Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Frediano vescovo

Date rapide

Oggi: 18 novembre

Ieri: 17 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàIl candidato sindaco Alfredo Messina

Ospedale Santa Maria dell'Olmo, consigliere Lamberti: «Servizi di logistica insufficienti»

Cava, Circolo PD “25 aprile”: «Viadotto segno della concretezza dell'Amministrazione Servalli»

Sorrentino consola Buffon: «Non meritavi di lasciare così»

Il viaggio di Goethe a piedi: Vienna Cammarota a Cava de' Tirreni

Cava de' Tirreni: dall'8 dicembre al 13 gennaio al Santuario le "Feste Natalizie in Fraternità"

Cavese, via libera ai tifosi del Taranto: in vendita 200 biglietti

Zucchero in tour, 8 marzo live al PalaSele di Eboli

Migranti: Cava de' Tirreni accoglie la salma di una delle 26 donne morte a Salerno

Cava de' Tirreni tra le “100 mete d’Italia”, consigliere Biroccino: «Riconoscimento che conferma la bellezza della nostra città»

Fra Gigino lascia Cava, trasferito a Nocera Inferiore: «Grazie per i 20 anni insieme»

Scuole, 18 milioni per la Provincia di Salerno: interventi anche al "Della Corte-Vanvitelli" di Cava

Stadio "Simonetta Lamberti": ultimati i lavori alla Curva Nord

Stasera a Cava de' Tirreni "La Costiera delle Emozioni”: dal Giardino Segreto dell’Anima a Rossellini, dalla colatura di alici allo "spiaggismo"

Salerno: la Cittadella giudiziaria aprirà a luglio

Cava de' Tirreni: presentato Enrico Polichetti come nuovo vicesindaco

Cava de' Tirreni, Consiglio Comunale: approvato bilancio consolidato 2016

Su TripAdvisor si potranno segnalare molestie e dove si sono verificate

Nazionale Italiana: esonerato Ventura, ma Tavecchio resiste

Salerno: medico aggredito in strada senza motivo, VIDEO CHOC

Salerno: 26 migranti morte annegate, Procura esclude violenze. Venerdì 17 i funerali

Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Il candidato sindaco Alfredo Messina

Scritto da (admin), sabato 8 maggio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento sabato 8 maggio 2004 00:00:00

Vai a Operazione trasparenza

Con la scheda ed il programma di Alfredo Messina parte la presentazione dei candidati sindaco per Cava de'Tirreni e dei candidati al Consiglio comunale che hanno aderito all'iniziativa de ilPortico.it "Operazione trasparenza".
Per evitare equivoci e polemiche, precisiamo che la messa in linea delle schede relative ai candidati sindaco seguirà l'ordine nelle schede elettorali assegnato tramite sorteggio dalla Commissione elettorale.
Per quanto concerne, invece, i candidati al Consiglio comunale, la pubblicazione seguirà l'ordine cronologico di adesione a "Operazione trasparenza".
Partenza, dunque, con Alfredo Messina, sostenuto dalle liste Cava per la Libertà, Alleanza Nazionale, Nuovo Psi, Forza Italia e Democrazia Cristiana-Partito Repubblicano Italiano. Ecco curriculum e programma dell'ex sindaco.

CURRICULUM
Alfredo Messina è nato a Cava de'Tirreni il 9 maggio 1944. Sposato con la professoressa Gabriella Petrulio, è padre di tre figlie: Annabella e Laura, avvocati, e Barbara, ricercatrice presso la Facoltà di Ingegneria di Salerno.
Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Federico II di Napoli, ha conseguito l'abilitazione alla professione forense presso la Corte di Appello di Napoli. Per i primi due anni ha svolto la professione di avvocato presso il Gruppo Assicurazioni Tirrena in Napoli. Vincitore di concorso pubblico per titoli ed esami, dal giugno del 1973 al dicembre del 1993 ha ricoperto la funzione di Avvocato Capo Ripartizione Affari Legali del Comune di Cava de'Tirreni, risultando un fondamentale punto di riferimento amministrativo di tutte indistintamente le Amministrazioni comunali succedutesi nel tempo.
Titolare di uno studio legale associato con sede in Salerno, esercita la professione di avvocato amministrativista con patrocinio innanzi alle Magistrature Superiori. Ha collaborato e collabora professionalmente con varie Amministrazioni comunali ed altri Enti Pubblici. Autore di pubblicazioni in diritto amministrativo, è stato componente a fine anni '70 della Commissione istituita dal Ministero dei Lavori Pubblici per la riforma della espropriazione per pubblica utilità.
Nel 1995 ha fatto il suo esordio in politica, candidandosi nelle fila del CCD alle elezioni provinciali per il Collegio Cava I e risultando il primo dei non eletti. Nel 1996 ha fondato l'Associazione Culturale "Confronto", che per circa un decennio ha pubblicato un diffusissimo mensile cittadino di politica ed attualità.
Agli inizi del 1997 ha fondato il movimento politico "Confronto", che diede origine alla omonima lista civica che lo candidò alla carica di Sindaco di Cava de' Tirreni, conseguendo un lusinghiero risultato personale, oltre che di lista.
Dal 1997 ha ricoperto il ruolo di capogruppo consiliare comunale della lista civica "Confronto", dando un costruttivo e spesso determinante contributo, dai banchi dell'opposizione, sui problemi nodali della Città.
Nel maggio del 2000 ha aderito a Forza Italia e il 27 maggio 2001, quale candidato a Sindaco della coalizione di centrodestra, è stato eletto Primo Cittadino della Città di Cava de' Tirreni con 18.511 preferenze (55,77%).
Ha guidato l'Amministrazione comunale per oltre quattro anni, imponendo con determinazione e competenza una svolta decisiva alla vita amministrativa dell'Ente, restituendolo ai livelli di efficienza organizzativa, programmatoria e strutturale, che l'avevano connotato in ambito provinciale fino ai primi anni '80.
Su espressa indicazione del Coordinatore Nazionale del Partito, è stato ora candidato al Senato della Repubblica nella circoscrizione della Campania per Forza Italia nelle imminenti consultazioni politiche del 9 e 10 aprile 2006.

