Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 23 minuti fa S. Giovanna Antida Touret

Date rapide

Oggi: 23 maggio

Ieri: 22 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàIl PAES della discordia

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Il PAES della discordia

Scritto da (admin), lunedì 29 ottobre 2012 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 29 ottobre 2012 00:00:00

Se non si modifica, il Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes) farà perdere 20 milioni di investimenti e procurerà un danno erariale. Nella diffida, inviata per PEC, a Sindaco, assessore all’Ambiente, dirigente preposto e redattori Paes, il sottoscritto Mario Farano, responsabile di Unimpresa per Cava de’ Tirreni, rileva tre inosservanze ed una mancata opportunità.

Inosservanze: 1) carente concertazione con gli stakeholders (i portatori d’interesse); 2) carente coinvolgimento delle minoranze consiliari ed extraconsiliari (maggioranze del futuro?); 3) assenza delle previsioni economico-finanziarie.

Mancate opportunità: il non aver previsto azioni di riduzione delle emissioni di CO2 nel settore industriale. È vero, la loro previsione è facoltativa, ma quante opportunità si vanno a perdere in termini di investimenti ed occupazione, con almeno un 20% in più di azioni possibili? In termini di spesa, 20 milioni di €. Con i finanziamenti europei si potrebbero efficientare le macchine industriali, soprattutto i motori, intervenire su coibentazione ed illuminazione di capannoni ed uffici e sulla loro energizzazione.

Sulle inosservanze si coglie l’aspetto del danno erariale: se il Piano non venisse approvato a causa delle inosservanze, tutte le spese fatte e da fare sarebbero improduttive e, come tali, costituirebbero un danno per le casse comunali. A tal proposito, il sottoscritto si ripromette di inviare la diffida, per conoscenza, anche alla Corte dei Conti ed al Ministero delle Finanze.

Il responsabile di Unimpresa per Cava de’ Tirreni, Mario Farano

Il PAES di tutti: informati, condividi, partecipa

È on line da mercoledì 24 ottobre il portale web dedicato all’adesione del Comune di Cava de’ Tirreni al Patto dei Sindaci. Diciamo innanzitutto che il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali impegnate ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori. Attraverso il loro impegno i firmatari del Patto intendono raggiungere e superare l’obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020 attraverso una strategia individuata all’interno di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).

Attraverso il portale web cavapaes.wordpress.com sarà possibile informarsi su cos’è il Patto dei Sindaci, sugli inventari di consumi ed emissioni, sugli scenari al 2020 o sfogliare la presentazione tenuta dai tecnici durante l’incontro pubblico. Ma soprattutto il sito è stato pensato per favorire la partecipazione attiva della cittadinanza alla definizione della strategia che conterrà il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, da presentare alla Commissione Europea al termine della fase di concertazione.

I contributi dei cittadini e dei portatori di interesse in generale possono avvenire nei seguenti modi:
- attraverso i sondaggi sulla parte destra del sito, che permettono all’utente di scegliere quale deve essere la priorità d’intervento dell’azione amministrativa;
- nella categoria “Le Azioni” è possibile entrare in ciascuno degli interventi proposti dai tecnici (in seguito agli incontri con Giunta Comunale, Commissione Ambiente e Salute e rappresentanti di gruppi politici di maggioranza ed opposizione) e votarli attraverso delle stelle che esprimono un giudizio da 1 a 5;
- sotto ciascuna azione è possibile lasciare commenti con lo scopo di suggerire miglioramenti o dibattere sugli aspetti e le ricadute in termini socio-ambientali;
- sempre attraverso l’inserimento di commenti si dà la possibilità di instaurare partnership pubblico-private da parte di aziende del settore interessate all’intervento;
- è possibile anche - entro il 16 novembre p.v. - inviare delle idee non contemplate nella proposta di piano, cliccando su “Invia la tua idea”. Tutti i contributi saranno poi resi pubblici al termine della concertazione e tenuti in considerazione ai fini della redazione del documento.

Abbinata al sito è stata creata a una pagina twitter “Cava Energia”, dove quotidianamente comparirà la proposta del giorno inviata dagli utenti e scelta dalla redazione PAES. Inoltre, attraverso la pagina si informeranno i followers sugli sviluppi del piano e sulle iniziative connesse al Patto dei Sindaci. L’Europa chiede agli enti locali di monitorare costantemente il PAES e di renderlo un documento flessibile e modificabile, poiché ci si rende conto come sia impossibile individuare una strategia definitiva fin dalla sua prima stesura. Pertanto, la partecipazione di tutti i portatori di interesse sarà una chiave di successo che accompagnerà il cammino del PAES anche dopo la sua iniziale approvazione.

Il PAES guarda al 2020 con gli obiettivi di diffondere in città una cultura più rispettosa dell’ambiente e della salute, di attrarre finanziamenti di privati e dall’Europa (che nei nuovi pacchetti darà la priorità ai Comuni che hanno il PAES), di creare una green economy locale (grazie anche ad un mercato aggiuntivo stimato in 100 milioni di €), di fornire valore aggiunto alla città in termine di immagine e reputazione. Tutto ciò non può prescindere dal supporto e dalla partecipazione di tutti noi cavesi.

