esposti, comunicati stampa, chiamate ai vigili urbani per gli insopportabili odori che esalano dalle acque del torrente Petraro affluente, in sinistra idraulica, della Cavaiola nella zona nord della città a ridosso di via Gaudio Maiori. In merito a questa questione,...

SMS e messaggi Whatsapp sono prove documentali

Con la sentenza numero 1822/2018, la quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione sancisce che i messaggi Whatsapp e gli SMS ricevuti sul cellulare sono da considerarsi come prova documentale ai sensi dell'articolo 234 del codice di procedura penale che recita: «1. È consentita l'acquisizione...

Arriva WhatsApp business, ecco cosa si può fare con la nuova applicazione per le aziende

WhatsApp entra in ufficio. La chat di messaggistica di proprietà di Facebook, che conta oltre 1,3 miliardi di utenti, si sdoppia in una versione business, dedicata a piccole aziende e attività professionali. WhatsApp Business aggiunge funzioni a quelle della app normale, tra cui rispondere ai clienti...

Cava, due nuovi corsi all'Istituto “Della Corte – Vanvitelli”

Presentati ieri sera, mercoledì 17 gennaio, nella Sala del Consiglio di Palazzo di Città, i due nuovi corsi in Informatica e Telecomunicazione e Sistema Moda. Domenica 21 e sabato 27 gennaio Open Day presso l'Istituto "Della Corte - Vanvitelli" di Viale Marconi. «Abbiamo ulteriormente ampliato la nostra...

Cava de' Tirreni, cambio della guardia per il Cappellano Militare

di Livio Trapanese Stamane, giovedì 18 Gennaio 2018, presso la Caserma M.O.V.M. "Vincenzo Giudice", sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, si è svolta la cerimonia del cambio del Cappellano Militare fra l'uscente: Don Roberto Tortora ed il subentrante: Don Claudio Mancusi,...