PROGRAMMA / MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE
La forza delle idee, la concretezza dei fatti
Per le consultazioni elettorali del 2001 la nostra coalizione di centrodestra assunse impegni precisi per l'immediato rilancio della Città, disastrata dai nove anni di pessima amministrazione del centrosini-stra: la ristrutturazione della macchina comunale e la separazione netta del potere politico da quello bu-rocratico; la ripresa delle numerose opere pubbliche ferme da troppi anni e la realizzazione di tante al-tre nuove ed incisive infrastrutture in un disegno organico di sviluppo economico ed occupazionale del-la Città; l'attuazione del Piano Regolatore Generale attraverso strumenti urbanistici di dettaglio, volti principalmente al recupero e al decoro del patrimonio edilizio esistente; la rivitalizzazione delle frazio-ni; il potenziamento dei servizi di rete (acqua, gas, fognature, illuminazione pubblica); il miglioramento e l'incremento dei servizi sociali; il rilancio dell'edilizia con la realizzazione di alloggi di edilizia resi-denziale pubblica e cooperativistica e di strutture produttive; la ripresa occupazionale nel settore edile, nell'industria, nel commercio e nei servizi; la valorizzazione dei principali eventi culturali cittadini, in primo luogo il recupero dello spettacolo pirotecnico della Festa di Monte Castello; la particolare atten-zione alla salvaguardia della salute, dell'ambiente e del territorio; il consolidamento del corso di laurea in architettura; l'apertura della piscina comunale e la ristrutturazione degli impianti sportivi cittadini; il rilancio turistico della città e la garanzia della sicurezza.
Senza mai lanciare fatui proclami, abbiamo concretamente dato qualità alla nostra Città!
E tutto ciò lo abbiamo realizzato senza incidere minimamente sui contribuenti, essendo il nostro Comune uno dei pochi che in Italia non hanno aumentato negli ultimi cinque anni l'I.C.I. e la addizio-nale I.R.P.E.F.
Più nello specifico:
Riorganizzazione della macchina comunale
Abbiamo restituito dignità agli uffici comunali, trasformandoli in attori principali dell'azione ammi-nistrativa, che è stata opportunamente supportata con l'innesto di poche e qualificate figure professio-nali, contenendo di gran lunga la pregressa spesa complessiva.
Mantenendo, infatti, invariato il costo per il personale malgrado gli aumenti contrattuali, abbiamo sostanzialmente eliminato gli incarichi professionali esterni di progettazione e di direzione dei lavori e di difesa dell'Ente, con enorme risparmio di danaro pubblico e con risultati più immediati e lusinghieri.
Opere pubbliche
Oltre alle numerose progettate e di imminente realizzazione, sono ben 105 le opere realizzate in quattro anni di amministrazione cittadina, per complessivi 50 milioni di euro (cento miliardi delle vec-chie lire) che superano di gran lunga i 17 milioni di euro dei nove anni delle due amministrazioni Fio-rillo di centrosinistra.
Sotto gli occhi di tutti sono, tra l'altro, il trincerone ferroviario, l'area mercatale, la piscina, l'ampliamento del cimitero, il rifacimento della maggior parte del Corso, il rifacimento del parco di Villa Rende e della Villa Comunale, l'acquisizione dell'area ex piazza Lentini ed il deposito del CSTP per la realizzanda nuova grande piazza Amabile con sottostanti due piani di parcheggio, la realizzazio-ne del nuovo Comando dei Vigili Urbani e dell'Ufficio Tecnico, l'integrale recupero della Scuola ele-mentare Don Bosco e l'ampliamento della Scuola elementare dell'Epitaffio.
Strumenti urbanistici
Abbiamo approvato i Piani di Recupero dell'intero territorio comunale, che, oltre al recupero edili-zio ed urbanistico del patrimonio immobiliare esistente, hanno permesso di riavviare la nostra econo-mia, rendendo in particolare flessibili le destinazioni d'uso degli immobili.
Abbiamo approvato e finanziato i progetti di riqualificazione urbana della frazione Corpo di Cava, dei Comparti di Santa Maria del Rovo e di via dello Scirè e il Contratto di Quartiere di Pregiato, che, in uno alla eliminazione dei prefabbricati e alla costruzione degli alloggi sostitutivi, consentirà l'integrale ristrutturazione urbanistica della frazione cittadina più popolosa, ma carente di servizi.
Frazioni
Ogni angolo del territorio è stato interessato da sobri ed eleganti interventi di riqualificazione, signi-ficativi del percorso di valorizzazione delle frazioni teso a renderle ricettori di flussi turistici.
Ovunque, infatti, sono stati eseguiti incisivi interventi di recupero di piazze e spazi verdi, con la cre-azione di nuove aree di parcheggio e con l'ampliamento dell'impianto di pubblica illuminazione, cui è stata dedicata particolare considerazione e attenzione e sono stati aperti nuovi importanti tratti di strada, come quella di collegamento tra la località Petrellosa e Sant'Anna, sono stati riaperti e completamente risistemati altri tratti dismessi, come nel caso della strada della Pietrasanta, e nei punti nodali sono state sistemate ed allargate molte strade esistenti.
Abbiamo raddoppiato in termini di percorrenza il servizio di trasporto pubblico che collega il centro con le frazioni, ottenendo dall'Azienda dei Trasporti la integrale sostituzione del parco automezzi e l'utilizzo anche di minipulman più idonei ad accedere nelle zone più periferiche, servite da strade di piccole dimensioni.
Servizi di rete
Abbiamo integralmente rinnovato e ampliato l'impianto di pubblica illuminazione, senza aumento di costi a carico del Comune, mediante l'affidamento della relativa gestione per 29 anni a ditta esterna.
Abbiamo approvato e finanziato il progetto per l'adduzione del gas metano alle frazioni di S. Pietro, Castagneto e S. Cesareo.
Abbiamo finalmente garantito la fornitura dell'acqua potabile su tutto il territorio comunale, senza alcuna interruzione nemmeno nei periodi estivi.
Abbiamo potenziato l'impianto di depurazione del Toriello, con il sollevamento dei reflui della zona meridionale della città, al fine di convogliarli verso il depuratore di Nocera Inferiore, disinquinando in tal modo in via definitiva il torrente Bonea e, conseguentemente, il golfo di Salerno.
Abbiamo realizzato importanti tratti della rete fognaria, tra cui quello delle frazioni di Castagneto e San Cesareo, quello della nuova zona industriale di S. Lucia e quello di via Veneto ed abbiamo convo-gliato il 60% dei reflui cittadini nel collettore fognario principale parallelo al torrente Cavaiola, realiz-zato negli anni '70 e mai utilizzato.
Problema casa
Previo recupero del relativo finanziamento governativo, decaduto dal 1993, abbiamo realizzato ben 60 alloggi cosiddetti "di parcheggio" in via Ferrara a Pregiato, che nell'immediato saranno utilizzati per facilitare lo smantellamento degli alloggi prefabbricati e che in futuro saranno utilizzati per le e-mergenze abitative.
Sono finalmente in corso di appalto i lavori di costruzione dei 400 alloggi (per l'eliminazione dei prefabbricati) e delle relative infrastrutture, per un importo complessivo di oltre 35 milioni di euro con finanziamenti da noi reperiti ed in base a progetti di alta riqualificazione urbanistica delle zone di inter-vento, dislocate in Santa Lucia, Pregiato, Passiano e La Maddalena.
E' ripresa l'attività edilizia per la costruzione di alloggi cooperativistici, che a breve avrà un decisi-vo impulso con l'approvazione definitiva dei nuovi Piani di Zona.
Sanità e servizi sociali
Su impulso determinante della nostra Amministrazione Comunale è stata progettata e finanziata la realizzazione del nuovo Distretto Sanitario in via Gramsci, con il trasferimento provvisorio del poliam-bulatorio in una struttura di circa 500 mq. sempre in via Gramsci.
Di concerto con l'A.S.L. SA/1, abbiamo inoltre individuato un'area di circa 40.000 mq. per la delo-calizzazione dell'Ospedale Civile, da realizzare in project financing ed abbiamo istituito l'ambulatorio veterinario per la lotta al randagismo, cui è affidata la sterilizzazione dei cani dell'intero ambito dell'A.S.L.
Tenendo nella massima attenzione l'esistente canile municipale di Santa Lucia, ne abbiamo previsto la delocalizzazione alla località Croce, in zona collinare ampia ed adeguata non solo a ricevere la nuova struttura, ma ad inserirla in un contesto più idoneo, con spesa a carico del Consorzio Salernitano dei Trasporti che, a sua volta, ha rilevato l'ex mattatoio di Santa Lucia per destinarlo a terminale del pro-prio servizio pubblico.
Abbiamo integralmente ristrutturato nella sua fisicità e nella sua organizzazione la Casa di Riposo per anziani di Pregiato. Oltre agli interventi di adeguamento degli impianti ed al rifacimento della co-pertura, infatti, abbiamo concretamente avviato il processo di acquisizione al Comune delle due distinte strutture ivi operanti per accorparle e gestirle direttamente, realizzando nel contempo di intesa con l'ASL un reparto di geriatria con funzione di Residenza Sanitaria Assistita, onde evitare che gli ospiti della Casa di Riposo non più autosufficienti siano costretti a lasciare la struttura in cui sono stati ospita-ti per tanti anni.
Con le nostre scelte coraggiose ed innovative abbiamo consentito al Comune di Cava, Capofila del Piano di Zona per i Servizi Socio-sanitari dell'Ambito S3, di garantire all'intero territorio comprenso-riale servizi di eccellenza con la massima economia, avendo fatto ricorso esclusivamente alle strutture comunali ed alla collaborazione dei loro dirigenti, con ciò permettendo al nostro Ambito S3 di classifi-carsi negli ultimi due anni al secondo ed al primo posto in ambito regionale e di conseguire le relative premialità.
Abbiamo attivato per primi in provincia di Salerno il servizio di teleassistenza per gli anziani, ab-biamo migliorato l'assistenza domiciliare, abbiamo notevolmente potenziato sul territorio i centri di aggregazione per anziani, abbiamo azionato attraverso il progetto URBAN ITALIA l'avviamento al la-voro dei disabili, abbiamo attivato il Centro di servizio per la famiglia ed il Punto di ascolto per gli immigrati.
Molta attenzione abbiamo prestato alla eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici pub-blici e nelle strade cittadine, ma tanto resta ancora da fare.
Non sono mancate iniziative per i giovani mediante l'organizzazione ed il sostegno di manifestazio-ni sportive dei ragazzi di ogni età, l'attivazione di laboratori musicali, di progetti di recupero scolastico e l'ideazione del progetto Pologiovani, che coinvolge i giovani di età tra i 12 e i 20 anni in attività spor-tive e musicali, oltre che nel campo dell'informatica e dell'arte.
Sviluppo - Attività produttive e commercio
Su nostro determinante impulso, è in via di completamento l'insediamento di numerosissime attività produttive nella zona industriale A.S.I., dopo circa venti anni di blocco assoluto dovuto a varie pregres-se negligenze e contingenze. Numerosi sono, inoltre, gli opifici in via di ultimazione che hanno fruito dei finanziamenti del Patto Territoriale Costa d'Amalfi, in cui l'Amministrazione Comunale ha rivesti-to un ruolo fondamentale e spesso determinante e che creeranno numerosi nuovi posti di lavoro.
Sotto la nostra Amministrazione il Ministero delle Attività Produttive ha riconosciuto Cava de' Tir-reni "Città di antica tradizione ceramica", riconoscimento che consentirà ai nostri produttori di fre-giarsi del relativo marchio di qualità ed ha finanziato per 300.000,00 euro un progetto di internaziona-lizzazione dei nostri prodotti ceramici.
E' stata finalmente realizzata la grande area mercatale, dotata di tutti i servizi ivi compreso il sotto-stante ampio parcheggio, per il rilancio del nostro mercato settimanale, tradizionalmente radicato nella storia e nella cultura della nostra città.
Nell'ambito del progetto URBAN ITALIA "Città solidale", di sviluppo condiviso tra pubblico e privato del nostro territorio con l'utilizzo di risorse pubbliche per circa 12 miliardi delle vecchie lire, abbiamo tra l'altro istituito un incubatore di imprese in micro e nanotecnologie, che rappresenta uno strumento strategico volto a valorizzare le professionalità ad alta competenza e specializzazione presen-ti sul territorio e ad aprire le strutture produttive della città alle nuove opportunità offerte dai mercati internazionali altamente tecnologici. L'obiettivo della struttura realizzata completamente con risorse reperite dal Comune è quello di creare nuova occupazione, innescare meccanismi virtuosi di sviluppo ed incoraggiare l'imprenditorialità attraverso un supporto formativo finanziario ed organizzativo.
Sin dall'inizio della consiliatura abbiamo approvato il nuovo Piano di Commercio, che in maniera duttile ed elastica ha conferito slancio all'iniziativa privata. Il centro storico, naturale ed elegante centro commerciale, è stato rivalutato con l'integrale rifacimento della pavimentazione in pietra lavica e con la imminente nuova illuminazione dei portici, finanziata con lo stesso progetto URBAN-ITALIA.
Nell'ambito della premialità del progetto URBAN-ITALIA abbiamo conseguito un ulteriore finan-ziamento regionale di 2,5 milioni di euro per il recupero delle facciate di edifici pubblici, che abbiamo destinato al rifacimento del Palazzo di Città compresa la sede del Social Tennis Club, della sede del Club Universitario Cavese, della sede dell'Azienda di Soggiorno e Turismo ed i cui lavori sono di im-minente realizzazione.
Nel corso del nostro mandato significative iniziative sono state attivate o sostenute dall'Assessorato competente per il rilancio del commercio, quali ad esempio "La notte Bianca" e "Porticando", che sono da strutturare in maniera stabile in relazione al positivo riscontro di affluenza.
Cultura
Tantissime e significative sono state le iniziative culturali promosse e sostenute dalla nostra Ammi-nistrazione, in particolare convegni scientifici, rassegne cinematografiche, rappresentazioni teatrali, concerti di musica classica e bandistici, presentazioni di libri, premi letterari di prosa e poesia, etc.
Annualmente abbiamo degnamente commemorato il Giorno della Memoria ed il Giorno del Ricor-do e celebrate tutte le ricorrenze ufficiali, senza preclusioni o pregiudizi di natura politica od ideologi-ca, coinvolgendo la cittadinanza e le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio.
Abbiamo amorevolmente curato ed accelerato l'opera di rientro da ogni parte del mondo e dell'Italia delle spoglie dei nostri concittadini caduti nelle guerre e nei conflitti del secolo scorso.
Abbiamo istituzionalizzato la ricorrenza del 7 agosto, quale data di elevazione delle terre de "la Ca-va" a Città, avvenuta con bolla del Papa Bonifacio IX, con rappresentazioni storiche ed eventi culturali e con il conferimento di cittadinanze onorarie e di benemerenze.
Ambiente e territorio
Primario obiettivo della nostra Amministrazione è stato il risanamento del torrente "Cavaiola" di concerto con il Commissario Straordinario per l'emergenza del Sarno, mediante la realizzazione di trat-ti mancanti della rete fognaria e di impianti di sollevamento per convogliare le acque luride cittadine nel depuratore di Nocera Inferiore.
Determinante è stato il nostro contributo in sede regionale per la costituzione del Parco dei Monti Lattari di concerto con gli altri Comuni della Costiera Amalfitana e particolare attenzione abbiamo sempre prestato al Parco Diecimare, fruendo anche di finanziamenti regionali all'uopo richiesti ed otte-nuti.
Con la validissima collaborazione di gruppi di volontariato e della nostra Protezione Civile, abbiamo prestato in maniera tempestiva e spesso determinante al rischio incendi boschivi ed al rischio alluvioni, conseguendo sempre apprezzamenti dalle sovraordinate strutture regionali e statali.
Numerosi ed incisivi sono stati gli interventi di pulizia e bonifica di valloni e tratti torrentizi, di con-solidamento e sistemazione idrogeologica di zone a rischio frana, come ad esempio nei casi di via Gae-tano Cinque e di via Bonazzi, così come sempre pronta ed incisiva è stata l'azione del nostro servizio di protezione civile in tutte le emergenze territoriali ed ambientali verificatesi nel corso degli anni, sì da essere apprezzata dalle sovraordinate autorità competenti.
Abbiamo immediatamente eliminato oltre 4000 inutili ed indecorosi paletti di ferro dai marciapiedi delle strade del centro cittadino ed abbiamo da subito ed in maniera diffusa iniziato una opera di realiz-zazione di marciapiedi, di impianto e reimpianto di migliaia di alberi e di creazione di nuove aree di verde pubblico e di verde attrezzato, di recupero dei percorsi e delle piazzole di Monte Castello, di eli-minazione dell'indecoroso sito di stoccaggio dei rifiuti urbani limitrofo al cimitero, di confisca di opere abusive, di rimozione dell'amianto dalle coperture degli edifici pubblici e privati.
Abbiamo attivato e quasi concluso la campagna di eliminazione dell'amianto esistente nelle copertu-re di eternit, nelle canne fumarie e nelle pluviali ed abbiamo attivato il processo di recupero delle cave dismesse di San Martino e di Cannetiello ed abbiamo approvato il progetto di risanamento della di-smessa discarica di Cannetiello.
Abbiamo fronteggiato sempre e nel migliore dei modi le varie emergenze dello smaltimento dei ri-fiuti solidi urbani, risultando l'unico Comune della Provincia in cui le strade non sono mai state invase da cumuli di immondizie ed abbiamo contenuto e migliorato la raccolta differenziata, anche mediante la raccolta degli abiti dismessi in convenzione con la Caritas Diocesana.
E' stata finalmente disposta la dislocazione nella struttura dell'ex mattatoio di Santa Lucia, con si-stemazione più idonea e funzionale, del deposito degli autobus di linea di Corso Mazzini, fonte di in-quinamento acustico ed atmosferico nel pieno centro cittadino, a ridosso del plesso scolastico di Corso Mazzini e dell'Hotel Victoria.
Istruzione
Anche in questo settore la nostra amministrazione ha privilegiato iniziative concrete volte alla eli-minazione delle barriere architettoniche, alla messa in sicurezza degli impianti e all'adeguamento dei servizi igienici di tutti gli edifici scolastici di sua competenza, recuperando inoltre integralmente e de-corosamente il grosso plesso della Scuola Elementare Don Bosco e ristrutturando ed ampliando la scuola elementare dell'Epitaffio per una spesa complessiva di oltre quattro milioni di euro.
Il corso di laurea in edilizia e restauro della Facoltà di Architettura dell'Università Federico II di Napoli è stato consolidato, trasformandolo da diploma triennale in corso di laurea triennale specialistica con il biennio di eventuale completamento.
Sport e impiantistica sportiva
Finalmente Cava ha avuto la sua agognata piscina comunale, struttura modernissima ed affidata a gestori di rilievo internazionale nelle discipline natatorie.
Massicci sono stati gli interventi su tutti indistintamente gli impianti sportivi: lo stadio comunale di via Mazzini ed i campi frazionali di San Pietro, Santa Lucia e Pregiato; le palestre di San Pietro e Santa Lucia interamente ristrutturate ed oggi adeguate per lo svolgimento di competizioni sportive ufficiali.
Anche l'area dell'ex velodromo ha finalmente avuto una sua definitiva configurazione sportiva qua-le struttura polifunzionale, in parte già realizzata di concerto con il Liceo Scientifico "Genoino" ed in parte con finanziamenti del Comune già acquisiti e di imminente realizzazione.
Per lo stesso Palazzetto dello Sport, altra opera da troppo tempo incompiuta, è stata redatta la pro-gettazione del completamento e si è in attesa della assegnazione del finanziamento chiesto alla Regione Campania.
Turismo
Gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione della Città realizzati e programmati in questi anni costituiscono il presupposto essenziale per il rilancio del turismo, asse portante dello sviluppo e dell'economia cittadina.
Nella stessa ottica di sviluppo del settore, il Comune ha partecipato a varie manifestazioni di promo-zione turistica internazionale in Italia ed all'Estero, coordinando la propria azione con l'Azienda Auto-noma di Soggiorno e Turismo.
E' stato concretamente avviato un processo di realizzazione di nuove strutture ricettive con il coin-volgimento di privati, ed è stata esaltata la esistente struttura dell'Ostello della Gioventù, che ogni anno vede accrescere le presenze di stranieri, non solo giovani.
Sicurezza
E' stata data particolare cura ai rapporti con le Forze dell'Ordine e con i rappresentanti istituzionali del Governo in ambito provinciale.
E' stato realizzato il nuovo Comando di Polizia Locale, adeguato alle più moderne esigenze, ed è stato bandito il concorso per l'assunzione di ben 25 Vigili Urbani.
Su nostra iniziativa è stato approvato dal Provveditorato Regionale alle Opere Pubbliche il progetto preliminare per la delocalizzazione della Stazione dei Carabinieri, che sarà trasformata in Tenenza con il conseguente aumento del personale da 10 a 40 unità.
Nè minore valenza nel settore ha avuto l'acquisizione da parte del Comune della società di gestione dei parcheggi pubblici e degli ausiliari addetti al servizio che, con la loro costante presenza nelle prin-cipali strade cittadine, costituiscono ulteriori elementi di controllo del territorio.
Per la sicurezza stradale abbiamo approvato il Piano del Traffico ed il Piano della sicurezza stradale, abbiamo rinnovato su tutto il territorio l'impianto di pubblica illuminazione con notevole risparmio e-nergetico, abbiamo sostituito integralmente il tappetino di asfalto su molte strade cittadine, abbiamo conseguito coofinanziamenti dalla Regione per complessivi 550.000,00 euro per diversi interventi stra-tegici di messa in sicurezza a beneficio degli automobilisti e dei pedoni, che sono tuttora in corso di e-secuzione.