Redazione PAES cavapaes.wordpress.com

A.A.A. Cercasi Principe Ranocchio! (terza puntata de “La Bella Addormentata”)

A Cavelot, attraverso banditori accompagnati da tamburini, trombettieri e scortati da trombonieri in artistico costume, si è spasmodicamente alla ricerca di Principe Ranocchio che baci e svegli la Bella Addormentata: il PAES per Cava de’ Tirreni. La Strega Cattiva era tranquilla, sicura che il Ranocchio dormisse. Ma, perdinci, tutto questo frastuono potrebbe svegliarlo! Già attenzionati osservatori hanno sottolineato che nell’attuale formulazione del PAES manca la rilevazione dei dati che attengono il comparto industriale. L’incomprensibile giustificazione è che nella fotografia dei consumi energetici di un luogo (e quindi le conseguenti emissioni di CO2) non è obbligatorio fotografare tutto: insomma, si ha la facoltà di fotografare il Monte Castello senza il Castello di Sant’Adiutore. Ma che bella fotografia! Ovvio l’appiattimento sulla posizione dell’irreale fotografia di ex esperti energetici di corte, che nel passato hanno saputo produrre solo dannose iniziative (cifra il PEC di Camelot).

Il tempo a disposizione è poco e la Strega Cattiva spera pure che a Cavelot non si ricordino che nel 2001 l’Associazione degli Industriali di Salerno (all’epoca presidente era l’attuale Senatore del PDL Paravia) si fece promotrice di ben sei cooperative alle quali aderirono una quarantina di imprese distribuite nell’Agro Nocerino-Sarnese (Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore, Scafati, Angri e Pagani), nella Piana del Sele (Battipaglia e Bellizzi) e nella Valle dell’Irno (Mercato San Severino), per l’accesso al libero mercato dell’energia elettrica. Infatti, la Strega spera che non si accorgano che a Cavelot ha sede uno dei sei consorzi: il CIES - Consorzio Industriale Energie e Servizi. Già, perché potrebbero chiedere a questi quanto consumano di energia ai fini industriali in Cavelot, così da mutuare subito un dato su consumi energetici/emissioni CO2, e semmai coinvolgerli in una proposta d’impegno fattivo da inserire nel PAES.

Ella spera anche non si accorgano che di Camelot è il Presidente dell’ANICAV - Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari, che semmai bisognerebbe coinvolgerli in una proposta d’impegno fattivo da inserire nel PAES. Così come spera che non si ricordino che Camelot è una realtà piena di aziende ceramiche, dove addirittura esistono diversi Consorzi di settore. Per questo la Strega Cattiva lancia l’anatema: “Shhh… zitti!!! Shhhhh… il Ranocchio non deve svegliarsi prima del 16 novembre! Shhh… zitti!!! Shhhh...”.

La Strega Cattiva (alias Annamaria Senatore)

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Sparatoria a Cava: Mariapia è fuori pericolo, parla la madre

Non corre pericolo di vita la giovane 21enne che ieri sera è stata raggiunta da un colpo di pistola esploso da un'auto in corsa nei pressi di un bar in piazza Abbro. Al momento Mariapia Principe è al nosocomio cittadino, ma ancora non ha subito alcun intervento chirurgico. La madre della ragazza, attraverso...

Ex Velodromo di Cava de' Tirreni, se ne discute domani in Consiglio Comunale

Operazione restyling aree urbane, focus sull'ex Velodromo di via Ido Longo. Il Consiglio comunale che si riunirà domani pomeriggio, 22 maggio, alle 17 a Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, tratterà, tra i vari argomenti, anche quello riguardante il "Parco dello Sport" intitolato a Lord Robert Baden...

Cava de' Tirreni, ritorna la campana al Castello di Sant'Adiutore

La campana di Sant'Adiutore torna a suonare su Cava de' Tirreni. Nella serata di ieri, infatti, si è tenuta una cerimonia al castello metelliano dedicata proprio al ritorno della già citata campana, simbolo di fede per tutta la comunità cavese. Ricordiamo che la campana originaria venne rubata da alcuni...

Siena, anche il liceo “De Filippis-Galdi” al "Festival dell’Italiano e delle Lingue d’Italia"

di Rosanna Di Giaimo "Parole in cammino": un itinerario sull'Italiano tra presente, passato e futuro senza trascurare il contributo portato alla storia linguistica, sociale e culturale del nostro Paese dalle tante altre "lingue" presenti sul territorio come i dialetti, le lingue minoritarie, i linguaggi...

Cava, torna in funzione la fontana dei Pianesei

Con l'ultimazione dei lavori Enel, è pienamente funzionante la fontana in piazza Bassi ai Pianesi. Nei giorni scorsi, su iniziativa della consigliera comunale, Marisa Biroccino e il coinvolgimento di alcuni residenti, la fontana era stata completatamene ripulita per essere poi riempita e con l'attivazione...