Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàFondi ai consorzi al via il nuovo bando

Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Fondi ai consorzi, al via il nuovo bando

Scritto da Il Denaro (admin), lunedì 1 luglio 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 1 luglio 2002 00:00:00

Fondi per i consorzi turistici e commerciali della Campania: è stato riaperto il bando regionale di attuazione della legge 549/95. Grazie ad una disponibilità di 1,892 milioni di euro, sarà possibile presentare nuove richieste di finanziamento entro il prossimo 30 settembre. La Giunta regionale ha approvato le graduatorie relative alla prima tornata del programma, varato su iniziativa dell'assessore alle Attività produttive, Gianfranco Alois. Sono stati finanziati 10 consorzi, costituiti complessivamente da 56 imprese. Grazie a questo stanziamento, saranno realizzati investimenti per 17 milioni di euro ed attivati 312 nuovi posti di lavoro. Le richieste di finanziamento relative al nuovo bando potranno essere presentate secondo le stesse modalità previste lo scorso anno dal bando pubblicato sul Burc del 29 ottobre 2001. Vediamole in dettaglio.

Dove investire

Potranno accedere ai contributi i consorzi e le società consortili operanti nei settori commercio e turismo che vogliono realizzare investimenti in cinque zone specifiche della Campania: Campi Flegrei; Sistema Matese; Vallo di Diano; Monti Picentini; Litorale Domitio. In particolare, tutte le sedi operative della struttura consortile, del consorzio e degli altri soggetti beneficiari aderenti che richiederanno il contributo dovranno avere sede nei circa 70 Comuni ammessi alle agevolazioni dalla Regione Campania.

Chi può avere i fondi

I contributi previsti dal bando regionale sono destinati ai consorzi ed alle società consortili costituiti da almeno cinque Pmi, ciascuna delle quali non deve avere più del 20 per cento del fondo consortile o del capitale sociale. Possono richiedere i fondi, in particolare, le Pmi che: esercitano attività commerciale all'ingrosso ed al dettaglio o di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, comprese le cooperative di consumo, inclusa l'attività di commercio all'ingrosso, con alcune limitazioni; sono già ammesse ai benefici della legge 488-turismo in Campania (alberghi, motel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, campeggi, villaggi turistici e così via, secondo la legge n. 217/83); esercitano ulteriori attività ammissibili alla legge 488-turismo individuate a livello regionale; consorzi e società consortili costituite da Pmi commerciali, turistiche o di servizi; organismi costituiti prevalentemente da imprese commerciali e turistiche che gestiscono servizi comuni per gli associati; Pmi associate che si impegnano a costituirsi in consorzio o società consortili in caso di aggiudicazione di contributi, entro trenta giorni dall'ammissione ai benefici.

Le finalità e le limitazioni

Gli investimenti devono puntare alla riqualificazione delle attività commerciali e turistiche campane mediante un'azione combinata intersettoriale, sia sulle strutture che sui servizi. Saranno ammesse a contributo a fondo perduto le spese per specifici beni immateriali (fino al 40 per cento dell'importo) e materiali, fino al 60 per cento. Sono considerate ammissibili a contributo solo le spese effettuate dopo la presentazione della domanda. I costi rimborsabili potranno riguardare anche interventi relativi a singoli consorziati, purché integrati tra loro secondo una logica di sviluppo comune evidenziata nel business plan (come, ad esempio, il recupero degli immobili commerciali e turistici di un intero borgo). Le spese ammissibili riferite al consorzio o alla società consortile dovranno comunque superare il 50 per cento dell'investimento complessivo. La quota residuale dovrà essere ripartita tra i consorziati o i soci della società consortile in proporzione alla propria loro quota di partecipazione. I progetti dovranno essere realizzati entro due anni dall'accettazione del contributo, prevedere un investimento minimo di 516.000 euro, nonché un contributo massimo in conto capitale di 1.032.000 euro. La struttura consortile che richiede il finanziamento dovrà garantire un apporto di mezzi propri di almeno il 25 per cento dell'investimento complessivo del programma.