Nuovo programma di governo
La strada è stata tracciata.
Forte delle esperienze maturate, anche quelle negative, la nostra coalizione chiede ancora la fiducia dell'elettorato per la sua conferma alla guida della Città per i prossimi cinque anni.
Il complesso ed articolato progetto politico avviato concretamente da circa cinque anni, deve essere necessariamente completato da coloro che hanno già maturato tale percorso, dimostrando capacità di programmare, progettare e realizzare presto e bene.
La struttura burocratica
Nell'ottica della separazione dei poteri, proseguirà il processo di delocalizzazione delle strutture comunali in altri contenitori all'esterno del Palazzo di Città, come già operato per il Settore dei Lavori Pubblici e per quello dell'Urbanistica, che sarà a sua volta allocato nel ristrutturando complesso mo-numentale di Villa Rende.
In particolare, i Servizi anagrafici saranno sistemati al piano terra dell'ex mercato coperto di via Schreiber, perchè privo di barriere architettoniche e dotato di maggiore capacità di parcheggi in zona, ed il Settore Cultura sarà allocato negli ambienti attualmente occupati dall'Ufficio Sanitario e dal Setto-re Urbanistica, con accesso autonomo dalla Villa comunale e con installazione di ascensore idoneo an-che per i portatori di handicap, fruendo del prestigioso sovrastante salone, in cui saranno tenute tutte le manifestazioni culturali.
Sistemazione parimenti idonea, sarà assicurata anche ai Settori dei Tributi ed ai Servizi Sociali in al-tri plessi esistenti, sì da rendere in definitiva il Palazzo di Città la sede istituzionale degli Organi del Comune, vero cuore pulsante della Politica e della Amministrazione della Città, e dei relativi servizi di supporto, nonchè sede degli organismi di più stretto interesse della vita cittadina.
L'unità e l'efficienza dell'azione amministrativa saranno garantite con il completamento dell'infor-matizzazione degli uffici, mediante il collegamento in rete intranet tra le varie sedi comunali e con pos-sibilità di accesso da parte dei cittadini, per la fruizione dei servizi senza più accedere agli uffici comu-nali.
Sarà istituita per i dipendenti una scuola di formazione ed aggiornamento professionale all'interno del Comune, con il contributo principale dei dirigenti e delle altre professionalità interne, atteso che con l'esternalizzazione dei servizi che la nostra Amministrazione continuerà a perseguire, i dipendenti saranno sempre più destinati a compiti di programmazione e di controllo.
Nel rispetto della normativa vigente e dei principi di trasparenza ed efficacia, saranno attivate per la copertura dei posti disponibili procedure selettive interne, per consentire ai dipendenti meritevoli l'accesso a qualifiche superiori.
Gli strumenti urbanistici
Gli strumenti urbanistici, nei vari livelli, costituiscono l'asse portante per lo sviluppo del territorio.
Perciò abbiamo contestato, contestiamo e contesteremo i nuovi indirizzi regionali del Piano Territo-riale Regionale, che vorrebbe asservire il nostro territorio a quello di Salerno.
Il nostro Comune, infatti, ha svolto nei secoli funzione trainante in molteplici settori produttivi ed economici, e non può essere ora svilito da scelte calate dall'alto, in assoluta controtendenza rispetto a quelle operate nel tempo ed in avanzata fase di attuazione.
Rivendicheremo, quindi, il nostro consolidato ruolo nell'ambito territoriale Cava-Costiera Amalfita-na, senza con ciò non considerare la opportuna sinergia con l'agro sarnese-nocerino e con la città capo-luogo di provincia, da svolgere in funzione paritetica e giammai complementare.
Con la realizzazione ed il completamento delle suindicate opere infrastrutturali, infatti, la nostra Cit-tà assurgerà a centro di un vastissimo bacino di utenza a cui potrà adeguatamente fornire i propri servi-zi connessi con il turismo, il commercio ed il tempo libero.
Approveremo, perciò, il piano esecutivo della ampia zona sportiva di via Gaudio Maiori prevista dal P.U.T. per realizzare gli impianti sportivi comprensoriali a servizio anche della costiera amalfitana e dettaglieremo i piani di recupero per la armonizzazione dell'esistente e per la realizzazione delle infra-strutture pubbliche o di interesse pubblico carenti nelle frazioni, come - ad esempio - inserendo in quel-lo di Pregiato la ristrutturazione dell'Asilo Pastore-Salsano da troppi anni dismesso.
Anche in vista dell'esaurimento dei suoli in zona A.S.I. e nella consapevolezza che lo sviluppo del nostro territorio non può avvenire realizzando imponenti opifici industriali, adotteremo i Piani di Inse-diamenti Produttivi per piccole attività produttive, in particolare artigianali per il rilancio del relativo settore.
Continueremo ad utilizzare i contratti di quartiere per il reperimento di finanziamenti pubblici e pri-vati per il recupero urbanistico di quartieri periferici e degradati, ta cui in primo luogo il Contratto di Quartiere 3, quale sviluppo logico di quello precedentemente avviato per Pregiato, per il completamen-to del Palazzetto dello Sport e per la sistemazione delle circostanti aree a verde attrezzato.
Le opere pubbliche
Il solo completamento delle numerosissime opere pubbliche avviate nella scorsa consiliatura di per sè potrebbe ben costituire l'intero programma elettorale di qualsiasi coalizione politica, purchè dotata di spiccate capacità attuative.
Le opere più significative di imminente realizzazione e già finanziate per un importo complessivo di 40 milioni di euro sono, infatti:
- la costruzione dei 400 alloggi per l'eliminazione delle baracche e delle relative infrastrutture alle loca-lità Pregiato, S. Lucia, Passiano e Maddalena;
- il rifacimento delle facciate del Palazzo di Città e dell'annessa sede del Tennis Club, delle sedi dell'Azienda di Soggiorno e Turismo e del Club Universitario Cavese;
- la realizzazione delle infrastrutture finanziate nell'ambito dei contratti di quartiere in località Pregiato (strada di collegamento della traversa Esposito con via Ferrara, adeguamento di via Pasquale Santo-riello; riqualificazione via Ferrara, collegamento via Ferrara - asse medio collinare - piazza Galdi, as-se ad ovest di via Ferrara - bretella via Abbro - asse medio collinare);
- il recupero dell'ex Pretura mediante la realizzazione di una medioteca, di una sala mostre e di una sala congressi.
Noi le realizzeremo e non ci fermeremo comunque, perchè il progetto di sviluppo della Città deve necessariamente travalicare gli stretti confini temporali di un mandato elettorale per garantire nel lungo tempo la continuità dell'azione amministrativa che appartiene al Comune e non alle forze politiche che si susseguono con le consultazioni elettorali.
Completeremo, perciò, innanzitutto la variante alla strada statale 18, sviluppando ulteriormente il sottovia dal ponte di via Atenolfi fino alla stazione ferroviaria e realizzando in superficie il collegamen-to con via Arti e Mestieri, che sarà ampliata e sistemata fino all'ex Inceneritore di Santa Lucia, dove si congiungerà con la bretella di collegamento con il casello autostradale di Castel San Giorgio dell'Autostrada Caserta-Salerno in corso di realizzazione.
In tal modo l'attuale statale 18, da Camerelle a Ponte Surdolo, sarà trasformata in strada cittadina in-terna, con adeguato arredo urbano, impianto di alberature e di verde ed illuminazione anticata, sì da va-lorizzare la qualità della vita e del commercio cittadino.
Sarà completata la sostituzione della pavimentazione dei marciapiedi e dei corpi illuminanti del trat-to terminale di Corso Mazzini, che nella zona antistante l'uscita autostradale sarà ampliato mediante la realizzazione di una seconda carreggiata, in modo da rendere fluido il traffico veicolare nel punto noda-le della città.
Bisognerà perseguire la progettazione di dettaglio e la realizzazione della strada di collegamento con Tramonti e la Costiera Amalfitana secondo le previsione del P.U.T., per esaltare la funzione di servizio della nostra città nei circuiti di turismo internazionale della Costiera.
Definitivo impulso sarà dato ai procedimenti di realizzazione dei parcheggi interrati su due livelli di piazza Lentini, di piazza San Francesco, di piazza Eugenio Abbro e dell'area di risulta dell'ex piscina di via Tommaso Cuomo, e saranno individuate con attenzione aree di parcheggi frazionali in armonia con le previsioni dei relativi piani di recupero.
Saranno realizzate almeno due strutture alberghiere di proprietà comunale (ex monastero di San Giovanni ed ex hotel de Londre) con lo stesso sistema dell'appalto concorso brillantemente già perse-guito dalla nostra amministrazione per la piscina comunale.
Durante il prossimo mandato sarà certamente realizzato un piccolo teatro comunale con 199 posti, per soddisfare le molteplici iniziative teatrali e dello spettacolo esistenti sul nostro territorio. Una sala congressi-teatro con almeno 500 posti, sarà invece realizzata ed affidata in gestione a privati con il si-stema dell'appalto concorso, riservandosi il Comune di disporne per particolari eventi, manifestazioni ed attività anche nell'interesse di iniziative locali.
Tutti gli impianti sportivi saranno oggetto di ulteriori radicali interventi migliorativi per renderli all'avanguardia nei settori sportivi di riferimento; sarà completato il complesso sportivo dell'ex velo-dromo con l'inserimento delle ulteriori strutture previste dal progetto generale a suo tempo approvato dalla nostra Amministrazione e sarà dato concreto avvio alla realizzazione di nuovi numerosissimi im-pianti sportivi intercomprensoriali nella zona appositamente individuata dal P.U.T. di cui alla legge re-gionale n° 35/87.
La frazione San Pietro fruirà oltre che della integrale ristrutturazione del campo sportivo in corso di esecuzione, anche della realizzazione di una strada in bypass che eliminerà il traffico veicolare dalla zona antistante la storica chiesa frazionale e la valorizzazione del monumentale complesso di Santa Maria del Quatruviale.
Saranno definitivamente sistemate tutte le aree destinate dai piani particolareggiati degli anni '80 ad infrastrutture pubbliche, tra cui la vasta area di San Cesareo che sarà adibita a parco urbano e belvede-re, l'area di Passiano (Comparto Bertone) e quella di San Lorenzo.
Nelle zone residue inedificabili di Piano Regolatore ed in quelle destinate a verde attrezzato, sarà privilegiata la realizzazione di spazi per i giochi dei bambini e dei ragazzi, riservandone alcune, oppor-tunamente attrezzate anche sotto il profilo igienico sanitario, al passeggio dei cani.
Maggiore cura sarà data alla manutenzione delle sedi stradali, secondo un progetto articolato in base alle priorità e mirato al rifacimento integrale del sottofondo stradale ed alla riapposizione del nuovo manto di asfalto.
Ulteriore obbligo è il recupero dei finanziamenti regionali già attribuiti al Comune quale vincitore del cosiddetto bando Di Lello per la riqualificazione delle periferie e dei borghi degradati e non ancora erogati per complessivi 5 milioni di euro, di cui i più significativi sono la riqualificazione e l'arredo ur-bano del comparto edilizio di via dello Scirè e la riqualificazione del Corpo di Cava.
Per conseguire le relative risorse regionali ed assecondare le legittime aspettative dei cittadini inte-ressati perseguiremo ogni iniziativa, anche legale, nei confronti della Regione.
