Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Agnese vergine

Date rapide

Oggi: 21 gennaio

Ieri: 20 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàIl fu molino e pastificio "Ferro"

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Il fu molino e pastificio "Ferro"

Scritto da (admin), venerdì 19 ottobre 2012 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 19 ottobre 2012 00:00:00

Perché non sia lasciato scivolare nel definitivo oblio, vogliamo richiamare alla memoria dei non più tantissimi giovani cavesi del tempo, ma anche alla generazione odierna, una delle eccellenze industriali di Cava de’Tirreni, la quale certamente non sarà stata la sola a distinguersi per qualità del prodotto, ma che sicuramente è stata quella che ha occupato, già dai primi anni del ’900, del pari alla Manifattura dei Tabacchi di viale Francesco Crispi, primitivo Convento di Santa Maria del Rifugio, e l’Agenzia Tabacchi di via Generale Luigi Parisi (di fronte alla Tenenza della Guardia di Finanza), un considerevole numero di lavoratori ambosesso. Ancor prima del secondo conflitto mondiale, per la produzione e fornitura di pasta, farina, semola e mangimi di pregiata qualità, era nota non solo in tutto lo “Stivale Italico”, ma anche negli Stati Uniti d’America: parliamo di “Marcantonio Ferro & Figli, molino, pastificio e mangimificio”; ancor prima lo stabilimento si denominava “Biscottificio Bisogno”, che produceva anche pasta senza glutine.

Un maestoso opificio che si sviluppava su tre piani, posto in corso Giuseppe Mazzini. Per i contemporanei segnaliamo che il plesso occupava la medesima area ove oggi insiste il circolare “parco Beethoven”. Corso Mazzini, a quel tempo interamente basolato, si caratterizzava per la linea tranviaria, l’ultrasecolare chiesa di San Vito, ancor oggi retta da Monsignor Giuseppe (Peppino) Zito, il pastificio Ferro, il memorabile Hotel de Londres, l’unico nel Mezzogiorno ad avere un campo da golf, e l’Epitaffio, seicentesco monumento in pietra bianca, posto al bivio tra corso Mazzini e via Gaudio Maiori. Tornando al pastificio Ferro, vogliamo sottolineare che Marcantonio Ferro, negli anni della sua lunga e laboriosa attività, con l’esperienza acquisita dal molino a palmenti allestito a Campobasso il 1° gennaio del 1910, dal papà Domenico, già noto operatore economico del Mezzogiorno d’Italia, che da Frattamaggiore (Napoli), dove possedeva nove forni e nove carretti, si trasferì nel Molise, per le ricche risorse granarie della zona e che nel 1925, con i figli Marcantonio, Giuseppe e Raffaele, costruì uno dei primi molini a cilindri del Meridione, ha fatto conoscere l’eccellenza pastaia di Cava de’Tirreni ad una moltitudine d’italiani ed americani, quando il trasporto delle derrate avveniva unicamente a mezzo ferrovia e nave.

Un costante andirivieni di camion e carri trainati da robusti cavalli da e per lo scalo merci di via XXV Luglio, adiacente l’ottocentesca stazione ferroviaria di piazza Errico De Marinis. Buona parte dei due lati di corso Mazzini era occupata da lunghe file di carretti e autocarri. Nei minuti di sosta, i “cocchieri” e gli autisti, quando un caffè costava solo 30 lire, trovavano ristoro nel “Bar Fer” (sito al civico 60), gestito ancor oggi, dopo 54 anni, da Isidoro Pecoraro. Per dovere di cronaca segnaliamo che il 13 ottobre 1943 l’impianto di Campobasso venne minato ed incendiato dai Tedeschi in ritirata. Il motto che risaltava a caratteri rossi sulle confezioni cavesi era: “Pasta Ferro…pasta di ferro!”, ciò perché il sano alimento veniva prodotto con pura semola di grano duro. Oltre la pasta, lo stabilimento metelliano forniva ottima farina per dolci e semola extra con le quali le nostre mamme preparavano la pasta a mano, minestre e pappine per noi bambini. Al piano terra vi era il molino, costituito dalla sala laminatoi, sala semolatrici e sala buratti, quest’ultima destinata alla selezione del macinato. Il pastificio era composto dalla sala macchine, dalle gallerie di prosciugamento e dai cassoni di essiccazione.