L'istruttoria

Così come nel primo bando, anche in quest'occasione la selezione dei progetti sarà completata entro sessanta giorni dalla scadenza dei termini di presentazione delle domande. I criteri per l'attribuzione dei punteggi sono otto: grado d'innovazione tecnologica del progetto; redditività del capitale investito a seguito dell'investimento; migliore margine di struttura finanziaria-patrimoniale dopo l'investimento; impatto occupazionale determinato dall'investimento; grado di efficienza della spesa; impatto ambientale; grado d'interrelazione con l'ambiente locale; capacità di recupero del degrado urbano e rurale. Il punteggio per la formazione della graduatoria sarà ottenuto dalla media dei punteggi dei partecipanti alla struttura consortile, ponderata con le quote di partecipazione. È previsto un acconto del 50 per cento del contributo erogabile dopo la dichiarazione di avvenuto inizio dei lavori, previa presentazione di idonea garanzia fidejussoria, assicurativa o bancaria, da svincolare al saldo.

LE SPESE AMMISSIBILI

Beni immateriali

- Studio e progettazione dell'iniziativa (entro 10 per cento della spesa complessiva ammissibile);

- Acquisizione di consulenza professionale utile alla realizzazione del progetto (ad esempio, il sistema di qualità aziendale Iso 9000-Vision 2000; il sistema di qualità ambientale Iso 14001-regolamento Emas; azioni di commercio elettronico) entro il limite massimo di lire 1.200.000 giorni/uomo e, comunque, per non più del 10 per cento della spesa ammessa;

- Realizzazione di piani di marketing, promozione di loghi distintivi, poli o pacchetti che valorizzino le risorse economiche, anche in termini di produzione artigianali, e le risorse ambientali e culturali locali (tali spese sono ammissibili solo se sostenute dalla struttura consortile).

Beni materiali

- Opere murarie per recupero, ampliamento, completamento, trasformazione (anche con cambio di destinazione), ristrutturazione, ammodernamento (anche in adeguamento alle vigenti normative nazionali e comunitarie), riattivazione di immobili da destinare ad attività commerciali, turistiche e di servizi o già adibiti a tale attività;

- Acquisizione di attrezzature ed impianti nuovi di fabbrica;

- Spese relative ad interventi atti a riqualificare il contesto territoriale nel quale l'iniziativa si inserisce nel pieno rispetto delle normative vigenti.

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni, sindaco Servalli: «La scuola è una priorità per l'amministrazione comunale»

Si è tenuta stamattina, mercoledì 18 ottobre, alle 10.00, presso la Sala dei Gemellaggi, la conferenza stampa del sindaco Vincenzo Servalli e del vice sindaco, Nunzio Senatore, assessore con delega ai lavori pubblici per illustrare le attività messe in campo finora dall'Amministrazione comunale per il...

Lamberti Food di Cava partner ufficiale del Campionato Nazionale Pizza DOC

Lamberti Food di Cava de' Tirreni sarà partner ufficiale della 4° edizionedel Campionato Nazionale Pizza DOC, che si svolgerà presso l'Area Fieristica Macchè Arena di San Valentino Torio dal 23 al 24 ottobre 2017. L'azienda metelliana ancora una volta scenderà in campo al fianco di manifestazioni di...

Cava de' Tirreni, disoccupazione giovanile in aumento

Alcuni giorni fa, l'amministrazione Servalli aveva deciso di procedere all'avvio di un processo di ridefinizione delle competenze funzionali di alcuni settori (clicca qui per l'articolo). Un piano di assunzioni che ha scatenato una vera e propria corsa al "posto fisso". Come riporta il giornale "La Città...

Cava, parte la raccolta firme per far restare don Giovanni

A Sant'Arcangelo, frazione di Cava de' Tirreni, parta la raccolta firme per far restare don Giovanni Pisacane. I fedeli, infatti, non accettano il trasferimento del loro giovane parroco, destinato a Dragonea di Vietri, e hanno iniziato una raccolta firme per farlo restare. Oltre a questo, inoltre, hanno...

Cava de' Tirreni, piazza Bassi abbandonata: l'appello dei residenti

Inaugurata lo scorso 25 luglio, dopo meno di due mesi piazza Bassi sta scivolando in un degrado inaspettato. La piazza presente nella frazione Pianesi di Cava de' Tirreni, infatti, è stata abbandonata se stessa, senza interventi adeguati di manutenzione. A creare malcontento tra i residenti della zona...