I servizi di rete
L'impianto di pubblica illuminazione è stato affidato per 29 anni ad un concessionario che ne sta cu-rando l'integrale messa in sicurezza, con rinnovo di condutture elettriche, di pali e di corpi illuminanti.
Dovremo per i prossimi cinque anni prestare la stessa attenzione per l'integrazione della rete nei punti ancora carenti e per la sostituzione con pali anticati nelle vicinanze del centro storico cittadino e nei centri frazionali.
Il servizio idrico integrato (acquedotto e fognature) non compete più al Comune, dovendovi provve-dere per legge l'Ambito Territoriale Ottimale.
Ci impegnammo a perfezionare in tempi rapidi la gestione del servizio al concessionario individuato dall'A.T.O., al fine di sollecitare immediatamente il rifacimento della rete idrica ed al completamento della rete fognaria, con la messa in funzione della terza adduttrice dell'acquedotto dell'Ausino onde ga-rantire al Comune la portata idrica prevista dal Piano Regionale degli Acquedotti, per modo che non vadano più utilizzati per l'utenza domestica gli esistenti pozzi comunali, da servire invece per la forni-tura alle industrie ed alla agricoltura, con enorme risparmio di danaro pubblico e con notevole miglio-ramento della qualità dell'acqua.
Sarà dato ulteriore impulso alla concessionaria del servizio di distribuzione del metano perchè, nel rispetto degli obblighi contrattuali, estenda ulteriormente la rete cittadina, collegandola anche alle fra-zioni più lontane, intervenendo, se del caso, con sostegno pubblico e perchè attivi una stazione di servi-zio per la fornitura di metano per autotrazione.
Solleciteremo infine la definizione dell'estensione immediata della linea metropolitana al nostro ter-ritorio e la attivazione di una biglietteria automatica funzionante ininterrottamente anche di notte.
Le frazioni
I Piani di recupero contempleranno, come detto, le infrastrutture pubbliche carenti nelle frazioni per conferire ad esse pari dignità e decoro del centro cittadino, rispetto al quale, conservando appieno la lo-ro autonoma struttura urbanistica e culturale, dovranno svolgere una funzione eccentrica per il turismo, il commercio e l'artigianato.
Continuerà l'opera di sistemazione delle strade frazionali e di collegamento con il centro eliminando ostacoli, restringimenti, creando marciapiedi con alberature e siepi florescenti laterali, integrando e so-stituendo l'impianto di pubblica illuminazione con pali anticati e caratteristici.
Particolare cura sarà riposta in frazioni del tutto prive di servizi ed attrezzature ed in cui è difficile provvedervi per mancanza di spazi idonei, tra cui l'Annunziata e San Giuseppe al Pozzo, che saranno perciò oggetto di studi puntuali per pervenire in tempi brevi ad un progetto organico di ristrutturazione urbanistica, senza alterarne il tessuto ed il decoro architettonico.
Con l'incremento in corso della dotazione organica dei Vigili Urbani, sarà data assoluta priorità al controllo dei territori frazionali, quale ulteriore deterrente per episodi di inciviltà e di intolleranza e per recepire in maniera immediata le istanze dei cittadini per trasferirle alla Amministrazione.
L'ambiente ed il territorio
Riprenderemo il percorso sospeso per il recupero delle cave dismesse di Cannetiello e di San Marti-no di concerto con il Commissariato Straordinario per l'emergenza del fiume Sarno e proseguiremo nel risanamento delle assi torrentizie, a partire dai valloni Petrellosa e Pisciricoli, in base ad un progetto già finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole (gestione Agensud) per circa 1,5 milioni di euro.
Attueremo la definitiva bonifica della dismessa discarica di Cannetiello e realizzeremo un'isola eco-logica per lo stoccaggio dei materiali inerti e non inquinanti ed un impianto di compostaggio della fra-zione umida dei nostri rifiuti, necessaria ad eliminare i relativi costi di trasporto e di smaltimento.
Estenderemo la raccolta differenziata, esaltandola, e la pulizia delle strade e degli spazi pubblici all'intero territorio comunale, previa la necessaria riformulazione della convenzione con la società Se.T.A. che gestisce il servizio ed attueremo la trasformazione della tassa sui rifiuti solidi urbani. in ta-riffa di igiene ambientale, come prescritto dal decreto Ronchi, anche al fine di accelerare ed incremen-tare la raccolta differenziata spinta, presupposto ineludibile per il contenimento della spesa generale e, conseguentemente, della tariffa a carico di ciascun utente.
Doteremo il territorio comunale, in particolare il centro storico, di servizi igienici connessi a diurni da affidare a barbieri e parrucchieri, onde garantirne efficienza e decoro.
Continueremo a controllare con molta attenzione il territorio e l'ambiente, reiterando la convenzione con l'A.R.P.A.C. di Salerno per i controlli delle emissioni sonore, gassose e dei campi elettromagnetici, adeguando i piani comunali degli specifici settori e prestando attenzione a che le attività incomode e rumorose, nonchè le lavorazioni insalubri vengano esercitate adeguandosi alla vigente normativa o tra-sferendosi in zone del territorio lontane dalle abitazioni.
In linea con l'irrigidimento delle disposizioni legislative sulla repressione degli abusi edilizi, vigile-remo il territorio con lo stesso zelo ed applicheremo le misure repressive stabilite dalla legge.
La Sanità
Al Sindaco di Cava de' Tirreni compete la funzione di Presidente dell'Assemblea dei Sindaci dei Comuni compresi nel territorio della A.S.L. SA/1.
Forti anche di tale ruolo istituzionale ci impegniamo innanzitutto a sollecitare la immediata realizza-zione del Distretto Sanitario di via Gramsci secondo il progetto già approvato e finanziato ed in cui do-vranno essere accorpati tutti gli uffici ed i servizi del Distretto Sanitario Cava-Vietri sul Mare, anche al fine di conseguire la disponibilità dei locali di proprietà comunale tra cui l'attuale Ufficio sanitario ed il Consultorio familiare che dovranno essere destinati a fini istituzionali del Comune e solleciteremo la delocalizzazione dell'ospedale nella zona già in precedenza concordemente individuata con l'A.S.L..
Inoltre, vogliamo che il nostro Comune interpreti fino in fondo il ruolo nella sanità, che non è quello della gestione diretta dei servizi sanitari, ma che coinvolge responsabilità fondamentali di indirizzo e controllo sulla erogazione di tali servizi, sulla loro articolazione territoriale, sulla definizione degli o-biettivi e degli standard qualitativi e sulla verifica dei risultati raggiunti.
Fra gli aspetti della erogazione dei servizi sanitari cui intendiamo dedicare la priorità della nostra at-tenzione evidenziamo: l'integrazione dei servizi e delle strutture in un'ottica di area vasta; la raziona-lizzazione e l'ampliamento dei servizi informativi per la gestione delle prenotazioni; il governo e la ri-duzione delle liste di attesa; la valorizzazione dei medici di base della rete territoriale tra loro ed i me-dici specialisti; il rafforzamento della presenza sul territorio anche di ambulatori ad accesso diretto di centri di medicina generale e di pediatria che garantiscano una continuità su tutta la giornata ed anche nei giorni festivi; la massima integrazione e sinergia tra servizi sanitari e servizi sociali, con particolare attenzione al tema della non autosufficienza ed al supporto delle famiglie attraverso l'assistenza domi-ciliare.
A tal fine solleciteremo la sottoscrizione di un protocollo di intesa con l'A.S.L. per la creazione di una rete cittadina della salute, costituita dagli ospedali, dai servizi sociali domiciliari, residenziali, diur-ni, dai servizi di medicina territoriale per la costituzione di una tesoreria unica, per la fornitura di sedi operative, per il coinvolgimento del terzo settore, per l'istituzione di un budget di cura, per promuovere percorsi in materia di formazione, lavoro, casa ed habitat sociali, con costituzione del relativo fondo economico da affidarsi all'A.S.L. che a fine gestione dovrà rendicontarne al Comune.
Completeremo i lavori di ampliamento del cimitero, realizzando anche il crematorio, e porremo ma-no al recupero della parte storica del cimitero, per conferire infine all'intera struttura cimiteriale quell'aspetto monumentale che si addice alla nostra Città e trasferiremo definitivamente il canile muni-cipale alla località Croce, strutturandolo nell'ambiente naturale circostante, per modo che, creandovi nell'intorno percorsi e passeggiate ambientali, i bambini e le loro famiglie possano adottare a distanze un cane ospitato nella struttura, per visitarlo e prelevarlo di tanto in tanto e passeggiare in sua compa-gnia nei percorsi collinari e nelle aree da picnic che saranno appositamente sistemati ed attrezzati.
Agevoleremo, nell'ambito dell'attuando Contratto di Quartiere 2 di Pregiato, la attuazione in tempi ristretti della programmata struttura socio-sanitaria "Centro Assistenziale San Nicola" che, oltre a crea-re al suo interno 150 nuovi posti di lavoro, coinvolgerà in via indotta ed all'esterno l'occupazione di al-tre 75 unità.
I Servizi sociali
Dopo il completamento dei lavori alla struttura con inserimento del reparto di geriatria del nostro nosocomio e dopo la definitiva acquisizione al Comune dell'I.P.A.B. e dell'ex O.N.P.I., trasformeremo la casa di riposo di via Ferrara in un Polo Geriatrico, per completare la rete geriatrica assistenziale dell'anziano afflitto da polipatologia e non gestibile a domicilio con l'Assistenza Domiciliare Integrata.
Infatti, già ivi operando la struttura ospedaliera per lo studio, la diagnosi, la terapia e la riabilitazione delle malattie respiratorie, un servizio geriatrico con un'Unità di Viglianza Geriatrica, un Day Hospital ed ambulatorio di geriatria, l'Unità Operativa Assistenza Anziani distrettuale ed il Servizio di Assisten-za Domiciliare Integrata, il nuovo complesso socio-sanitario-assistenziale contribuirà in maniera de-terminante a soddisfare i bisogni degli anziani ospiti, fascia sociale estremamente debole e destinata a crescere nel prossimo futuro.
Di concerto con l'A.S.L. istituiremo le residenze assistite per disabili mentali, per ragazze madri e per donne maltrattate, utilizzando le costruzioni abusive confiscate e non condonabili o sanabili.
Costituiremo cooperative sociali per disabili, cui il Comune dovrà affidare alcuni servizi comunali in relazione alle capacità ed attitudini dei disabili stessi.
Ricaveremo, senza costruire nuove strutture, almeno altri 70 minialloggi da locare a coppie di an-ziani, secondo il modulo già felicemente sperimentato dal Comune negli anni '80.
Attiveremo sul territorio altri centri di aggregazione per anziani, secondo il modulo già da noi spe-rimentato a Pregiato, a Santa Maria del Rovo ed alla Badia.
Istituiremo, ancora, una "Banca del Tempo", quale centro di coordinamento delle domande e delle offerte di tempo tra chi ne ha necessità e chi ne dà disponibilità, per accudire o coadiuvare anziani, bambini o, più in generale, famiglie in difficoltà, anche temporanea, prevedendo scambi di disponibilità in considerazione delle reciproche competenze e possibilità.