Un opificio capace di produrre ben 114 tipi di pasta. La pasta destinata all’estero, Stati Uniti d’America in primis, avvolta in carta trasparente, veniva prodotta con farina doppio zero. Vi era anche la pasta realizzata con farina zero, avvolta in fogli gialli, farina zero extra, avvolta in fogli rossi e tipo castello, avvolta in fogli blu. Le confezioni erano da un chilogrammo e 500 grammi. Quelle destinate in America erano di 450 grammi (cioè una libra: unità di misura inglese). Nel locale adiacente l’attuale Bar Fer, ove oggi vi è un negozio di telefonia, vi era lo spaccio ove i dipendenti del pastificio ritiravano quanto necessitavano, ovviamente a minor costo. Il pastificio Ferro, sorto molti anni prima di Barilla, riceveva il grano dalle Puglie e dall’intera regione campana, trasportato da carretti od autocarri. Molti ricordano che l’attuale via Pietro De Ciccio era inesistente, poiché a ridosso dell’opificio vi era un esteso terreno. Via Eduardo Talamo era strettissima e polverosa.

La presente ricostruzione è stata resa possibile grazie alle reminescenze di Antonio Auriemma, riportateci dalla figlia Emilia, che ci ha fornito anche il materiale illustrativo, Domenico (Mimì) Bottiglia, Costantino Della Monica ed Antonio Troiano, cinque dei 170 dipendenti dello storico “Marcantonio Ferro & Figli”, molino, pastificio e mangimificio di corso Giuseppe Mazzini di Cava de’Tirreni, i cui portoni furono chiusi il 31 dicembre 1969. Da ultimo segnaliamo che Marcantonio Ferro, negli anni ’50 del secolo scorso, fu anche presidente della Cavese Calcio 1919 e nel 1954-1955 dell’Unione Sportiva Salernitana.

Livio Trapanese

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava, assessore Senatore: «Quasi raggiunto l'obbiettivo "Campi Zero"»

Si trasferirà nei prossimi giorni presso gli alloggi provvisori dell'ex Acismom, l'ultima occupante di un prefabbricato nel campo di Pregiato. Tutti gli altri campi sono praticamente svuotati, restano solo pochi occupanti abusivi, senza alcun titolo, che in questi giorni stanno lasciando i prefabbricati...

Il cellulare torna in classe: ecco le 10 regole della Fedeli

Dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca via libera all'utilizzo responsabile degli strumenti digitali nella didattica. Già quale tempo fa, il ministro Fedeli aveva annunciato che una commissione costituita ad hoc avrebbe studiato delle linee guide su come utilizzare virtuosamente...

Forum dei Giovani Cava de' Tirreni: il bilancio dopo 2 anni di attività

Si è tenuto stamattina, 19 gennaio, l'incontro con la stampa dell'Assessore alle Politiche giovanili, Paola Moschillo e del Presidente Benito Ventre ed alcuni componenti del direttivo, sulle attività svolte dal Forum dei Giovani. «Sono stati due anni intensi - afferma il presidente Ventre - ma anche...

Cava 5 stelle. Libro bianco: «Petizione per odori nauseabondi di Via G.Maiori»

Da anni, si susseguono segnalazioni, esposti, comunicati stampa, chiamate ai vigili urbani per gli insopportabili odori che esalano dalle acque del torrente Petraro affluente, in sinistra idraulica, della Cavaiola nella zona nord della città a ridosso di via Gaudio Maiori. In merito a questa questione,...

SMS e messaggi Whatsapp sono prove documentali

Con la sentenza numero 1822/2018, la quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione sancisce che i messaggi Whatsapp e gli SMS ricevuti sul cellulare sono da considerarsi come prova documentale ai sensi dell'articolo 234 del codice di procedura penale che recita: «1. È consentita l'acquisizione...