Affideremo, infine, all'Assessore competente la costituzione di un "Osservatorio scuola", composto da insegnanti, assistenti sociali, psicologi e famiglie, perchè le problematiche e gli eventuali disagi de-gli alunni nell'ambito scolastico o familiare, trovino un punto di ascolto e possibilità di soluzioni com-petenti, nell'interesse del bambino o del ragazzo, della famiglia e dell'istituzione scolastica.
Il problema casa
Con la realizzazione dei 400 alloggi sostitutivi dei prefabbricati, da noi finanziati, progettati ed i cui lavori saranno a breve appaltati, sarà finalmente eliminato il disagio abitativo sofferto da tante famiglie cavesi per oltre 25 anni.
Purtroppo il nostro territorio, per i vincoli a suo tempo imposti dalla legge regionale n° 35/87 sul P.U.T., non può avere ulteriore espansione residenziale.
Tuttavia è possibile recuperare il finanziamento regionale di E.R.P. degli 88 alloggi che avrebbe do-vuto realizzare l'I.A.C.P. in via Ido Longo, secondo una scelta scellerata dell'Amministrazione Fiorillo, e che allo stato rischia di essere revocato per l'inclusione del suolo in zona rossa del Piano di Bacino sul rischio frane e per il conseguenziale contenzioso insorto tra l'Istituto e la ditta appaltatrice.
In merito la nostra coalizione, che in simili occasioni ha nel corso del precedente mandato elettorale dimostrato di avere capacità di idee e determinazione nella loro attuazione, si impegna solennemente a chiedere alla Regione il trasferimento del finanziamento in favore del Comune, che assumerà a suo ca-rico gli oneri della transazione cui perverrà con l'impresa e che, quindi, realizzerà direttamente gli al-loggi e le relative aree attrezzate sui suoli già individuati di via Ido Longo e di via Luigi Ferrara, nell'ambito del Contratto di Quartiere di Pregiato, facendo fronte ai maggiori costi per il contenzioso e per l'aumento dei prezzi di appalto con mutuo da contrarre con la Cassa Depositi e Prestiti, cui farà fronte con i canoni di locazione riscossi mensilmente dagli assegnatari degli alloggi.
Altri 66 alloggi di edilizia sovvenzionata saranno realizzati direttamente dal Comune nella zona di Pregiato nell'ambito dello stesso Contratto di Quartiere, con il relativo finanziamento statale già acqui-sito dal Comune, risultato vincitore del relativo bando nazionale.
Con l'approvazione definitiva dei Piani di Zona di San Pietro e di Santa Lucia, infine, saranno fi-nalmente realizzati gli alloggi per quelle cooperative utilmente collocate in graduatoria da oltre 20 anni.
I giovani
Ogni programma elettorale non trascura l'argomento, spesso però solo al fine di captare il consenso di quei giovani che per la prima volta esercitano il loro diritto di elettorato.
Con estrema facilità ad essi vengono proposti paradisi esotici e divertimenti, posti di lavoro stabili e ben remunerati, senza mai però assumere impegni netti e precisi che si scontrerebbero inesorabilmente con le scarsissime risorse economiche dei Comuni e con il disagio strutturale del mondo imprenditoria-le e del lavoro.
Noi, perciò, riteniamo più utile lanciare ai giovani un messaggio di speranza ed una sollecitazione ad aver più fiducia nelle proprie risorse, come da sempre, in ogni tempo è avvenuto per i giovani.
Nell'ultimo secolo ogni classe giovanile ha dovuto via via sopportare le conseguenze della prima guerra mondiale, del disastro economico del '29, dell'autarchia del periodo fascista, della seconda guerra mondiale, cui è seguito un lunghissimo periodo di lenta ripresa, della crisi economica dei primi anni '90.
Tutti quei giovani hanno sempre vissuto con serenità e con maturità la loro epoca, fidando sulla pro-pria fantasia, sulla propria inventiva e sulle proprie capacità personali, superando ogni contingenza ed ogni disagio, con il risultato che, malgrado tutto, oggi la nostra Nazione occupa i primissimi posti tra i paesi industrializzati del mondo.
Invitiamo, perciò, anche i nostri giovani ad avere maggiore fiducia innanzitutto in se stessi e nelle i-stituzioni pubbliche, che sono preposte alla cura degli interessi dei cittadini e, in primo luogo, dei loro interessi, perchè ad essi nell'immediato futuro sono affidate le sorti della nostra economia e della nostra civiltà.
In tale ottica, nel programma elettorale da noi proposto con amore e nell'interesse collettivo potran-no scorgere tante occasioni ed opportunità di sviluppo e di lavoro, tante iniziative culturali, di volonta-riato, sportive e del tempo libero, da indurli a partecipare attivamente alla vita politica della città, ab-bandonando gli atteggiamenti di sfiducia generalizzata, di critica e di non partecipazione alla vita atti-va.
La realizzazione di opere pubbliche, l'attività edilizia in genere, particolarmente vivace nel settore del recupero del nostro inestimabile patrimonio edilizio, l'apertura di nuovi opifici industriali, la ricon-versione di quelli dismessi, l'apertura di nuovi laboratori artigianali, la rivitalizzazione del centro stori-co e del commercio cittadino, l'apertura di nuove strutture socio-sanitarie, alberghiere e di ristorazione costituiscono di per sè fonte cospicua di occupazione e di lavoro.
Lo sviluppo, le attività produttive ed il commercio
La fase attuale delle politiche di sostegno allo sviluppo territoriale ed alla qualificazione urbana na-zionale ed europea impone l'individuazione di linee di indirizzo e di sviluppo delle città che ne sappia-no interpretare il ruolo strategico nel contesto provinciale, regionale, nazionale e comunitario.
I segnali di questa tendenza giungono soprattutto dall'Unione Europea che, con la proposta di rego-lamento per la programmazione 2007-2013 dei Fondi Strutturali, licenziata nel luglio 2004, attribuisce alle città, segnatamente quelle medie, un ruolo trainante nella costruzione della competitività e della coesione dell'Unione. Ciò significa che la Commissione individua nelle città i nodi ed i poli di eccel-lenza territoriale, chiamandole ad assumere, nella stagione programmatoria 2007-2013, un ruolo pro-pulsore dello sviluppo: per sè, ma anche e contestualmente, per i territori di riferimento, guardando alle vocazionalità ed alle opportunità locali, progettando e promuovendo reti di alleanze e di complementa-rietà con altre città, sia in Italia che nel resto di Europa.
Per la nostra Città sarà fondamentale arrivare pronti a questo appuntamento con progetti, alleanze e capacità organizzative/gestionali in grado di cogliere l'enorme opportunità di sviluppo che la nuova programmazione dei fondi strutturali può riservare alla Città.
Il programma URBAN-ITALIA "La Città solidale" da noi svolto nella precedente consiliatura ha consentito di produrre una buona pratica per Cava de' Tirreni, sperimentando interventi pilota, nuovi criteri di approccio al governo delle trasformazioni urbane, aprendo le porte alla cooperazione, al par-tenariato interistituzionale e ad una nuova propensione a "fare sistema" e a "fare rete".
Questo ricco patrimonio di esperienza sarà una opportunità concreta per affrontare con adeguata preparazione la sfida della nuova programmazione dei Fondi dell'Unione Europea per il 2007-2013 che affronteremo con il "Piano strategico", all'interno del quale la città ed i cavesi potranno costruire, in un impegno comune e consapevole, la visione condivisa e dinamica del proprio futuro e del proprio po-sizionamento competitivo sia nella provincia di Salerno e sia nella Regione Campania.
E', perciò, necessario condividere e ribadire il ruolo di cerniera che la nostra città riveste e rivendica rispetto a tutti gli ambiti territoriali contigui e la sua più stretta colleganza, interdipendenza e condivi-sione con la Costiera Amalfitana per fattori culturali, storici, ambientali e strategici.
Fondamentali per lo sviluppo del nostro territorio, quindi, sono innanzitutto le numerosissime suin-dicate infrastrutture che abbiamo realizzato e realizzeremo ancora in futuro in un'ottica di sistema a re-te in funzione di un ambito territoriale che travalica i confini cittadini.
Il nostro progetto politico di sviluppo economico, tuttavia, vede quali compartecipi, se non quali primi attori, i privati ai quali devono perciò essere affidate le iniziative economiche e di incremento oc-cupazionale, avendo di converso il Comune il dovere primario di supportarle, agevolandole al massi-mo.
Saranno, perciò, attuate le iniziative private contemplate del progetto URBAN, in primo luogo la ri-strutturazione integrale dei due grossi contenitori costituiti dalle gli ex cinematografi Capitol e Metel-liano, che contribuirà a rendere ancor più vitale la vita economica del centro cittadino, e sarà data mas-sima funzionalità allo Sportello Unico delle Attività Produttive, che in tempi brevi conduca ogni im-prenditore al perfezionamento di procedure amministrative altrimenti tortuose e complesse, ivi compre-se le eventuali varianti agli strumenti urbanistici.
Sarà completato l'insediamento degli opifici in zona industriale, con la creazione di centinaia di nuovi posti di lavoro, cui si aggiungeranno quelli del pari molteplici per i nuovi insediamenti produttivi da localizzare negli adottandi Piani di Insediamento Produttivi.
Secondo il progetto C.A.V.A. (ceramica ad alta velocità artistica) avviato nel precedente mandato, sarà proseguito il percorso di esaltazione della nostra produzione ceramica volto principalmente alla innovazione e sarà realizzato in zona facilmente accessibile un museo della ceramica, con la allocazio-ne nei dintorni di alcune attività artigianali del settore.
Massima attenzione sarà riservata al commercio cittadino, mediante un più intenso confronto con le categorie del settore, onde definire, istituzionalizzandole, iniziative ed attrattive che possano sempre meglio mostrare la qualità dei nostri prodotti e dei nostri esercizi commerciali.
Così, ad esempio, l'apertura domenicale e festiva degli esercizi potrebbe trovare maggiore attenzio-ne dell'utenza e maggiore considerazione dei commercianti applicando sconti minimi e prefissati in fa-vore degli acquirenti non residenti in città e diffondendo attrattive, quali piano bar all'esterno nei mesi estivi ed altre forme di intrattenimento.
Per l'agricoltura sarà sollecitata la realizzazione del nuovo impianto irriguo finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole nell'ambito del Programma Irriguo Nazionale per 6 milioni di euro e progettato di concerto con il Comune dal Consorzio di Bonifica dell'Agro Sarnese-Nocerino, cui all'uopo saranno affidati anche alcuni dei pozzi di proprietà comunale da dismettere dopo la sistemazione dell'acque-dotto comunale.
La cultura ed il folklore
Esalteremo le attività culturali in ogni loro espressione, specie quelle tradizionali della nostra Città, e sosterremo l'approvazione del disegno di legge Bondi per la celebrazione del primo millenario della fondazione della nostra Abbazia Benedettina, che farà confluire sul nostro territorio risorse economiche per il recupero infrastrutturale e monumentale della Città ed una serie di iniziative internazionali di ap-profondimenti culturali della funzione svolta dai padri benedettini di Cava de' Tirreni nella concezione cristiana della nostra fede religiosa.
Coltiveremo la celebrazione annuale della elevazione delle "Terre della Cava" a Città con appro-fondimenti storici e manifestazioni culturali e ricostruzioni teatrali, dando ulteriore risalto al conferi-mento delle cittadinanze onorarie e delle benemerenze.
Cureremo a che le secolari feste di tradizione, di storia e di folklore siano curate dalle associazioni presenti sul territorio in una costruttiva collaborazione tra le stesse ed in sinergia con il Comune e l'Azienda di Soggiorno e Turismo, in modo renderli sempre più spettacolari e poterne finalmente pro-porre la ripresa e la trasmissione ai mezzi di comunicazione anche nazionali, quale ulteriore veicolo promozionale del nostro territorio.
Acquisiremo definitivamente la Manifattura dei Tabacchi di viale Crispi, onde trasferirvi la Facoltà di Architettura, insediarvi una ulteriore facoltà universitaria di moda e spettacolo, attrezzare un museo dello scultore Balzico, istituire una pinacoteca comunale ed un museo della lavorazione del tabacco.
Promuoveremo ancora in futuro mostre e mercatini dell'antiquariato ed istituiremo un museo di auto e moto di epoca, acquisendole in comodato dai vari proprietari che, conservandone la proprietà, po-tranno usufruirne in occasione di mostre e raduni. In tal modo sarà rilanciato l'artigianato del restauro dei mobili antichi e delle auto e moto d'epoca, creando nuovi stimoli occupazionali in tanti nostri gio-vani.
La chiesa del Monte sarà recuperata con il finanziamento conseguito dalla nostra amministrazione che ha fruito della ripartizione statale dell'8 per mille per essere destinata ad un piccolo contenitore cul-turale.
Con il nostro decisivo apporto è stata attivata in Provincia la Bibliorete, mettendo in connessione le più importanti Biblioteche provinciali, ivi compresa la nostra.
Conseguentemente accelereremo la trasformazione dell'ex Casa Apicella di via Santoro, dopo il re-cupero dei relativi fondi regionali del cosiddetto bando Di Lello, in sede della parte storica della nostra prestigiosa biblioteca comunale, restando quella esistente di viale Marconi dedicata esclusivamente alle nuove tecnologie di consultazione multimediale ed a manifestazioni librarie.
Agevoleremo l'utilizzo del teatro comunale da parte di un costituendo "Teatro per la gioventù" or-ganizzato da scuole pubbliche, associazioni o gruppi spontanei per la preparazione e per la esibizione in attività teatrali (recitazione, canto, danza, etc.) dei giovani che intendano comunicare, attraverso la in-terpretazione teatrale, le proprie emozioni e la propria gioia di vivere in una comunità che li rappresen-ta ed alla quale essi sono fieri di appartenere.
L'istruzione
La nostra Città nel corso dei secoli ha svolto un ruolo importante nella formazione dei giovani con i nostri rinomati istituti di istruzione, in primis quello della Badia Benedettina, cui accedevano studenti da ogni parte della provincia e dell'Italia meridionale.
Nel solco di questa tradizione abbiamo esaltato il ruolo sul nostro territorio della facoltà di Architet-tura, collaborando al consolidamento del corso di laurea in edilizia ed alla organizzazione di corsi post-universitari.
L'esperienza positivamente maturata ci induce a concretizzare l'istituzione sul nostro territorio an-che di altre facoltà universitarie, in primo luogo il corso di laurea in moda e spettacolo.
Completeremo la ristrutturazione e la messa in sicurezza dei restanti plessi scolastici, eliminando fi-nalmente la precaria allocazione della scuola elementare attualmente ospitata nei locali della Curia Ve-scovile e che sarà definitivamente sistemata nel plesso di via XXIV maggio di proprietà comunale.
Lo sport e l'impiantistica sportiva
Altri consistenti lavori strutturali saranno eseguiti allo stadio comunale, in previsione e con l'augurio che la nostra squadra possa assurgere in tempi brevi ai superiori livelli del calcio professioni-stico e per recuperare l'esistente impiantistica dell'atletica leggera, onde riportare nella nostra città ma-nifestazioni nazionali ed internazionali del settore.
Sarà completata l'opera di ristrutturazione dei campi di calcio periferici con apposizione di manto in erba sintetica e sarà completato l'adeguamento delle restanti palestre comunali.
Sarà finalmente ultimato il Palazzetto dello Sport, da affidare in gestione all'esterno con il sistema dell'appalto concorso per lo svolgimento non solo di attività sportive, ma anche di manifestazioni cano-re e di spettacoli in relazione alla sua capacità ricettiva ed alla sua posizione strategica di collegamento viario ed alla disponibilità di aree di parcheggio risultanti dalla realizzazione del contratto di quartiere di Pregiato e dalla realizzazione degli alloggi sostitutivi dei prefabbricati.
Continueremo a sostenere le varie iniziative sportive promosse da enti ed associazioni, curandone una migliore sinergia organizzativa e, come per le altre molteplici attività del tempo libero, cercando di articolarle in un unico calendario prefissato in accordo con i promotori, sì da evitare che lo svolgimento in contemporanea di varie manifestazioni crei soltanto confusione e non dia il giusto risalto a ciascun evento.
Il turismo ed il tempo libero
Completando l'opera di ristrutturazione e riqualificazione della Città nel centro e nelle frazioni, ri-lanciando il commercio e l'artigianato di qualità, esaltando la produzione ceramica di qualità, eviden-ziando il ruolo storico, culturale e religioso di Cava de' Tirreni e della nostra Abbazia Benedettina e re-alizzando le innumerevoli strutture sportive comprensoriali di via Gaudio Maiori, susciteremo l'interesse dei turisti e degli operatori del settore, essendo pronti a destare l'interesse per la nostra città di buona parte dei turisti che sono normalmente attratti in zona per l'esistenza nei territori limitrofi di tanti rinomati siti archeologici, di ineguagliabili lidi e coste marine, di superbe catene montuose, di pa-norami di rara bellezza, di innumerevoli e frequentatissimi luoghi di culto.
Ma perchè il turismo si traduca in occasione di sviluppo e di lavoro è necessario che i turisti possano soggiornare comodamente e dignitosamente nel nostro territorio.
Il Comune, quindi, realizzerà mediante affidamento in concessione di ristrutturazione e di gestione ben due strutture alberghiere nel pieno centro cittadino, di cui quella relativa all'ex convento di San Giovanni sarà destinata in particolare al turismo congressuale, atteso che in aderenza all'albergo dovrà essere realizzata una sala congressi con capienza di almeno 500 posti, da utilizzare all'occorrenza an-che quale teatro.
Secondo intese già raggiunte con la società che gestisce la struttura, dopo il trasferimento della Fa-coltà di Architettura, l'Ostello della Gioventù usufruirà dell'intero complesso di Santa Maria del Refu-gio, funzionando per l'intero arco dell'anno e fruendo anche di tutti i locali esistenti a piano terra per organizzare manifestazioni ed attività connesse al turismo internazionale.
Ma tali iniziative del Comune non saranno sufficienti a restituire alla nostra città la capacità ricettiva dei secoli scorsi, in cui funzionavano ben 25 alberghi disseminati su tutto il territorio comunale.
La nostra Amministrazione, perciò, in questo progetto di rilancio turistico e dell'accoglienza, confi-da sull'iniziativa privata che dovrà realizzare, specialmente nelle zone collinari e frazionali, altre strut-ture ricettive, quali alberghi, agriturismo, camping e bed and breakfast, impegnandosi ad agevolare o-gni iniziativa mediante l'utilizzo dello Sportello della Attività Produttive.
Bisognerà, inoltre, esaltare il ruolo dei nostri innumerevoli ristoratori e maestri pasticcieri che offro-no tutti indistintamente servizi e prodotti di qualità, apprezzati e rinomati.
Iniziative analoghe vanno incentivate e sostenute, perchè la nostra città possa inserirsi definitiva-mente nei percorsi enogastronomici di rilevanza nazionale ed internazionale.
Incentiveremo e sosterremo le iniziative di turismo per disabili, attesa la presenza sul territorio di organismi idonei professionalmente e strutturalmente attrezzati.
Di intesa con gli imprenditori del settore, armonizzeremo la movida, individuando soluzioni anche logistiche che, nel contemperamento equilibrato degli interessi dei cittadini e delle aspettative giovanili, possa restituire alla nostra Città quel ruolo di leader che vantava in ambito provinciale negli scorsi an-ni.
La sicurezza
Alla Città che abbiamo disegnato, finalizzata principalmente alla espansione turistica ed economica, dobbiamo necessariamente garantire maggiore sicurezza.
Rivaluteremo, professionalizzeremo ulteriormente ed incrementeremo nell'Organico lo storico Cor-po dei Vigili Urbani, completando immediatamente i concorsi in via di espletamento per l'assunzione di 31 nuove unità ed espletando a breve la selezione interna per miglioramenti di carriera e di qualifica, ed istituiremo dei corsi di aggiornamento professionale da tenersi in sede, nella nuova e comoda sede del Corpo di recente da noi realizzata proprio in funzione del suo consistente potenziamento.
Solleciteremo la realizzazione della nuova Tenenza dei Carabinieri, che aumenterà considerevol-mente il numero di appartenenti all'Arma presenti sul nostro territorio e, conseguentemente, il miglio-ramento del servizio senza soluzioni di continuità.
Con l'incremento del personale dei Carabinieri e dei Vigili Urbani, sarà certamente più agevole strutturare servizi di prevenzione e di controllo del nostro territorio in condivisione con le altre Forze dell'Ordine, il Commissariato della Polizia di Stato ed il Comando della Guardia di Finanza, utilizzan-do in sinergia l'esistente servizio di videosorveglianza, previa ulteriore estensione della rete.
Dal punto di vista dei trasporti la nostra Amministrazione nelle scorsa consiliatura ha proposto ed avviato un governo di mobilità cittadina teso non solo alla semplice gestione della viabilità esistente, ma integrato con i programmi urbanistici e di sviluppo della Città.
Una serie di interventi sono già stati realizzati, altri sono in corso di realizzazione e di attivazione. Si tratta di interventi di natura gestionale ed infrastrutturale, la cui bontà è stata oggetto di esplicito rico-noscimento da parte della Regione Campania.
L'assetto infrastrutturale della città, già concretamente avviato sull'armatura stradale per la deloca-lizzazione dell'intero tratto interno della statale 18 ed il collegamento con il casello della A 30 a Castel San Giorgio, dovrà essere completato con quello della rete ferroviaria, realizzando lungo la linea stori-ca della Rete Ferroviaria Italiana, altre due fermate del Sistema di Metropolitana Regionale a sud ed a nord dell'attuale stazione.
Dal punto di vista gestionale saranno attivati:
- il monitoraggio del piano del traffico e l'aggiornamento del P.G.T.U. con relativi piani particolareg-giati e esecutivi;
- il Piano dei percorsi pedonali di accesso alle scuole cittadine;
- il Piano della segnaletica;
- il Piano della logistica distributiva (city logistics).
Ulteriore contributo alla sicurezza stradale deriverà certamente dal completamento della toponoma-stica, con la nuova intitolazione di tante altre strade che ancora ne sono prive, in particolare nei centri frazionali e nelle case sparse, e con la modificazione di quelle esistenti nei casi in cui la omonimia può ingenerare incertezze, confusione e ritardi nei soccorsi di emergenza sanitaria e negli interventi della protezione civile.

Le scelte per governare ancora la Città
Il migliore dei programmi non è credibile, oltre che attuabile, se non trova il giusto supporto nella selezione della classe dirigente e nei suoi criteri di scelta.
In questa ottica, pur nel rispetto della diversità di opinioni, di sensibilità e di comportamenti di cui ciascuna persona è portatrice, ed in base alla traumatica esperienza già maturata nella scorsa consiliatu-ra, abbiamo cercato di selezionare i candidati alla carica di sindaco e di consiglieri comunali in base al-la loro competenza, capacità, abnegazione, determinazione, radicamento sociale, propensione al gioco di squadra, comportamenti politici che abbiano fondamento nella lealtà, nella coerenza, nella moralità e nella convinta adesione al rispetto delle regole del confronto democratico, non necessariamente scritte, ma insieme maturate, tese ad accordi programmatici ampiamente condivisi nell'interesse della colletti-vità e non sulla spartizione di potere.
Il nostro invito è rivolto non solo a quanti confidano nelle aspettative e nei valori propugnati dalla Casa delle Libertà, ma a quanti nel lavoro e nelle professioni, nella scuola e nella cultura, nel sociale e nel volontariato, sono animati dai nostri stessi valori: la democrazia, il rispetto della dignità della per-sona, la famiglia, la libertà, non ultima quella economica ed imprenditoriale, la solidarietà, la giustizia civile, la tutela delle categorie più deboli e degli emarginati.
Per queste ragioni, la nostra aggregazione, fondata sul dialogo e sul confronto paritetico, indipen-dentemente dal rispettivo peso elettorale, tra le forze politiche dotate sul nostro territorio di un comune sentire sui metodi e sui contenuti programmatici, ha dovuto, senza la integrale composizione delle forze politiche costituenti la Casa delle Libertà, proseguire, per rilanciarlo, nel progetto politico intrapreso cinque anni fa dal centrodestra: continuare ad amministrare con maggiore competenza, abnegazione e capacità la nostra Città, inibendo al centrosinistra ogni possibilità di tornare ad amministrarla per arre-carle nuovi ed incommensurabili danni.

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava, Circolo PD “25 aprile”: «Viadotto segno della concretezza dell'Amministrazione Servalli»

Qualche giorno fa il Sindaco Vincenzo Servalli ha inaugurato il nuovo viadotto San Francesco che collega la statale 18 all'altezza della località Tengana al nuovo viale Benedetto Gravagnuolo sul trincerone ferroviario. Una struttura attesa da molti cavesi che, per il Segretario PD Cava de’ Tirreni Circolo...

Migranti: Cava de' Tirreni accoglie la salma di una delle 26 donne morte a Salerno

È stata una mattinata all'insegna del silenzio e del dolore per i partecipanti al rito funebre delle 26 giovani migranti, decedute durante il viaggio della speranza e giunte a Salerno, lo scorso 5 novembre a bordo della nave militare spagnola "Cantabria". Alle 10.00 di questa mattina, venerdì 17 novembre...

Cava de' Tirreni tra le “100 mete d’Italia”, consigliere Biroccino: «Riconoscimento che conferma la bellezza della nostra città»

Si è tenuta ieri pomeriggio, giovedì 16 novembre, presso la Sala Koch del Senato a Palazzo Madama in Roma, la consegna del riconoscimento quale Comune d'Eccellenza alla Città di Cava de' Tirreni e l'inserimento nella prestigiosa pubblicazione "100 mete d'Italia", edita da Riccardo d'Anna Editori che...

Fra Gigino lascia Cava, trasferito a Nocera Inferiore: «Grazie per i 20 anni insieme»

La notizia era già nell'aria da tempo ma la conferma è arrivata nelle ultime ore: Fra Gigino lascia Cava de' Tirreni e dunque la direzione del Santuario di S. Francesco e S. Antonio. È stato lo stesso frate a rivelarlo, pubblicando, sulla propria pagina Facebook, un messaggio di saluto ai fedeli cavesi:...

Scuole, 18 milioni per la Provincia di Salerno: interventi anche al "Della Corte-Vanvitelli" di Cava

Il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca ha assegnato alla Provincia di Salerno risorse per 18 milioni di euro, destinate a finanziare quattro progetti per risolvere il rischio sismico. Tra gli Istituti che riceveranno parte del finanziamento c'è anche il "Della Corte- Vanvitelli" di Cava de'...